1

(1 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

Moooby ha scritto:

Sempre per tirannia del tempo a disposizione, un'ora spaccata, non riesco ancora a portare a termine il programma, mi riferisco al nuoto master, alla fine mi mancano sempre 400m, circa.
Chi di voi una questI programmi?
Quanto tempo impiegate a completare una sessione?
Fra

Ciao
per confrontare sarebbe necessario sapere a quale allenamento ti riferisci, nel sito ce ne sono diversi che vanno dai 2700 m. ai 4600 m. quindi se ti mancano 400 m ad arrivare a 2700 significa che fai 2300 m. in un'ora, altrimenti sono 4200.... c'è un bella differenza!
Io sono una (molto scarsa) nuotatrice master e negli allenamenti di un'ora e mezza facciamo dai 2500 ai 4000 m. circa, dipende dall'obiettivo di allenamento che stabilisce il nostro coach, a volte abbiamo cicli intensi con recuperi lunghi, quindi si fanno pochi metri, altre volte si allena il fondo e quindi i metri sono maggiori.
Si potrebbe dedurre dalla tua domanda, dato che dici ti mancano sempre 400 metri, che tu esegua sempre il medesimo allenamento, mentre il consiglio dato più volte dagli esperti è di variare ad ogni sessione.

2

(8 risposte, pubblicate in Quinto stile)

Uso ahimè anche io il tappanaso in piscina, per evitare di avere sempre il naso congestionato e mi trovo bene con quelli acquistati da Decathlon: sono in metallo rivestiti di gomma.
Per fare in modo che tenga bene e che non scivoli via, lo premo tra le dita cercando di diminuire la larghezza dell'arco.

3

(3 risposte, pubblicate in Presentazioni)

Ciao, benvenuto!
ecco l'aiuto per aggiungere la foto:

1 - accedi al tuo profilo
2 - menù avatar (a destra)
3 - carica avatar: qui cerchi l'immagine nel tuo pc facendo attenzione che sia delle dimensioni accettate dal sito: deve essere davvero piccola;

I tipi di file immagine permessi sono gif, jpeg e png.
La dimensione massima di immagini consentita è 100x100 pixels e 10,240 bytes (10 KB).

Ciao Davide
Se parliamo di nuoto master circuito FIN ci sono regole ben precise, come ben spiegato nell'articolo del link qui sotto, se invece sono eventi triathlon è un'altra storia (che non conosco).
Secondo la FINA, dalla stagione 2016/2017, in base alla temperatura dell'acqua, la muta è: obbligatoria, concessa o vietata (parliamo di muta gommata).
Sotto i 18° è obbligatoria, tra i 18° ed i 20° è consentita, sopra i 20° è vietata.
Prima di procedere ad un eventuale acquisto, verifica le temperature medie del periodo delle acque dove vorrai andare.

http://www.swim4lifemagazine.it/2017/01 … ue-libere/

5

(4 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

In questa discussione sull'alimentazione, ed in particolare alla pagina 31, ci sono informazioni molto utili relative a tempi e tipologie di cibo per nutrirsi prima dell'allenamento:
http://www.nuotomania.it/public/forum/u … 6&p=31

Io solitamente non mi alleno di mattino, ma se capita, non ho difficoltà a far colazione con una tazza di latte e caffè ed un paio di fette biscottate con marmellata e nuotare nell'ora successiva smile

si trova nella home page smile
http://www.nuotomania.it/public/modulo/ … =programmi

porto in evidenza la discussione, giusto se qualcuno può aiutare Rheya...

Per prima cosa ti faccio i complimenti dato che i tuoi tempi io me li posso solo sognare, poi per il mio modestissimo parere credo ci siano persone predisposte per la velocità ed altre per il fondo ed inoltre bisognerebbe analizzare il tuo allenamento com'è strutturato e quale finalità abbia, se allena la forza oppure la resistenza;
Per qual che mi riguarda, il tempo sui 50 mt. è quasi identico sia in una frazione di 400 o 800 che nei 50 puri (al netto ovviamente del tuffo), ma io vado forte solo in galleggiamento wink

8

(3 risposte, pubblicate in Presentazioni)

beato te che riesci ad andare ogni giorno smile, se puoi farlo ne potrai trarre solo beneficio

per il resto ti rispondo qui:
http://www.nuotomania.it/public/forum/u … 883#p45883

narcisionarcisio ha scritto:

quindi dovrò aspettare i principi di settembre per essere seguito.
volevo chiederti se gentilmente puoi rispondermi, se è giusto andare dal lunedi al venerdi, visto che in ogni caso ho un ritmo molto blando?. devo sforzarmi a respirare su entrambi i lati o posso farlo solo su un lato?
grazie ancora per i consigli saluti

gli esperti consigliano di respirare da entrambi i lati; ti consiglio di leggere questa discussione dall'inizio che ti sarà molto utile smile

