1

(7 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

ALLUNGATI DOPO ALLENAMENTO.... FUNZIONA VERAMENTE,QUANDO CHE QUEST' ESTATE FACEVO STRETCHING NON AVEVO PROBLEMI DI CRAMPI AL QUADRICIPITE, MA FACEVO MOLTE VASCHE , CON I CORSI HO DIMEZZATO LA PERCORRENZA E ALLENTATO PER PIGRIZIA LO STRETCHING E L' ALTRA SERA MI è RITORNATO IL CRAMPO AL QUADRICIPITE, LO STRETCHING è UN OTTIMO SISTEMA PER EVITARE I CRAMPI.

SU SU NON DISPERARE.... ALLA FINE SAREMO LA MAGGIORANZA... CI VUOLE TEMPO CI VUOLE... smile

ECCOMI.... QUESTO SONO IO... IL PHELPS DE NOANTRI smile

SE NUOTERAI TANTO, CON ALLENAMENTI SPECICIFICI PER ALLENARE TUTTE LE FIBRE MUSCOLARI, E TI ALIMENTERAI NEL MODO CORRETTO E PROPORZIONATO ALLO SFORZO FISICO CHE FARAI, SCURAMETE IL TUO CORPO NE AVRà DEI BENEFICI... IO AVEVO UNA BELLA CIAMBELLA ED I DORSALI NON C'ERANO.... ORA INVECE SENZA FAR PALESTRA Sò PIRAMIDALE....CI VUOLE COSTANZA, IMPEGNO E PASSIONE PER UNO SPORT CHE NON SOLO DA OTTIMI RISULTATI ESTETICI MA SOPRATTUTTO è SALUTARE E DIVERTENTE, FATTI FARE UNA DIETA APPROPIATA E SE PUOI SEGUI DEI CORSI DI NUOTO ANZICHè FARE NUOTO LIBERO... NE TROVERà BENEFICIO LA TECNICA, ED ANCHE LA MUSCOLATURA CHE SICURAMENTE SARà MEGLIO ALLENATA.

HO CAPITOOOO CHE SCEMO CHE SONO...... PROVVEDERò ANCHE IO

marina ha scritto:

si,èperchè è difficile controllare in velocità movimenti che non sono proprio cementati nei nostri schemi motori di base...essendo che ai master manca tutta la scuola nuoto di quella"giusta"e...per quanto si possa imparare a nuotare anche bene da adulti,qualche"errore arcaico" resta e lo si paga in tecnica o in fluidità!!!
P.S.METTETE TUTTI QUANTI LA FOTINA!!!  big_smile

SONO MANCATO PER UN Pò...SCUSATE L' IGNORANZA MA COS'è LA FOTINA?

ritengo che la tecnica è propio la differenza tra rimanere fermi e nuotare, la rana non mi andava giù, ero lento e mi muovevo poko, ora che l' ho imparata mi diverto mi allungo di più e spingo di più con le gambe, a delfo lo stesso... non facevo mezza vasca ora ci meto la metà di prima perchè comincio a fare le "s" e prendo acqua più ferma e mi spingo di più.... la tecnica è sicuramente il tuo neo, su quella devi puntare, di vasche ne puoi fare anche 200 ma rimane finalizzato alla resistenza e allo smaltimenti della ciccetta non certo della fluidità della nuotata.

marina ha scritto:

no!!!il tappanaso inficia la respirazione corretta!!!!!!

QUOTO IN PIENO.... ANCHE A ME DAVA FASTIDIO L' ACQUA NEL NASO, IL MIO ISTRUTTORE NON HA MAI VOLUTO, ED è STATO UN BENE, IL TAPPANASO NON CONSENTE UN' ADEGUATO APPRENDIMENTO DELLA RESPIRAZIONE

IO HO AVUTO LO STESSO PROBLEMA L' ESTATE SCORSA... HO SOVRACCARICATO LA SPALLA CON LE PALETTE E PER 2 SETTIMANE LE HO MOLLATE FACENDO STRETCHING DOPO ALLENAMENTO.... TUTTO PASSATO ED ORA HO IMPARATO LA LEZIONE wink

10

(62 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

BUON 2009 A TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIII smile

11

(62 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

AUGURONI A TUTTI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO ANCHE DA PARTE MIA.  smile

