Senza immagini - Con immagini - Stampa






Warning: strftime(): It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected the timezone 'UTC' for now, but please set date.timezone to select your timezone. in D:\inetpub\webs\nuotomaniait\public\nuoto-notizie\print.php on line 170
Titolo: A nuoto in manette nello Stretto
Data: 15/09/2011 09:15 Autore: Redazione Categoria: Corsi eventi nuoto URL: http://www.nuotomania.it/public/nuoto-notizie/view.php?id=108


immagine
HA DECISO di farsi «arrestare» per entrare nel Guinness dei Primati. Non è autolesionista ma sicuramente coraggioso, spericolato, temerario. Un ingegnere sui generis, Paolo Eros Cerizzi, che il 22 settembre proverà ad attraversare a nuoto lo Stretto di Messina.
Ammanettato. Proprio così: il professionista desiano, 37 anni, sposato con Chiara e papà di Sofia e Leonardo, ha deciso di superare se stesso. E di sfidare
l’impossibile, o quasi, per dare ulteriore sostanza al suo soprannome di «uomo delfino». Perchè lui, non è nuovo a imprese simili: nel luglio 2010 ha attraversato il lago Maggiore, compiendo 2,5 chilometri solo nel suo stile preferito (il delfino), e nel marzo di quest’anno ha coperto oltre 3 chilometri in vasca, in un trofeo a l’Aquila. Distanze enormi, spropositate, per lo stile più faticoso e complesso (il delfino).
Eros si sente tranquillo,anche perché avrà l’assistenza di due barche di appoggio. Certo una parte di rischio è inevitabile.
Con lui ci saranno 2 cronometristi ufficiali, un barcaiolo, un amico che riprenderà la traversata, e lo staff di Onda TV. «La Capitaneria dello Stretto di Messina - ci racconta dalla Sicilia - all’ultimo momento mi ha negato di effettuare la prova del Guinness il 23 di agosto, datache avevo stabilito. Tutto rimandato a settembre, probabilmente il 20. La capitaneria vuole anche capire come farò a nuotare legato. Ho effettuato una
prova in mare venerdì dove ho nuotato per 2 chilometri. Adesso la rifarò, la filmerò e la invierò alla loro attenzione».
Una volata ricevuto il via libera definitivo, il copione, piuttosto cinematrografico, è già scritto: Cerizzi si farà rinchiudere ammanettato nel Castello
di Brolo, il famoso castello da cui mai nessuno è riuscito a evadere e in cui ha sede il museo della pena e della tortura. Il prestigiatore siciliano Mago Salvin lo farà evadere con un trucco scenografico. Poi, l’atleta scapperà a cavallo, sempre ammanettato, e raggiungerà le coste dello Stretto, da cui si tufferà per cercare la gloria. Senza nessun ausilio, nè maschera nè pinne, senza nessuna altro motore se non quello delle sue gambe e di una testa allenata per queste avventure in acqua. Sperando che non si «arresti» prima di arrivare al traguardo, in Calabria, e riesca ad entrare nel celebre librone dei record.

 



Copyright © Nuoto Mania - Tutti i diritti riservati.