Ciao a tutti,
posto qui questa domanda: qualcuno di voi ha mai utilizzato cerotti impermeabili? reggono ?

venerdì sera mi sono squartata un braccio e mi hanno messo un punto.

io, a parte che voglio nuotare che è da venerdì che non entro in acqua e do già di matto, ma soprattutto oggi devo fare lezione a bimbi piccoli e devo per forza entrare in acqua.

qualcuno di voi ha esperienze in merito?

la farmacista mi ha detto che reggono la doccia e il puccio ma non ha esperienze di nuoto o ammolli più lunghi e quindi non se la sentiva di garantirmeli.

e se ci facessi sopra anche un giro di domopack?

grazie a tutti per la collaborazione!

2

(79 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

qualcuno ha provato i costumi da gare della decathlon? si sono inventati questa nuova linea, qualcuno l'ha già provata? come è per donna sono sui 100, ma sui 100 si trovano anche dei jacked. che ne dite?

io ho preso il primo brevetto (allievo istruttore)  a 35 anni e il secondo ( istruttore base) a 36 e lavoro, quindi a 30 stai tranquillo.
non sono un ex agonista ma nuotatrice master...
è il lavoro più bello del mondo per me ma come già dicevano gli altri devi avere qualche cosa d'altro su cui contare, non perchè paghino male ma per l'incertezza che questa stagione hai un milione id ore e la stagione dopo le conti sulle dita di una mano...
e poi ferie e mutua non esistono, nel senso che se non vai non ti pagano. anche io mi sono rotta il gomito lavorando in piscina e ha perso un mese e mezzo di lezioni quindi no stipendio e l'assicurazione FIN non mi ha rimborsato le spese mediche perchè troppo basse e non mi ha dato nulla perchè non mi hanno accertato una invalidità superiore al 3 %( per altro meno male!)...

però è bellissimo e da tante soddisfazioni! smile

stefano '62 ha scritto:
elessar ha scritto:

adesso non ho il libro sotto mano e non posso citare testualmente....ma nel libro fin istruttore base c'è scritto che la nuotata con una mano che entra mentre l'altra mano è nella prima fase, in presa inizio trazione,  garantisce un miglior appoggio davanti alle spalle ed un assetto alto tipico dei velocisti......

Hai letto male.

ecco la frase incriminata, adesso posso citarla testualmente, avevo fatto anche la foto ma non riesco ad allegarla, ( tra l'altro si può?)

pg 100 manuale istruttore base

"si deve infine prestare particolare attenzione alla sovrapposizione dell'azione degli arti superiori: entrare con una mano mentre l'altra è ancora nella prima fase, garantisce un appoggio sempre davanti alle spalle ed un assetto alto nell'acqua tipico dei velocisti; invece entrare quando l'altra mano ha già superato la linea delle spalle, permette di sovrapporre le fasi più propulsive della bracciata, assicurando l'economicità del gesto."

stefano '62 ha scritto:
allievo ha scritto:

scuriosando un po su youtube, avevo trovato un video riguardante thorpe dove il commentatore faceva notare che, Ian al momento in cui va in  presa con la mano (ipotesi dx) ha da pochissimo iniziato la fase di trazione con  l altro braccio, talmente da poco che a volte le due azioni possono sembrare sovrapposte ......

E si chiama(va) appunto nuotata in sovrapposizione,oggi è chiamata in successivo o in allungamento.
Si tratta di una nuotata adatta al fondo utilizzata soprattutto con corrente neutra o a favore (invece con corrente contraria è molto penalizzante) e veniva chiamata in sovrapposizione nei testi FIN degli anni sessanta e settanta (ne ho ancora in casa,li leggevo da bambino).
In velocità non è indicata,motivo per cui in vasca si vede(va) poco,e gli istruttori di vasca (ai tempi molto critici con gli istruttori marini) convinti che ciò che non entrava in vasca non esisteva,ne ignoravano semplicemente l'esistenza.
Poi Thorpe l'ha rispolverata per i suo i 400 stile libero e gli allenatori meno informati hanno pensato che fosse una invenzione recente e da qui è nata la leggenda di thorpe che inventa una nuotata,e da allora viene chiamata in successivo anche nei testi.
Resta il fatto che io (e chissà quanti altri....) nuotavo in successivo all'età di otto anni in mare che thorpe non era neanche ancora nato,e i miei insegnanti (mio zio) la chiamavano nuotata in sovrapposizione.

