1

Argomento: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Faccio nuoto da appena tre mesi è sono in difficoltà, ho l'impressione che non imparerò mai!! ho cominciato per risolvere un problema di ernia e mi sto appassionando. Dovrei fare prevalentemente dorso ma, ho grossi problemi con le bracciate, vado a zig zag e mi sbilancio nel tentativo di compiere una bracciata completa e continuata. in pratica a causa di  un eccessivo rollio delle spalle e delle anche, faccio fatica per recuperare la posizione corretta.  AIUTOOOOOOOOOOO  vi prego

smile

Condividi sui social

2

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

non ti preoccupare!!ci siamo passati tutti o quasi wink insisti tanto a rilassarti e a fare scivolamenti dal muro con latesa sott'acqua mentre soffi bene l'aria smile è la base di tutto!! il resto viene dopo che ti sarai rilassato big_smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

E' vero,non devi avere fretta di eseguire le nuotate complete,prima devi migliorare gli equilibri di base di cui parla Marina.
Il dorso a zig-zag generalmente è causato da una eccessivo forza durante l'ingresso della mano nell'acqua,magari fatti un giro nelle discussioni sul dorso,ce ne sono diverse.
Comunque dissento sul fatto che col tuo problema ti tocchi fare soprattutto il dorso (sempre che sia quello il motivo),anche il crawl va benissimo (se non addirittura meglio).

Ciao

Condividi sui social

4

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

grazie mille, la fretta di imparare, fa brutti scherzi.
Sempre riguardo ai dolori alla schiena...trovo molto faticoso effettuare gli scivolamenti laterali con un braccio teso  in avanti e uno lungo il fianco, con la testa fuori, posata sulla spalla. prima di tutto lo trovo faticosissimo e in secondo luogo sento dolore. Ho fatto presente il problema all'istruttore che insiste nel farmeli fare. Non crede al mio dolore pensa che mi arrenda davanti alle difficoltà. Un'altro problema è la sensazione di peso e la fatica nel muovere la gamba sinistra (Causa compressione del nervo e impronta sacco durale L5 S!) la gamba sinistra quando sono un pochino stanca si piega tantissimo. avrei tantissime cose da chiedere ma, poi metto troppa carne sul fuoco. Purtroppo il mio istruttore non ha le risposte che cerco, si limita a dirmi fai tot vasche in questo modo senza consigli e senza correzioni, sottovalutando i miei problemi alla schiena.
Sono felice di aver trovato la vostra competenza, la vostra gentilezza e la vostra disponibilità Grazie

smile

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Spero tu stia scherzando nel dire che ti si accusa di mentire riguardo ai tuoi dolori !!

Il dolore in occasione degli scivolamenti laterali,secondo me indica un eccessivo inarcamento della schiena per reagire ad una situazione di dis-equilibrio.
Perchè in effetti se la posizione viene tenuta correttamente,in modo lineare,problemi non ce ne devono essere.
Quell'esercizio è molto difficile per i principianti perchè si riduce la superficie di appoggio,e il galleggiamento viene messo in crisi,dunque io le prime volte che lo propongo entro sempre in acqua,fornendo un minimo di appoggio alle mani e ai fianchi,e cercando di manipolare l'allievo per fargli sperimentare la posizione corretta.
Traduzione : se provi dolore significa che qualcosa non va nella tua postura durante l'esercizio,e ciò può essere corretto unicamente con un intervento da parte dell'istruttore;quindi delle due l'una,o ti spiega dove sbagli (con le parole),oppure viene in acqua ad aiutarti (con i fatti).

La gamba si piega quando sei stanca,probabilmente per evitare il lavoro al muscolo lombare (deputato alla flessione posteriore della coscia).

Ciao

Condividi sui social

6

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Sempre gentilissimi, consigli sempre utili. grazie.
ora vado alla mia lezione...Speriamo bene. Spero di non bere troppo. smile

smile

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Io ho iniziato da novembre..Il mio consiglio è quello di adottare la tecnica del "relax"...Io col dorso, inizialmente ero molto "meccanica"...Poi mi hanno insegnato a muovermi con leggerezza...O almeno ci provo..ho tanto da imparare!!! :-)

De segun como se mire, todo depende.
Jarabe De Paolo

Condividi sui social

8

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

senza rilassamento nessun può nuotare!purtroppo tutto questo lavoro di messa a proprio agio in acqua nell'adulto è molto sottovalutato...ma è la base di tutto,nessuno stile può essere appreso bene senza padroneggiare certi schemi motori di base... smile datevi tempo,non abbiate fretta e affidatevi all'istruttore,se questo non dà ficucia e sicurezza cambiate senza esitazione wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Grazie Maria Pia (Ti chiami come la mia mamma),
mi sono iscritta a questo sito proprio per ricevere dei consigli preziosi affinchè io possa migliorare le mie prestazioni da neo-nuotatrice.
E' uno sport nuovo che ho intrapreso a 36 anni e sono felicissima dei risultati che sto ottenendo.
In piu' sto seguendo una dieta e quindi Nuoto e Dieta hanno contribuito a diminuire notevolmente il mio girovita.