12

(33 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

SAI... CON LA FOGA A VOLTE CAPITA CHE IL BRACCIO FACCIA LA BARBA AGLI OCCHIALINI.... lol

13

(17 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

SU SWIMMINGONLINE.NET C'è L'ABBONAMENTO AD UNA RIVISTA " IL MONDO DEL NUOTO" IN EDICOLA NON CREDO CHE LA VENDINO

14

(33 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

IO SO CECO COME NA TARPA.... QUINDI USO LE LENTI A CONTATTO QUINDICINALI, OCCHIALINI SOTTO LA CUFFIA IN LATTICE, COSI RIMANGONO PIù ADERENTI AL VISO.... RISULTATO: MAI PROBLEMI DI CONGIUNTIVITI SOLO A VOLTE COL BRACCIO PASSO TROPPO VICINO AL VISO E SPOSTO UN POCO GLI OCCHIALETTI E MI ENTRA ACQUA, LE LENTI MI SI SPOSTANO UN Pò MA LE RISISTEMO E VIA

Andre ha scritto:
GF ha scritto:

Scusate se mi intrometto, ma anch'io sono molto curioso di sapere come ci si deve nutrire per affrontare al meglio uno sforzo fisico.
In base alle dimensioni di una persona, quindi al peso, altezza e ossatura, e in base all'entità dello sforzo e alla sua frequenza non ci sono dei valori di kcal da rispettare in modo da avere un punto di riferimento?

praticamente ti sei già dato la risposta....che in questo caso te la può dare un bravo dietologo e anke alla tua cognizione....c sono un sacco di parametri da tener conto....che alla fine penso che se uno non è un agonista E FA SOLO QUELLO COME ATTIVITA nella vita non ti serve a niente....mangia bene e regolato senza eccessi!
x affrontare lo sforzo fisico di qualsiasi genere bisogna alimentarsi bene non tanto..e neache poco ...dipende in che contesto lo collochi..

QUOTO IN PIENO smile ALIMENTARSI NEL MODO CORRETTO E SANO è LA PRIMA BASE DI PARTENZA , QUINDI TANTA FRUTTA E VERDURA UNA BUONA DOSE DI CARBO PER AFFRONTARE LE SEDUTE DI ALLENAMENTO E PROTEINE DOPO ALLENAMENTO PER AIUTARE I MUSCOLI A RECUPERARE E FORTIFICARSI LE QUANTITà DIPENDONO EFFETTIVAMENTE DALLO SFORZO E DALLA PERSONA L' IMPORTANTE è NON ECCEDERE

16

(7 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

BENVENUTO NELLA NOSTRA COMUNITY PAPIK

17

(204 risposte, pubblicate in Rana)

socratecb ha scritto:

Ei ragazuoli conoscete qualche video su youtube dove si vede il nuotatore da sotto.......??nei 4 stili???

PROVA AD ANDARE SUL SITO GOSWIM.TV SEZIONE VIDEO E FAI UNA SCELTA DEI VARI VIDEO CHE TROVERAI.... SE HAI REALPLAYER POTRAI ANCHE SCARICARLI

18

(25 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

E MANGI 1/5 DELLE SUE CALORIE PER NON PENSARE CHE FAI UN DECIMO DELLE SUE DISTANZE.....  lol

19

(63 risposte, pubblicate in Dorso)

marina ha scritto:

...nuotalo!!! wink
ti fa schifo magari perchè lo nuoti male:fatti sciente dei tuoi difetti,lavora per correggerli e vedrai come ti inizierà a piacere...  smile

CONCORDO.... ODIAVO TANTO LA RANA... ORA INVECE LO USO COME STILE DA RILASSAMENTO... SE VOGLIO "TIRARE" FACCIO LA RANA AGONISTICA ( O ALMENO CI PROVO) E GODO ALLA GRANDE smile

20

(54 risposte, pubblicate in Quinto stile)

marina ha scritto:

tocchi a dorso ad una mano e fai la passata a rana smile conosci,no?te lo chiedo perchè stamattina mi sono accorta che un mio compagno di squadra che nuota da2anni,non la conosce!!

SIGNIFICA GIRARSI CON MEZZA BRACCIATA A STILE TOCCARE IL MURO E RIMANERE CON UN BRACCIO E GIRARSI COME NELLE VIRATE A RANA? SCUSA L' IGNORANZA... smile