Ciao,
adesso non ho il libro sotto mano e non posso citare testualmente....ma nel libro fin istruttore base c'è scritto che la nuotata con una mano che entra mentre l'altra mano è nella prima fase, in presa inizio trazione,  garantisce un miglior appoggio davanti alle spalle ed un assetto alto tipico dei velocisti ,mentre entrare quando l'altra mano la linea delle spalle tra fine trazione inizio spinta assicura economicità del gesto. dalla descrizione fatta da Allievo  avevo capito che la nuotata successiva/sovrapposizione...fosse la prima ma nel libro è indicata per i velocisti  mentre tu la indichi come fondo.... forse no ho colto la descrizione della nuotata. mi puoi spiegare quando hai tempo? GRAZIE

6

(128 risposte, pubblicate in Rana)

a me al corao di istruttore base ( fatto quest'anno) hanno detto più volte che la propulsione delle gambe rana è data dalla spinta e non dallo schiacciamento dell'acqua che questa è una teoria vecchia ed infatti si insegnava la rana con le ginocchia più allargate per schiacciare più acqua invece ora si insegna con le ginocchia più vicine proprio perchè non è importante quanta acqua si schiaccia ma la spinta/frustata....
andiamo bene! smile

ciao ho fatto il corso lo scorso anno, e ho fatto una sola lezione di fitness sia teorica che in acqua  però nei libri del corso ce n'è uno dedicato al fitness con tanto di dvd.

lettera di incarico, dove c'è solo scritto che se inel team ma senza indicazioni di paga orari o altro....

9

(10 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

450 con possibilità di 7 allenamenti a settimana sempre con allenatore, anche se per farli tutti si dovrebbero fare i doppi, quindi realisticamente 4 allenamenti compreso tesseramento, maglia e cuffia della squadra
gare da pagare di volta in volta, no nuoto libero, no palestra...

ho quelli del corso di allievo di istruttore....altri?

a parte il visintin degli altri libri che mi dite,? avrei intenzione di ampliare la mia biblioteca pure io! smile quali consigliate o cassate?

12

(33 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

IO uso i cressi graduati a puoi scegliere  gradazioni di verse per i due occhi, ottima tenuta. ce li ho da due anni e cominciano ad appannarsi un po' ora.  rispetto alla correzione delig occhiali li ho presi un po' meno forti, mezza diotria meno e vedo benissimo.
spero di essere stata utile.

13

(13 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

grazie marina! ti abbraccio! smile

14

(13 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

mi sa pure a me! nella pausa estiva sto nuotando sola soletta macinando esercizi su esercizi....
pensavo anche che magari sono le milionate di vasche....nel senso prima giravo , a seconda della seduta tra i 1900 e 2500 circa... con la squadra si sta praticamente sempre ben sopra i 3000....
poi da 3 nuotate a 4 a settimana...
magari ,oltre certamente alla tecnica, sono come dire un po' cotta....
che ne pensate? ho buone speranza per la prox stagione?

15

(13 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

magari fossi ( o fossi stata) una atleta d'elite! smile
no sono decisamente peggiorata roba di secondi....
per me è stato il primo anno nella squadra, pensavo, speravo di migliorare anche di un niente e invece....

16

(803 risposte, pubblicate in Quinto stile)

credo che intenda che in uscita dalla virata ruota sia verso destra che verso sinistra

17

(13 risposte, pubblicate in Tutto Master!!!!!!)

e se invece di migliorare anche di un'anticchia uno peggiora sensibilmente pur allenandosi? ( e in un anno?)

18

(6 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

per l'accappatoio prendi quello in microfibra che occupa un terzo del posto!

19

(4 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

guarda: io uso abitualmente le quindicinali, (che costano una stupidata )ma stando in acqua con i bambini prendo una botta id schizzi senza contare che per fargli vedere gli esercizi la testa sotto la caccio pure io e non posso dire a loro occhi ben aperti io tenerli chiusi.
quindi non posso rimetterle perchè come ben saprai dopo l'uso il cloro e schifezze varie entrano e potrebbero essere assorbite dalle lenti e la normale disinfezione non le elimina, soprattutto le sostanze chimiche. quindi dopo l'uso si buttano. per quello uso le usa e getta
la domanda nasceva per questo motivo.
tra entrare in acqua con le lenti con su gli svedesi per proteggerle e poterle rimettere allora tanto vale usare gli occhiali graduati.
solo mi sembrava poco educativo nei confronti degli allievi specialmente quelli piccoli che più che ascoltarti ti guardano.

e come dicevo senza occhialini a proteggerle se caccio la testa sotto, l'acqua si infila tra lente e occhio e vedo sfocato.