De segun como se mire, todo depende.
Jarabe De Paolo

Condividi sui social

10

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

divertiti wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

11

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Anche io ho 36 anni! smile
I consigli che trovo quì sono utilissimi, purtroppo non posso affidarmi completamente al mio istruttore perchè, faccio un lavoro con dei turni rotanti e non ho sempre lo stesso giorno libero, e di conseguenza cambio spesso istruttore (ben 5 diversi!)  quindi vado sempre in giorni differenti...  per l'istruttore è difficile seguire i miei progressi e poi uno dice una cosa e l'altro il contrario. Non c'è continuità, chi da importanza alla qualità e chi purtroppo solo alla quantità.
Per quanto riguarda gli scivolamenti laterali, riesco  solo da un lato, dall'altro,  mi fa male il gluteo dove ho la compressione dell'ernia!
Grazie per l'incoraggiamento, mi ci vuole proprio.

smile

Condividi sui social

12

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Scusatemi ma, mi sono resa conto che sono andata fuori tema...si parlava di DORSO. Ci sarebbero mille domande da fare è mi sono persa per la troppa voglia di comunicare il mio stato d'animo. un mix di emozioni entusiasmo e paura di non imparare. mi sento così impacciata e goffa.
Tornando al dorso, come si può evitare di andare storti? come dare la direzione giusta? e soprattutto, alcuni istruttori mi fanno fare la rotazione del braccio, senza mai piegarlo, mentre nei vostri video, ho visto il contrario...può essere che sia un insegnamento iniziale che verrà corretto in seguito quando si acquista una tecnica migliore.  Io credo che se si impara in un modo è difficile poi correggere... ho preso un granchio?

smile

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Le differenze tra gli istruttori sono normalissime,a patto che siano limitate ai metodi,nel qual caso sono una vera ricchezza.
Se invece si tratta di differenze nel caratterizzare gli obiettivi allora non ci siamo proprio,e la responsabilità è dei dirigenti che non promuovono un chiarimento interno tra gli istruttori,in assemblee tecniche.
Ogni istruttore può scegliere la strada che preferisce,però tutte dovranno portare verso la stessa destinazione,senza fare confusione agli allievi.

Per andare diritti a dorso è necessario (agli inizi) applicare molta poca forza nelle bracciate,per evitare di disperdere la forza in modo improprio nella fase iniziale,caratterizzata da una dinamica poco congrua della spinta;devi limitarti a prendere l'acqua e ad accompagnarla dolcemente verso i piedi.

La questione se piegare le braccia o meno durante la spinta,nella nuotata grezza,è oggetto di dibattito e non stupisce la differenza di metodo tra istruttori.
Io sono tra coloro che come te pensa che è meglio non solidificare comportamenti che poi in seguito andranno cambiati,però la questione è complessa e non devi perdere fiducia in un istruttore che invece utilizza un metodo diverso.
La mia posizione è che sia una cattiva idea dire che devi per forza piegare il braccio,ma al tempo stesso che lo sia anche dire che lo devi per forza tenere diritto.
Io preferisco evitare di dare indicazioni precise e porre il problema in termini di azione da compiere,che verrà risolta in modo personale e naturale,puntando l'attenzione su altre cose molto più importanti quali la continuità,la testa ferma e il ruolo attivo delle spalle invece che delle mani.......e poi intervenire sulla subacquea in modi diversi per casi diversi,adattandomi alla situazione.

A questo proposito ti indico una discussione sul dorso che forse può interessarti:
http://www.nuotomania.it/public/forum/upload/viewtopic.php?id=681&p=2
però ti avverto che in alcuni punti è molto tecnica,improntata spesso sulla didattica,dunque leggila con beneficio d'inventario e ricorda che il tuo obiettivo primario è un dorso molto grezzo,e molto lontano dalle nuotate descritte nella discussione.

Ciao

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Fritz, cosa intendi per storta?
Perchè se intendi storta nel senso che non riesci a seguire la vasca senza andartene dall'altro lato, basta semplicemente fissare un punto in alto e sara' quello che ti portera' nella retta via!!=)

De segun como se mire, todo depende.
Jarabe De Paolo

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Sì,quando si nuota lo sguardo deve restare fisso,perchè la testa è il timone.

Condividi sui social

16

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Si con storta, intendevo che finisco nell'altra corsia e mi scontro con le persone in vasca con me. Prendo certe botte...!!! proverò a fissare un punto, però mi sorge un altro dubbio sulla posizione della testa...devo tenere il mento verso il petto o rilassarmi un pochino più indietro? L'istruttore dice di tenere il mento verso il petto,  ma, così mi si contraggono i muscoli cervicali e dorsali. sono rigida!

smile

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Due regole:
giù le orecchie (mettile dentro l'acqua)
giù il mento (senza fare uscire le orecchie)
Lo sguardo risultate NON è verso i piedi con mento verso il petto,ma è verso il soffitto leggeremente avanti.