21

(25 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

A PARTE LEVE LUNGHE COME DICE MARINA, QUINDI MINOR FREQUENZA= MAGGIORE DISTANZA=MINOR FATICA, L'ALTEZZA TI Fà ARRIVARE PRIMA DALL'ALTRA PARTE DELLA VASCA TANTO PER FARE UN ESEMPIO...PHELPS A PECHINO... GARA DEI 100 FARFALLA CONTESTATISSIMA PER VIA DELLA MAGGIOR PRESSIONE SULLA PIASTRA FATTA DALL'AMERICANO... PHELPS è ALTO 196 CM SE NON ERRO IL SUO AVVERSARIO 6 O 7 CM DI MENO MAGARI NON VOGLIONO DIR NIENTE PERCHè è ANCHE QUESTIONE DI ALLENAMENTO MA PENSATE AD UN NUOTATORE ALTO 250 CM OTTIMAMENTE ALLENATO A PARITà DI FREQUENZA DI BRACCIATA E DI GAMBATA SICURAMENTE STAREBBE PIù AVANTI E SICURAMENTE TOCCA PRIMA IL MURO E SI SPINGE PIù IN AVANTI CON LE GAMBE ( MINIMO PORTEREBBE IL 56 DI PIEDE... DUE PINNE PRATICAMENTE)GLI UNICI SPORT DOVE L'ATEZZA ECCESSIVA è UN OSTACOLO SONO MOTOCICLISMO ED AUTOMOBILISMO PER GLI ALTRI L'ATEZZA è SICURAMENTE UN VANTAGGIO E VE LO DICE UN "NANEROTTOLO" DI 172CM

no anzi... credo che ci stia dentro alla grande questa riflessione perchè come ha detto marina è l'altra faccia della medaglia, un conto è il miglioramento degli adulti nei master o anche nei soli corsi che ti da modo di apprezzare di più il bello di questo sport e un conto è la rassegnazione di ex agonisti che fanno tempi di tutto rispetto ma di certo non sono al top, noi miglioriamo e siamo felici loro rimangono al massimo stabili e non sapremo mai se anche loro siano felici. Tirzan come sempre dai letture interessanti a certe argomentazioni. smile

Tirzan ha scritto:
speedo ha scritto:

All'inizio i progressi si vedono a visto d'occhio ed i tempi migliorano sensibilmente, ma arrivati ad un certo punto, migliorare solo di 1" diventata molto difficile...

più ti avvicini al tuo limite più difficile diventa migliorare i tempi... il bello di essere master è che vedi gente che a 40 anni va ancora più forte di te che ne hai meno di 23 quindi non puoi che dire se ce la fa lui ce la farò senza dubbio anche io!!!

CONCORDO..... INFATTI è PROPIO QUESTO CHE MI STIMOLA... smile

marci ha scritto:

Tirzan ha ragione, avere quel tempo in un 25 nn significa ripeterlo nel 100 ...certo 15 sec nei 25 effettivamente sono sbalorditivi e se nuota da ottobre 2008 sono 2 mesi e se nn ha toccato mai acqua sono ancora più sbalorditivi...però akira vorrei sapere quanto respiri in questi 25 metri (se respiri!) e quante serie da 25mt ti fa fare l'allenatore come serie di velocità a fine lezione... verità sei bravo, ma c'è qualcosa che nn torna... anche se in effetti potresti essere un velocista naturale...ne ho visto solo un altro in 18 anni di insegnamento con le tue caratteristiche! Credimi nn è la norma... Cmq bravo e che dire continua così...dovremo stare attenti alle gare master wink ...
Marci

AVETE RAGIONE.... ANCHE SE TEMPI COSI DOPO SEI MESI NON SONO CERTO DA TRASCURARE ANZI CREDO CHE SIANO ALTAMENTE INTERESSANTI... CI SI PUò LAVORARE SOPRA MA NULLA TOGLIE CHE è MOLTO PIù VICINO A TEMPI DA AGONISTA DOPO SEI MESI DI QUANTO LO SIA IO DOPO 2 ANNI

Akira ha scritto:

Grazie tante. Io ho cominciato questo splendido sport ad ottobre di quest'anno e non facevo attività fisica da circa 5 anni. Penso che bisogna allenarsi a piccoli passi che ne dici? Però oggi sono veramente soddisfatto big_smile..

COMPLIMENTI....A DIR POKO SEI SENSAZIONALE....CONSIDERANDO CHE IL RECORD 100 STILE è DI 47,50 E CHE CARLO PEDERSOLI (BUD SPENCER) Fù IL PRIMO ITALIANO A SCENDERE SOTTO IL MINUTO A STILE LIBERO TU STAI GIà A 60 SECONDI DOPO 2 MESI .... SBALORDITIVO....IO DOPO 2 ANNI.... E MI SONO IMPEGNATO NA CIFRA L' ESTATE SCORSA ARRIVO A 30 SECONDI PER VASCA A STILE... E SUI 100 METRI MI SONO MIGLIORATO DI 30 SECONDI IN 12 MESI.... COMPLIMENTI ANCORA smile