Federica Pellegrini

Foto, biografia, notizie e curiosità sulla campionessa del nuoto italiano.

 

Nome: Federica

Cognome:Pellegrini

Nata: 5 Agosto 1988 a Mirano

Altezza:1.67 m

Pesoforma: 65 kg

Specialità: 200, 400 stile libero

Sito web ufficiale: www.federicapellegrini.com

 

 

O

A

B

Olimpiadi

1

1

0

Mondiali di nuoto

4

1

1

Mondiali in vasca corta

0

1

2

Europei di nuoto

2

1

2

Europei in vasca corta

4

2

3

Giochi del Mediterraneo

2

0

0

Campionati Italiani Di Nuoto

81

16

11

 

 

 

Federica Pellegrini è l'unica nuotatrice italiana, ed una delle poche europee, ad aver infranto il record del mondo in più di una specialità. È la prima donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro nel nuoto alle Olimpiadi, nel 2008 a Pechino (nei 200 m stile libero). Durante i Campionati mondiali di nuoto 2009 a Roma, Federica Pellegrini diventa la prima donna al mondo a scendere sotto i 4 minuti nei 400 m stile libero con il tempo di 3.59.15. Nella stessa competizione vince la finale dei 200 m stile libero fermando il cronometro a 1.52.98.

 

Nata a Mirano da madre veneziana e padre legnaghese, inizia a nuotare nel 1995 e, dopo i primi successi conseguiti sotto la guida di Max Di Mito alla Serenissima Nuoto di Mestre, passa alla DDS di Settimo Milanese, trasferendosi da Spinea (VE), dove era cresciuta e dove vive ancora la sua famiglia, a Milano. Nel corso del 2004, nonostante la giovane età, emerge come una delle atlete italiane della vasca più forti in circolazione.La fortunata stagione è coronata ad Atene 2004 dalla storica vittoria di una medaglia di argento nei 200 m stile libero. Questo risultato vede il ritorno sul podio olimpico di una nuotatrice italiana dopo 32 anni dall'exploit di Novella Calligaris. Nelle semifinali della stessa gara l'atleta realizza il miglior tempo della competizione (1:58.02), superando il precedente record nazionale. Diventa così, a 16 anni e 12 giorni, la più giovane atleta italiana a salire su un podio olimpico individuale. Le Olimpiadi di Atene la vedono anche gareggiare, ma senza qualificarsi per la finale nei 100m stile libero (10° posto finale).

 

      

 