20

(4 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

smile

21

(4 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

ciao a tutti,
vorrei sottoporvi un quesito e chiedervi voi come lo risolvete.
io sono miope, abbastanza accecata.

per nuotare no problem, occhialini graduati e vai alla grande.

solo che da poco sono anche un istruttore e per lezioni dove sto sul piano vasca non ho problemi, ma spesso mi ritrovo in vaschina , vasca media o anche vasca grande in acqua e ovviamente devo vedere i miei allievi !

per ora sto usando delle lenti usa e getta perchè non mi sembra giusto  rompere ai bimbi che devono aprire gli occhi sott'acqua ecc... e poi stare io con gli occhialini.
solo che, a parte il costo ( un a coppia di lenti al giorno, perchè dopo tutti quegli schizzi clorati non mi fido certo a rimetterle), il fatto è che a volte mi capita che dopo bordate d'acqua addosso magari per un attimo non vedo bene, oppure se devo cacciare la testa nell'acqua vedo sfocato o se tengo gli occhi chiusi non vedo gli allievi ecc...

con gli occhialini non avrei nessun problema ma non mi sembra educativo, specie per corsi principianti bimbi....

che ne dite? voi come fate?
GRAZIE!

22

(3 risposte, pubblicate in Allenamento e Didattica del Nuoto)

dopo una caduta idiota e nessuno che si era accorto del coccige ho passato sei mesi con mal di schiena boia, sciatalgia e  morale a terra...poi ho trovato un dottore con i controcXXX che me l'ha raddrizzato e per magia è sparito tutto...

morale non sottovalutare il coccige!

il nuoto non so se può andare bene o no, io non nuotavo ma nei sei mesi di imbecillità medica si pensava fosse altro e mi avevano detto di non nuotare.

la mia esperienza (come potete vedere dal post nella sezione tutto master) è : vasche vasche vasche (principalmente a stile) e zero tecnica e anche ci buttano lì " adesso fate 200 metri tecnica" non si è seguiti puoi fare gli esercizi che vuoi, nello stile che vuoi e non ti correggono...

la squadra è fantastica, le persone meravigliose, ma per il nuoto....

ti consiglio di andare a vedere degli allenamenti, così ti rendi conto se lo stile della tua squadra ti piace

deia87 ha scritto:

Ciao!
Ma quando vi allenate con la squadra siete seguiti da un allenatore oppure seguite solamente gli allenamenti senza che nessuno vi veda da fuori?

no no, c'è sempre l'allenatore.

posto qui una domanda.
da quest'anno ho iniziato ad allenarmi con la squadra master
lo scorso anno nuotavo sia da sola che con istruttore e come volumi e numero di allenamenti erano paragonabili a quelli attuali.
la differenza grossa è che lo scorso anno facevo tanti esercizi di tecnica mentre con la squadra non li facciamo mai, al massimo ogni tanto ci viene detto fate X metri di tecnica ( stile a scelta, esercizi a scelta e senza nessuna correzione) e altra differenza è che si nuota quasi solo a stile libero. ogni tanto qualche misto nei riscaldamento e un 25 a bomba al proprio stile ( ovvio che il tuo stile te lo scegli tu senza consigli)
durante gli allenamenti ci prendono poco  i tempi e solo su distanze brevi, ( il resto te lo provi da solo col nuoto libero).
veniamo alla domanda:
da settembre a marzo seguendo tutti gli allenamenti sono peggiorata di 4 secondi sui 50 a rana e 6 sui 100 stile.
in realtà è un trend di peggioramento...man mano perdo sempre di più fino ad arrivare a quello che vi ho scritto.
aldilà che non mi sento una velocista...
secondo voi è normale?
cosa posso fare per tornare almeno ai risultati iniziali ( che erano altissimi, ma non così disastrosi)?
help!!!! mi sento molto demoralizzata!
ah, non sono una ex agonista.
GRAZIE!