10

(3 risposte, pubblicate in Presentazioni)

ciao, benvenuto!
se non nuoti da tanto tempo è abbastanza normale che tu abbia necessità di fermarti ad ogni vasca ed il dolore al collo indica certamente che non sei rilassato in acqua.
Ti consiglio di farti seguire da un istruttore il prima possibile in modo da far correggere eventuali difetti nella nuotata, ma nel frattempo potresti chiedere qualche consiglio agli assistenti bagnanti.
Prova ad alternare vasche a stile libero con vasche a dorso, così da rilassare i muscoli del collo

11

(3 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

ciao clab, porta pazienza, ma non sempre le persone sono disponibili immediatamente.
Pausa in alto significa braccia in alto in appoggio sull'acqua, così come hai scritto tu
Crawl completo a 1'15", significa che ogni ripartenza è a 1'15"; poniamo ad esempio che per fare 50m. ci impieghi un minuto, riparti con 15" di pausa, se invece impieghi 50", la pausa sarà di 25", se invece impieghi 1'05", la pausa sarà di 10"

12

(27 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

Le cuffie che non uso, dopo averle lavate dentro e fuori, le polverizzo con un po' di borotalco e le infilo nel loro sacchetto originale; ho una cuffia in silicone che ho acquistato almeno 10 anni fa che usa mia figlia saltuariamente, tipo una volta l'anno, ed è ancora perfetta, mentre le mie che subiscono un uso intensivo semiquotidiano, e sono una cialtrona nel'infilarle, arrivo a buttarle solo quando le rompo.

13

(8 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

Confermo, anch'io uso il boccaglio per fare gambe stile, incredibilmente sono diventata velocissima e senza la tavoletta l'assetto del corpo rimane più o meno come nella nuotata completa, mi sono accorta così che se voglio andare più veloce a stile libero basta "accendere" la propulsione di gambe wink

14

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

Ciao Antonio benvenuto e complimenti per la foto, se non erro è Johnny Weissmuller - Tarzan wink

15

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

Ciao Daniele, benvenuto e buon rientro nel nuoto smile

16

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

ciao Matteo, benvenuto anche a te smile

17

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

ciao e benvenuto smile

18

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

Ciao e benvenuto!
Io ti consiglio di continuare, smettere mai smile  visto che il corso l'hai già pagato.
Credo che l'istruttore ti abbia messo tra i principianti perché forse sei carente nelle basi, che sono appunto gli scambi respiratori, poi una volta sistemata la respirazione ti farà progredire.
Abbi fiducia nel tuo istruttore ed in te stesso

Uso anch'io Arena, ma vanno bene anche quelle Decatlon, l'importante è non usare le infradito da spiaggia che sono pericolose... sul bagnato si scivola da paura
e come giustamente ricorda Paolo, evita quelle che all'interno hanno del materiale spugnoso o tessuto che, anche se messe ad asciugare sempre, dopo un po' puzzano

20

(803 risposte, pubblicate in Quinto stile)

Ciao
Leggi bene quanto ha scritto Stefano su questa stessa discussione il 03/04/2015 e troverai tutte le indicazioni per risolvere il tuo problema wink

Forse il problema riguarda la respirazione, hai provato a cambiare la frequenza? magari per te respirare ogni tre è troppo oppure troppo poco.

Quando ti senti asimmetrico, potresti provare a cambiare ritmo, tipo respirare ogni 4 la vasca di andata e ritornare a 3 nella vasca di ritorno, oppure rallentare la velocità finché non ti riprendi.

22

(7 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

Ho avuto di recente un incontro con una medusa, fortunatamente avevo letto i consigli di Stefano per gli impacchi di sabbia e li ho messi in pratica; il bruciore è durato parecchie ore, ma non ho avuto nessun danno alla pelle, solo un'esperienza in più che non mi ha tolto di certo la voglia di nuotare in mare, né ha generato paure.

23

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

Ciao Giorgio, benvenuto!
Se non riesci a seguire un corso potresti farti seguire con qualche lezione privata, in modo che l'istruttore possa vedere quali passi sono necessari per migliorare

24

(320 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

io ci faccio semplicemente un nodo, un mio compagno di squadra mette il fermanodo e poi annoda i due capi

In poche parole hai “forzato” il primo bimbo verso una passione che, forse, non era sua ed hai paura di ripetere l’errore con il secondo.
Lasciamo perdere i commenti sul dirigente che ha traumatizzato ulteriormente il tuo primogenito;  pensavo che non esistessero più al mondo “esperti di psicologia infantile” di questo tipo.
Io credo che insistere con il primogenito solo perché i suoi coetanei sono tutti nuotatori, non gli possa fare questo gran bene, piuttosto gli farei seguire un altro sport dove si sente completamente a suo agio e possa dimostrare a voi genitori, ma soprattutto a se’ stesso che vale qualcosa anche lui, dove non venga messo a confronto con il fratello minore.
Per il figlio più piccolo, mi verrebbe di consigliarti di assecondare la sua passione per l’acqua, ma pensa bene a quale piscina lo vorrai iscrivere.
Credo sia tuo diritto conoscere l’insegnante che si occuperà di lui e, vista l’esperienza, chiederei anche di assistere ad una lezione con gli altri bimbi prima di iscriverlo e di pagare.