Ai mondiali di nuoto del 2005, svoltisi a Montreal (Canada), ripete lo stesso risultato di Atene, ottenendo il secondo posto nei 200 m stile libero. Questo risultato, però, al contrario del secondo posto di Atene, causa forte delusione all'atleta, che a marzo aveva ottenuto il miglior tempo dell'anno, rimasto tale anche dopo la finale mondiale. Il tempo di 1'57"92, ottenuto in finale dalla veneziana, è peggiore di 7 dec./s rispetto al tempo utile alla francese Solenne Figues per vincere l'oro e 8 decimi in più del tempo ottenuto da Federica nel marzo precedente.
Agli Europei di nuoto del 2006 a Budapest (Ungheria), non partecipa ai 100 stile libero e nei 200 stile libero si ferma alle batterie, in quanto consapevole del proprio stato di forma precario, a causa di un problema alla spalla. Lascia così ad altre atlete la possibilità di andare avanti nei turni, sapendo che in ogni caso lei non sarebbe soddisfatta del risultato. Dopo gli Europei 2006 decide di cambiare allenatore, passando da Massimiliano Di Mito ad Alberto Castagnetti, Commissario Tecnico della nazionale e allenatore capo del Centro Federale di Verona. Federica, però, ufficialmente, milita tuttora sotto i colori del Circolo Canottieri Aniene di Roma. Ai mondiali di Melbourne del 2007 il 24 marzo 2007 stabilisce il record italiano nei 400sl con il tempo di 4'06"51. Tre giorni dopo ottiene il record del mondo nella semifinale dei 200sl con il tempo di 1'56"47, battuto però meno di 24 ore dopo dalla rivale francese Laure Manaudou nella finale, che vedrà la veneziana finire terza.
Negli Europei di nuoto del 2008 ad Eindhoven (Olanda), dopo la cocente delusione per la squalifica nella sua gara preferita, i 200sl, per colpa di un grave errore di un giudice già noto per altre squalifiche dubbie contro italiani (sembra essere il giudice spagnolo Wucherfanning Alfonso, presente in vasca anche nella squalifica di Loris Facci ), si riprende appieno con argento e bronzo nelle due staffette, rispettivamente 4x100sl e 4x200sl, ed una grande prestazione nei 400sl, nei quali consegue finalmente un oro in vasca lunga, stabilendo il record del mondo col tempo di 4'01"53. Alle Olimpiadi di Pechino, l'11 agosto 2008, nella gara dei 400 sl conclude soltanto al quinto posto con 4'04"56, nonostante in qualifica avesse fatto registrare il nuovo record olimpico in 4'02"19; ma nel pomeriggio dello stesso giorno realizza il record del mondo nella batteria di qualificazione dei 200 sl con il tempo di 1'55"45. Il 13 agosto 2008 vince i 200 sl con il tempo di 1'54"82, nuovo record del mondo. Passata seconda ai 50m, conquista la testa alla virata dei 100 e resiste al recupero delle avversarie nelle ultime due vasche. Il 14 dicembre 2008, ai Campionati europei di nuoto in vasca corta di Fiume (Croazia) nei 200 metri stile libero vince l'oro stabilendo il nuovo record mondiale (1'51"85).
L'8 marzo 2009, in occasione degli assoluti primaverili, ferma il cronometro a 1'54"47 nei 200 sl, segnando, ancora una volta, un nuovo record mondiale. Il 27 giugno 2009, durante i Giochi del Mediterraneo 2009 a Pescara, stabilisce il record mondiale dei 400 metri stile libero con il tempo di 4'00"41, dopo una gara condotta completamente in solitaria. Il 26 luglio 2009, ai Campionati del mondo di nuoto a Roma, conquista la medaglia d'oro nei 400 stile libero femminili con il tempo di 3'59"15, stabilendo così il nuovo record del mondo della specialità, prima donna al mondo a scendere sotto i quattro minuti. Due giorni dopo stabilisce il nuovo record mondiale dei 200 stile libero femminili, dominando in 1'53"67 la prima semifinale ai Mondiali di Roma 2009, segnando quindi il nono record del mondo prima dei 21 anni e migliorando il suo precedente record di 1'54"47, stabilito lo scorso 8 marzo agli Assoluti primaverili di Riccione.
Il 29 luglio 2009, negli stessi Campionati, vince poi la finale dei 200 metri stile libero, raggiungendo il suo secondo oro nella competizione mondiale e migliorando ulteriormente il record del mondo del giorno precedente che le apparteneva, con il tempo di 1'52"98.Il 30 luglio, nella staffetta 4x200 degli stessi campionati, pur non vincendo, riesce a trascinare la squadra e a farla arrivare 4°, dall'8° posto in cui l'Italia si trovava prima della sua frazione, diventando così protagonista di un'incredibile rimonta. Il 13 dicembre 2009, ai Campionati europei di vasca corta di Istanbul, nei 200 metri stile libero vince ancora la medaglia d'oro, stabilendo un nuovo record mondiale (1'51"17).
Nel 2010 è proseguita la serie di successi in campo nazionale con nove titoli italiani vinti in totale; con la squadra nazionale è stata impegnata agli europei di Budapest, dove oltre ad impegnarsi negli usuali 200 m stile dove ha vinto l'oro in finale battendo Silke Lippok, ha affrontato anche gli 800 metri, distanza poco nuotata dalla Pellegrini da cui è arrivata la medaglia di bronzo, battuta di poco per l'argento da Ophélie-Cyrielle Etienne. La stagione in vasca corta 2010-2011 l'ha vista impegnata prima in novembre agli europei di Eindhoven dove ha vinto gli 800 m mentre nei 400 si è dovuta ritirare a causa di una crisi d'ansia che talvolta la colpisce; un mese dopo ai mondiali disputati a Dubai è rimasta fuori dal podio dei 200 m giungendo settima in finale, mentre nei 400 m ha vinto la medaglia di bronzo arrivando terza dietro Katie Hoff e Kylie Palmer. ha nuotato anche la finale della 4×200 m arrivando sesta con Renata Spagnolo, Alice Nesti e Chiara Masini Luccetti.[36] Alla fine del 2010 l'atleta ha congedato il suo allenatore Stefano Morini (subentrato l'anno precedente a seguito della morte di Castagnetti), dichiarando di volere un tecnico che la protegga e che sappia reggere le pressioni. Il 17 gennaio 2011 ha annunciato il nome del suo nuovo allenatore, Philippe Lucas (ex allenatore di Laure Manaudou), con tanto di benestare da parte della Federazione Italiana Nuoto. Il 24 luglio 2011 ha esordito ai campionati mondiali di Shanghai, vincendo i 400 m davanti a Rebecca Adlington e Camille Muffat con il tempo di 4'01"97, la quinta prestazione mondiale di sempre. Tre giorni dopo si è ripetuta, aggiudicandosi l'oro nella finale dei 200 metri[40], nella quale ha preceduto Kylie Palmer e Camille Muffat, facendo segnare un crono di 1'55"58 grazie a una rimonta nelle ultime due vasche. È la prima atleta nella storia a conquistare il titolo nelle due specialità in due edizioni iridate diverse. L'11 agosto, Pochi giorni dopo la fine dei mondiali, ha cambiato di nuovo l'allenatore personale, ufficializzando l'accordo con Federico Bonifacenti (già suo vice allenatore durante il periodo trascorso con Castagnetti).

