Programma principianti n° 11

di Gian Maria D'Amici
Tutte le schede di allenamento proposte sono state sviluppate immaginando un "utente tipo": uomo, 30 anni, con un indice di massa corporea (ICM) compreso tra i 19 e i 25. Programmi della massima efficacia per il miglioramento delle doti aerobiche/condizionali, delle doti tecniche/coordinative, delle prestazioni di gara e delle qualità estetiche, possono essere ottenuti soltanto impostando il lavoro sulle caratteristiche del singolo individuo. Per ricevere via email dei programmi personalizzati, potete contattare direttamente lo staff di Nuotomania.it tramite il modulo richiesta programmi. Con il modulo è possibile fornire una serie di informazioni che permetteranno al nostro staff di sviluppare dei programmi in linea con il vostro fisico e le vostre esigenze [Vai al modulo].

 

N.B. 25 m = una vasca

 

Riscaldamento:

  • 6 x 50 m (1 crawl, 2 rana, 2 dorso, 1 crawl)

  •  

    Esercizi Dorso:

  • 5 x 50 m dorso successivo (un braccio alla volta: quando il primo tocca la coscia parte il secondo). Lo scopo di questo esercizio è quello di sviluppare un controllo completo della bracciata. Curare molto la posizione della testa (ferma), delle spalle (rollio) e del torace (a pelo d'acqua e non fuori). E' possibile eseguire l'esercizio anche con l'ausilio delle pinnette

  • 8 x 25 m dorso doppia bracciata con pausa. L'esercizio non deve essere eseguito in modo continuo. Quando le braccia arrivano in alto va inserita una pausa di 4 secondi, in cui le braccia rimangono ferme e distese al di sopra della testa. E' possibile eseguire l'esercizio anche con l'ausilio delle pinnette

  •  


     

    A2 fase aerobica, bpm 65% MFC:

  • 3 x 100 m gambe crawl con tavoletta. Prendere la tavoletta in alto e tenere la testa sempre fuori

  •  

    Defaticamento:

  • 4 x 25 m rana completa nuotata con pausa di 3 secondi quando le braccia si distendono avanti

  •  

    Tot. 46 vasche

     

    Massima frequenza cardiaca (MFC): l'intensità del lavoro è indicata con una percentuale rispetto alla sua MFC in battiti per minuto (bpm). Per calcolare la MFC basta eseguire la sottrazione: 220-ETA'. Per contare i bpm (battiti per minuto) basta poggiare il dito medio e il dito indice (della mano destra o sinistra) sull'arteria carotide e contare il numero di pulsazioni nell'arco di 6 secondi. Moltiplicare poi per 10 il valore ottenuto.

    Se hai gradito il nostro articolo fai una donazione a Nuotomania.it tramite Pay-Pal. Anche pochi euro sono sufficienti per sostenere le spese di mantenimento del portale.

     

    Nuotomania.it non è in alcun modo responsabile degli eventuali danni fisici o psichici indotti da una cattiva esecuzione degli esercizi proposti. L'utente che esegue quanto proposto lo fà  sotto la sua responsabilità  sollevando Nuotomania.it e il suo proprietario da qualsiasi responsabilità  civile o penale.