Ciao

Condividi sui social

18

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Grazie mille, alla prossima lezione metterò in pratica.
Ciao

smile

Condividi sui social

19

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

nella discussione aperta sul dorsotrovi tantissmi consigli ed esercizi da fare!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

20

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Altra curiosità: con un'ernia del disco posso imparare le virate? se si quali? (so che è presto per parlare di virate ma, vorrei essere informata in anticipo prima di far danni) Stesso domanda per i tuffi, posso farli? Ho sentito dire che con un ernia sono pericolosi...ma si dicono tante cose, vorrei sapere cosa mi dite voi? Ultima domanda: mi sono accorta che sento più dolore nella gamba, dove c'è la compressione del nervo, quando nuoto il dorso che quando faccio lo stile, nonostante per alleviare i sintomi mi sia stato consigliato proprio il dorso.  Grazie in anticipo. sempre gentilissimi

smile

Condividi sui social

21

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

fritz ha scritto:

Altra curiosità: con un'ernia del disco posso imparare le virate? se si quali? (so che è presto per parlare di virate ma, vorrei essere informata in anticipo prima di far danni) Stesso domanda per i tuffi, posso farli? Ho sentito dire che con un ernia sono pericolosi...ma si dicono tante cose, vorrei sapere cosa mi dite voi? Ultima domanda: mi sono accorta che sento più dolore nella gamba, dove c'è la compressione del nervo, quando nuoto il dorso che quando faccio lo stile, nonostante per alleviare i sintomi mi sia stato consigliato proprio il dorso.  Grazie in anticipo. sempre gentilissimi

Più di 10 anni fa dovevo essere operato per un'ernia al disco ma grazie ad un chiropratico ho risolto il problema e soprattutto mi sono avvicinato al nuoto anch'io con i tuoi stessi problemi.Ora nuoto a stile , a dorso con virate e rana molto distesa.Non escludo in futuro di voler provare il delfino.Purtroppo il nervo sciatico  ha bisogno di un po' di  tempo  prima che si sfiammi del tutto  ma abbi fiducia vedrai che il nuoto diventerà prima una buona terapia e successivamente "un'ottima malattia".Ciao

Condividi sui social

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

fritz ha scritto:

Altra curiosità: con un'ernia del disco posso imparare le virate? se si quali? (so che è presto per parlare di virate ma, vorrei essere informata in anticipo prima di far danni) Stesso domanda per i tuffi, posso farli? Ho sentito dire che con un ernia sono pericolosi...ma si dicono tante cose, vorrei sapere cosa mi dite voi? Ultima domanda: mi sono accorta che sento più dolore nella gamba, dove c'è la compressione del nervo, quando nuoto il dorso che quando faccio lo stile, nonostante per alleviare i sintomi mi sia stato consigliato proprio il dorso.  Grazie in anticipo. sempre gentilissimi

Ma noi infatti te lo avevamo detto che il crawl ti avrebbe datto meno problemi del dorso (che continua a essere proposto a sproposito come panacea anche quando c'entra come i cavoli a merenda,boh,mistero).
I tuffi effettivamente sono molto pericolosi,non per le spanciate,ma perchè per farli bene,nella fase subacquea potresti inarcare di colpo la schiena e spezzarti in due come il Titanic.
Le virate potrebbero darti qualche fastidio,oppure no,dipende....

Ciao

Condividi sui social

23 (modificato da ippocampo 01-03-2010 10:01:33)

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Anche io ho problemi di schiena (2 discopatie a livello lombare), ed anche a me, tutti i diversi specialisti dai quali sono andata, mi hanno sempre e solo consigliato il dorso (?) ....ma ormai ho imparato ad ascoltare il mio corpo, sento che sto molto meglio a nuotare a crawl e faccio soprattutto quello! Poi vario in tutti i modi possibili, l'importante, specie per i principianti, è curare una buona tecnica wink

Condividi sui social

24

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

smile esatto

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

25 (modificato da Lele 03-03-2010 13:13:39)

Re: Bilanciamento del corpo nello stile dorso

Ciao ragazzi/e dopo 7-8 tira e molla ho ripreso ed è sempre più difficile ogni volta che riprendi, ma a parte questo volevo chiarire una ulteriore cosa di questo benedetto dorso.  A parte la posizione e la sincronizzazzione che bene o male credo sia giusta pensavo alla velocità, cioè se lo faccio lentamente affondo e devo fare più fatica per svincolare le spalle e il braccio per la rotazione, cioè mi sento molto più avvolto dall'acqua e meno libero di ruotare il braccio se aumento la velocità galleggio di più e faccio un pò meno fatica a ruotare le braccia solo che il dorso veloce ti distrugge. Anche a crawl se vai piano affondi ma sei girato dall'altra parte e le spalle non compiono una rotazione completa in quanto la punta delle dita entra in acqua e si distende il braccio nell'ultimo tratto, ameno è una mia sensazione. Guardando poi un video didattico ho visto che il nuotatore ruota completamente il busto per portare fuori dall'acqua la spalla ma oscilla molto io dal vivo in piscina ho visto genete che ha una rotazione pazzesca della spalla e oscilla molto poco quindi come funziona?? smile

....io preferisco nuotare....

Condividi sui social