Anche a me irrita quello che succede ogni tanto, ovvero che all'inizio del mese si presenti qualcuno che dovrebbe stare in terza corsia o anche quarta, ma magari è qualche mese che non nuota e quindi, piuttosto che stare ultimo nel suo gruppo, preferisce venire in seconda a fare il divo e sentirsi fare i complimenti. Tu magari sei lì che speri in una promozione e invece no, prima tocca a loro perchè sono MOOOLTO più bravi!
Scusate, lo so che sembra invidia, e forse lo è, ma come mi rode!

stefano '62 ha scritto:

Capitasse a me gli farei fretta non solo a parole,ma anche sbattendo le mani rapidamente incalzandolo in segno di impazienza.

Cattivissimooo....:)

Ciao a tutti, vorrei chiedere il vostro parere su una cosa che capita durante i corsi. Premesso che il livello della corsia è molto basso, quindi c'è chi riesce meglio su uno stile, chi su un altro, chi ha più resistenza, chi è più veloce, ecc... quando l'istruttore propone un esercizio di continuità, cioè ci chiede di eseguire magari sei vasche, ai propri ritmi, ma SENZA PAUSE, mi trovo spesso qualcuno (diciamo uno) che non accenna a ripartire prima che chi lo precede arrivi quasi alle bandierine dell'altra parte. Vorrei dire che non sta recuperando, ma aspetta proprio! A me la cosa fa proprio "innervosire" perchè adoro quel tipo di esercizio, ma non si riesce mai a farlo come si deve (nemmeno chi è dietro di me, ovviamente). Io non ho le capacità per stare davanti a tutti a prescindere, ma non mi sembra giusto che si condizioni così l'esercizio altrui. Una volta non ho resistito e gli ho sibilato "parti!", ma non mi piace agire in questo modo perchè mi sembra di essere un po' str***a e anche presuntuosa. Per gli stessi motivi, esito a parlarne con l'istruttore, ma è brutto dovere subire solo perchè "tanto siamo delle schiappe e cosa vuoi pretendere?"....(le virgolette sono mie). Suggerimenti?

ah, meno male! Cominciavo già a pensare "vuoi vedere che questo è uno dei miei istruttori?.. Uno di quelli che mi bacchettano senza pietà al corso?"
ahahah scherzo! tongue

Comunque ogni tanto a Motta ci vado, perchè il nuoto libero costa pochissimo e il mio bimbo entra gratis!....

Vado a Oderzo

kayl ha scritto:

a una signora che fa il corso con me hanno rubato il bagnoschiuma! non era neanche uno costoso.. non so che dire!

A me è capitato di andare in piscina con una felpa, i fuseaux e il cappotto sopra (per fortuna). Quando mi dovevo rivestire, i fuseax erano scomparsi. Se non avessi avuto il cappotto (lungo), non sarei potuta uscire!
Sono andata a casa in mutande!
Da quella volta non lascio neanche un capello fuori dall'armadietto.

7

(19 risposte, pubblicate in Domande e dubbi sulla tecnica del Nuoto.)

Accertata quale dovrebbe essere la posizione canonica di ginocchia e caviglie, io soprattutto mi chiedo: ma è possibile avere una buona propulsione anche con una gambata scorretta? Me lo chiedo perchè effettivamente anche a me pare che molti (nuotatori amatoriali come me) non siano perfetti nell'esecuzione, tuttavia riescono a spostarsi abbastanza efficacemente... La cosa mi fa una gran rabbia, perchè io proprio con la sola gambata non vado da nessuna parte e fare una vasca a rana è come farne 5 di fila a stile (di fatica, intendo...).
Io sono abbastanza convinta di non riuscire a tenere i piedi a martello nel momento decisivo, mentre controllare la questione ginocchia/caviglie mi sembra (relativamente) più semplice.

8

(46 risposte, pubblicate in Quinto stile)

Ciao a tutti. Frequento regolarmente i corsi di nuoto e sono in seconda corsia (programma medio: circa 30 vasche a lezione di 45').
Qualche giorno fa l'istruttore ci ha proposto di provare la partenza a dorso dal blocco, con tutte le istruzioni del caso. Diversi mesi prima, un'altra istruttrice ci aveva già fatto esercitare su queste partenze e da allora ho sempre cercato di spingermi bene, riuscendo a incunearmi abbastanza nell'acqua, tanto che aiutandomi con la gambata a delfino arrivo in subacquea almeno fino alle bandierine. L'altra sera sono arrivata addirittura oltre.....apriti o cielo! Io e un altro compagno di corso siamo stati redarguiti con discorsi del tipo "ma cosa andate a complicarvi la vita....non dovete andare a fondo....sono cose che fanno i nuotatori avanzati e non si fanno in seconda corsia....restate a pelo d'acqua!".
Sono d'accordo che gli istruttori, in quanto tali, ne sanno sicuramente più di me ma, mi chiedo, ha un senso tutto ciò? Mi è sembrato che l'istruttore fosse più che altro preoccupato per una prolungata apnea di persone inesperte, ma a me la cosa non procura sforzo e ci sono rimasta parecchio male, perchè pensavo invece di avere fatto un buon gesto.
Voi che ne pensate?

9

(1 risposte, pubblicate in Presentazioni)

ciao a tutti!
Nuoto da quasi due anni, anche se di anni ne ho pochi meno di quaranta!...
Mi sono appassionata totalmente a questo sport, e pensare che l'iscrizione al corso me l'ha fatta mio marito come regalo di Natale, e io all'epoca non ne ero stata nemmeno entusiasta.....
Vi seguo da molti mesi sul forum e trovo che il clima di conversazione sia bellissimo e i moderatori veramente competenti.
Prima o poi comincerò anche io a stressarvi con i miei problemi, primo tra tutti LA MALEFICA RANA!!!!
A presto