1

Argomento: Gambe a stile libero

Innanzi tutto mi scuso se non ho visto un topic generale riguardo il problema della gambata a stile, che so essere molto diffuso: sono nuovo del forum e non sono riuscito a trovarlo.
Ho 17 anni e nuoto da molto tempo, anche se solo recentemente mi sono reso conto di avere problemi nello stile libero. Ho un buon fiato, tuttavia non riesco a scendere sotto i 5 minuti nei 400 stile (che per quello che nuoto, mi sembrerebbe un risultato più che ragionevole) e non penso che questo dipenda dal fatto che non faccio palestra. Il mio allenatore non ha trovato grandi soluzioni, quindi chiedo aiuto a voi:
1) quando faccio la respirazione guardando verso destra tendo ad alzare un po la testa e a guardare avanti prima di ruotare la testa per respirare e non muovo molto le gambe, mi trascino quasi solo a bracciate;
2) quando invece respiro verso sinistra (lato meno forte) muovo molto di più le gambe e respiro in un modo che mi sembra più corretto... peccato che rallento di molto rispetto all'altro lato, lo dimostra il fatto che nei 50 respirati solo a destra faccio sui 30, in quelli solo a sinistra sui 35...

Faccio molta fatica a battere le gambe sia all'andata che al ritorno, in particolare durante la respirazione dove mi sembra proprio di avere una posizione storta e di perdere completamente l'assetto... insomma tantissimi errori in un sol colpo!

Spero di essermi spiegato... se non si capisce qualcosa ditemelo!

Condividi sui social

2

Re: Gambe a stile libero

ma guarda che c'è gambe stile wink come discussione smile
ma più che ocn le gambe mi sembri avere problemi coordinativi ocn la nuotata in generale:ti invito a leggere le discussioni sullo stile libero wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

La prima cosa che devi fare é farti filmare da qualcuno da differenti angolazioni,e poi di osservare bene quello che fai.
Perché spesso le impressioni che abbiamo sono false.
Poi chiedi al tuo allenatore di commentare gli errori.

Ciao

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Stefano.
Giorni fa ho letto un tuo post in cui dicevi che, dopo un primo periodo diciamo didattico per acquisire sensibilità, coordinazione e giusto movimento della gambata; si passa ad un livello superiore riguardo agli esercizi gambe stile. Ho capito bene? E se si, quali sono questi esercizi?

Ho girovagato, un pò per la verità, ma non ho trovato sto benedetto post.

Ciao e grazie

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Non ho capito bene:hai letto un post e ora non riesci più a trovarlo ?

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Stefano.
Ho provato gambe crawl in apnea, ebbene riesco a percorrere 12,5 mt!=(

Questo la dice lunga sul problema fiato.

Ti chiedo: va bene se dedico un 25% dell'allenamento a questo esercizio o ci sono controindicazioni?

Ciao.


P.S.: ti ho inviato una mail, è ancora attivo il tuo indirizzo?

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Si è ancora attivo,solo che non riesco a connettermi sempre,e anche se lo faccio non è detto che possa rispondere subito (col palmare),ma devo aspettare la sera terminato sia il lavoro sia l'allenamento.

No controindicazioni non ce ne sono,solo cerca di non esagerare e quando senti che è il caso cambia lavoro.
Mezza vasca in apnea per molti è pura fantascienza.

Ciao

PS
Esercizi e consigli per le gambe,sia la didattica sia lo sviluppo sia il potenziamento,ne ho postati diversi;prova a cercare la funzione di ricerca scrivendo gambe oppure gambata (o simile) come parola chiave,magari non solo per le discussioni ma anche per i singoli messaggi (nel caso se ne parli fuori tema in alcune discussioni,come capita spesso).

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Si gli esercizi e consigli del forum li ho scaricati tutti, ci sto lavorando da Pasqua, mi manca rana e delfino per completare l'archivio.

