Senza immagini - Con immagini - Stampa






Warning: strftime(): It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected the timezone 'UTC' for now, but please set date.timezone to select your timezone. in D:\inetpub\webs\nuotomaniait\public\nuoto-notizie\print.php on line 170
Titolo: Olimpiadi Londra 2012. Batterie primo giorno. 400 misti brivido Phelps, Marin in finale. Scozzoli e Bianchi in semifinale
Data: 28/07/2012 10:13 Autore: Redazione Categoria: Londra 2012 URL: http://www.nuotomania.it/public/nuoto-notizie/view.php?id=276


immagine
[img2]http://www.london2012.com/mm/Photo/sport/General/01/30/52/91/1305291_M01.jpg[/img2] IN AGGIORNAMENTO. L'Olimpiade non regala niente a nessuno. Laszlo Ches, Park Tae-Hwanl e Paul Biderman lo hano scoperto a proprie spese.

Il campione ungherese, argento a Pechino 4 anni fà e bronzo ad Atene nel 2004 è fuori dalla finale dei 400 m misti uomini (4.13.40 nono tempo). Brivido anche per Michael Phelps che accede in finale solo con l'ottavo tempo (4.13.33). I due olimpionici hanno nuotato insieme nella penultima batteria chiudendo in primo (Phelps) e secondo (Ches). Un errore piuttosto grossolano considerando che nella batteria precedente il giapponese Kosuke Hagino aveva nuotato in 4.10.01 (primo tempo di qualifica e record asiatico) seguito dal brasiliano Thiago Pereira in 4.12.39.

[ads1][/ads1]Un errore che non ha commesso Luca Marin, che ha conquistato le finale dei 400 m misti con il sesto tempo 4.13.02 (0.58.69 / 1.03.23 / 1.11.84 / 0.59.22). Obiettivo dichiarato alla vigilia e centrato in pieno dal Siciliano del Circolo Canottieri Aniene. Fuori dai giochi invece l'altro azzurro in gare Federico Turrini (4.17.22).

L'altro grande escluso di giornata è il sudcoreano Park Tae-Hwan. Il coreano, campione olimpico uscente, è stato squalificato nella gare dei 400 m stile libero per falsa partenza. Park aveva fatto comunque registrare il miglior tempo nella sua batteria. Eliminato anche il tedesco Paul Biderman (leader incontrastato della distanza a Roma 2009) [img2]http://www.london2012.com/mm/Photo/sport/General/01/30/57/95/1305795_M01.jpg[/img2]dodicesimo in 3.48.50. Fuori dalla finale anche Samuel Pizzetti. L'azzurro non è andato oltre il 17esimo tempo (3.50.93). Soddisfatto a fine gara il siciliano: "Il mio obiettivo per questa Olimpiade l'ho centrato, sapevo che dovevo fare questo tempo e ci sono riuscito. Qualcuno non ha tirato al massimo, io l'ho fatto e ora c'è tempo per riposare. Stasera (ore 20.30 italiane) il podio è scritto ma ci si prova. Sto bene, sento l'acqua, so che sto facendo bene. Certo, sono arrivato due giorni fa e col villaggio olimpico vicino allo stadio non si è dormito bene". Marin aggiunge: "Ho tirato, avendo visto le batterie precedenti serviva una buona prestazione, ma non so quanto margine ho ancora. Di pomeriggio riposiamo bene c'è tutto il tempo per recuperare. Se sto bene fuori mi porto questa cosa anche dentro l'acqua". Ha rischiato grosso Phelps, in finale per un soffio. "Ha pensato che quel tempo fosse sufficiente e invece stava per rimanere fuori", conclude Marin.

Accede alla semifinale dei 100 m farfalla donne Ilaria Bianchi, che ha chiuso la sua batteria in quarta posizione (0.58.42, passaggio 0.27.31, dodicesimo tempo). Nella batteria successiva strepitosa la statuintense Dana Vollmer che, con 0.56.25, ha stabilito il nuovo record olimpico.

Nei 400 m misti donne tutto come da pronostico primo tempo la statunitense Elizabeth Beisel (4.31.68) a soli 5 centesimi dalla cinese Shiwen Ye. Fuori l'azzurra Ilaria Pirozzi (4.45.61).

Stellare il livello dei 100 m rana uomini. In dodici sotto il minuto. Primo tempo per l'australiano Christian Prenger (0.59.62) seguito dal giapponese Kosuke Kitajima (0.59.63). Fabio Scozzoli (0.59.99) accede alla semifinale solo con il dodicesimo tempo. Fuori l'altro azzurro Mattia Pesce ventitreesimo con il crono di 1.01.27. "Direi che stamattina si è dimostrato che la rana ha fatto grandi passi avanti - ha detto Scozzoli a fine gara a Sky Sport - Io ci sono: vediamo oggi pomeriggio cosa succede. Sicuramente bisogna andare fortissimo. Ho imparato a gestire le emozioni ed a mettere in acqua tutto quello che avevo. Non si deve lasciare nulla al caso: 59"9 è un buon tempo. Proverò a far meglio nelle semifinali".

La 4 x 100 m stile libero femminile non riesce a qualificarsi per la finale. Il quartetto azzurro formato da Alice Mizzau, Federica Pellegrini, Laura Letrari e Erika Ferraioli ha chiuso in 3.39.74, nuovo record italiano, ma che è valso solo il settimo posto nella seconda batteria. «Peccato per la mancata qualificazione. Il record italiano, comunque, ci allevia la tristezza» ha commentato la Pellegrini al termine della gara. Resta il record in più realizzato con Alice Mizzau (0.55.17) in prima frazione, Laura Letrari (0.55.74) e Erika Ferraioli (0.54.55). Le più veloci sono state le americane (3.26.52), su Australia e Olanda (3.26.34 e 3.37.76).

 



Copyright © Nuoto Mania - Tutti i diritti riservati.