Senza immagini - Con immagini - Stampa






Warning: strftime(): It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected the timezone 'UTC' for now, but please set date.timezone to select your timezone. in D:\inetpub\webs\nuotomaniait\public\nuoto-notizie\print.php on line 170
Titolo: Mondiali in vasca corta, finali giorno 2: Fabbio Scozzoli regala all'Italia il suo primo oro
Data: 13/12/2012 21:17 Autore: Redazione Categoria: Notizie nuoto URL: http://www.nuotomania.it/public/nuoto-notizie/view.php?id=384


[img2]http://images2.gazzettaobjects.it/Hermes%20Foto/2012/12/13/0MEZH8VR--473x264.jpg?v=20121213212224[/img2]Finalmente un italiano e di nuovo sul tetto del mondo. Fabio Scozzoli entra nella storia del nuoto italiano conquistando il primo titolo iridato azzurro della storia dei Mondiali di nuoto in vasca corta dopo quelli delle staffette a Shanghai 2006. Un dominio assoluto quello dell'azzurro che ha cercato e voluto fortissimamente la vittoria nei 100 m rana sin dalle batterie eliminatorie. Scozzoli ha trionfato con il crono di 0.57.10 davanti allo sloveno Damir Dugonjic (0.57.32) e allo statunitense Kevin Cordes (0.57.83).

[ads1][/ads1]L'azzurro, accreditato del miglior tempo di qualificazione alla finale, è stato il più veloce in partenza (0.60 allo stacco) comandando la gara dal primo all'ultimo metro. Per il romagnolo ventiquattrenne una grande soddisfazione dopo la sconfitta nella finale olimpica dove chiuse in settima posizione. Nella scorsa edizione dei mondiali, quella di Dubai 2010, Scozzoli fù secondo oggi a Istanbul 2012 è stato oro con un'impresa che rafforza il ruolo di grandissimo specialista e agonista di razza che è in lui. "E’ una vittoria che mi rende orgoglioso davvero".

Nell’altra attesa finale di giornata, quella della 4×200 sl, la staffetta azzurra ( D’Arrigo, Di Giorgio, Maglia, Magnini) ha chiuso in quinta posizione. La medaglia d’oro è andata agli Stati Uniti (6.51.40), che hanno preceduto Australia (6.52.29) e Germania (6.53.22). Impressionante il ritmo imposto dalle prime tre, con gli americani al di sotto del record del mondo per metà gara ).

Marco Orsi e Federico Bocchia hanno centrato la finale dei 50 m stile libero nuotando rispettivamente il settimo e l'ottavo tempo in 0.21.37 e 0.21.41. Una prestazione che conferma la netta ripresa dello sprint azzurro dopo l’argento della staffetta veloce di ieri. Non bene le farfalla azzurra al femminile. Silvia Di Pietro (0.26.01) e Ilaria Bianchi (attesissima nei 100) non sono riuscite a conquistare l'accesso alla finale dei 50 m. L’ultimo posto utile era 0.25.86.

Nei 100 farfalla uomini l'oro è andato al sudafricano Chad Le Clos, che a Londra aveva battuto nei 200 Michael Phelps, e qui batte l’erede di specialità di Phelps, Tom Shields e l’instancabile Ryan Lochte.

Nei 50 m rana donne Ruta Leilutyte è ormai l’astro incontrastato. La quindicenne lituana, campionessa olimpica in carica dei 100 m rana, ha vinto l’oro dei 50 in 0.29.44, secondo tempo mai nuotato, col quale ha bruciato la giamaicana Atksinson (0.29.67) e l’australiana (0.29.94). Un’altra giovanissima atleta, Olivia Smoliga, classe 1994, ha conquistato dalla corsia 1 l’oro dei 100 dorso in 0.56.64 battendo la sedicenne danese Mie Nielsen (0.57.07) e la ceca Baumrtova 0.57.18.

Matt Grevers sta vivendo una seconda giovinezza da quando ha vinto l’oro olimpico dei 100 dorso: così ha bruciato il favorito russo Stanislav Donets, ottimo mesteriante della vasca corta, che a Dubai nuotata in 0.48.95 e qui non è andato oltre 0.49.91, due centesimi di troppo dal crono dell’americano, mentre il bronzo finisce in Brasile con Guillherme Guido, autore di 0.50.50, e con l’australiano di legno in 0.50.61. L’oro degli 800 femminili è finito invece in Nuova Zelanda, grazie alla venticinquenne Lauren Boyle in 8.08.62 sulla danese ex iridata Lotte Friis (8.10.99) e sull’americana Chloe Sutton (8.15.53).

 



Copyright © Nuoto Mania - Tutti i diritti riservati.