 

I suoi record personali in vasca da 50 metri sono:

  • 50 m st.libero: 25" 47

  • 100 m st.libero: 53" 55 (primato italiano)

  • 200 m st.libero: 1' 52" 98 (Primato del mondo)

  • 400 m st.libero: 3' 59" 15 (Primato del mondo)

  • 800 m st.libero: 8' 24" 99

  • 100 m dorso: 1' 01" 76

  • 4×100 m st.libero: 3' 40" 42 (primato italiano)

  • 4×200 m st.libero: 7' 46" 57 (primato italiano)

  • 4×100 m mista: 4' 04" 90 (primato italiano)

  • I suoi record personali in vasca da 25 metri sono:

  • 50 m st.libero: 25" 10

  • 100 m st.libero: 53" 89

  • 200 m st.libero: 1' 51" 17 (Primato del mondo)

  • 400 m st.libero: 3' 57" 59 (primato italiano)

  • 800 m st.libero: 8' 15" 20

  • 4×50 m st.libero: 1' 38" 88 (primato italiano)

  • 4×100 m st.libero: 3' 39" 18 (primato italiano)

  • 4×200 m st.libero: 7' 50" 39 (primato italiano)

  • 4×50 m mista: 1' 47" 05 (primato italiano)

  •  

     

    Se hai gradito il nostro articolo fai una donazione a Nuotomania.it tramite Pay-Pal. Anche pochi euro sono sufficienti per sostenere le spese di mantenimento del portale.

     

    Nuotomania.it non è in alcun modo responsabile degli eventuali danni fisici o psichici indotti da una cattiva esecuzione degli esercizi proposti. L'utente che esegue quanto proposto lo fà  sotto la sua responsabilità  sollevando Nuotomania.it e il suo proprietario da qualsiasi responsabilità  civile o penale.