Mi hai dato buone notizie. Grazie

Oggi mi sono fatto male in allenamento mentre eseguivo gambe rana. Ho dato una frustata un pò troppo violenta e mi duole il ginocchio sx (il dx è già andato per via del tennis), ho messo del ghiaccio, ora va un pò meglio, domani sarà peggio, lo so. Stasera non riuscivo a schiacciare il pedale della frizione.

Ciao a tutti

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

9

Re: Gambe a stile libero

Marioaversa ha scritto:

Oggi mi sono fatto male in allenamento mentre eseguivo gambe rana. Ho dato una frustata un pò troppo violenta e mi duole il ginocchio sx (il dx è già andato per via del tennis), ho messo del ghiaccio, ora va un pò meglio, domani sarà peggio, lo so. Stasera non riuscivo a schiacciare il pedale della frizione.

Ciao a tutti

accipicchia mi dispiace sad spero che ti rimetterai presto wink

Ciao

Condividi sui social

10

Re: Gambe a stile libero

Scusate, sono nuovo. Uso questo post perchè la mia domanda riguarda le gambe stile.
Innanzitutto complimenti: avete fatto più voi in una settimana che la mia istruttrice che in 3 o 4 mesi senza correzioni.
Per migliorare la gambata a stile ho iniziato a fare scivolamenti e ho provato oggi a fare gambe stile laterale. Domanda: ma quest'ultimo esercizio va fatto stando completamente sott'acqua o la testa sta fuori, appoggiata al braccio sul pelo dell'acqua? Oggi mentre lo facevo (senza tavoletta) mi sono accorto che non mi era chiaro...

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Ciao Daniele. Benvenuto
Braccio leggermente immerso in direzione dell'ascella, bacino alto, io mi diverto ad avere un occhio immerso e l'altro no.
Ma Stefano sarà più preciso.

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

12

Re: Gambe a stile libero

Ah ecco... perché alla fine  mi trovavo col braccio steso e mezza testa sotto e mezza sopra. E poi... come respiri?? Comunque anche così mi sono reso conto in alcuni momenti (veramente magici!) che avevo un assetto diverso. é stato fantastico!

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Devi stare col peso completamente in appoggio all'acqua,con la guancia e l'orecchio immersi ma viso e bocca fuori;si respira normalmente perchè il viso appunto non si immerge.
Poi nessuno ti impedisce di provare a farlo anche completamente immerso a mezzo metro sotto alla superficie,magari prova con le pinne.
Le gambe in subacquea permettono di avere informazioni cinestesiche più complete,fiato permettendo.

Ciao

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Stefano
Pensavo di sostituire gli eserczi gambe senza tavoletta con stile alternato applicando alle gambe progressioni negative o positive.  In questo modo esercito le gambe e nello stesso tempo richiamo un pò di tecnica nella bracciata.

Grazie

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

15

Re: Gambe a stile libero

mentre si collega stefano scrivo io:
ALTERNATO TI FA NUOTARE SINCOPATO!Evita tutto quello che interrompe la fluidità dell'azione...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

marina ha scritto:

mentre si collega stefano scrivo io:
ALTERNATO TI FA NUOTARE SINCOPATO!Evita tutto quello che interrompe la fluidità dell'azione...

Quando si dice: domandando non si sbaglia mai! smile

Grazie

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

marina ha scritto:

mentre si collega stefano scrivo io:
ALTERNATO TI FA NUOTARE SINCOPATO!Evita tutto quello che interrompe la fluidità dell'azione...

La continuità non è un valore assoluto come ho sentito dire a volte,ma ci va molto vicino.
Quoto.

Condividi sui social

18

Re: Gambe a stile libero

concordo smile i va molto vicino nei nuotatori non evolutissimi smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Non penso sia mai stato trattato: parlo della frequenza di battuta da utilizzare in allenamento.
Mi spiego: dedico una 15' agli esercizi gambe e senza tavoletta, faccio vasche con ritmo sostenuto di battuta ed altre ad un ritmo più blando, cercando di sentire l'acqua. Sbaglio o posso proseguire così?

Ciao a tutti

P.S.: qui a Reggio si boccheggia, siamo a 35 gradi!! Meno male che in pausa pranzo mi metto in ammollo!!

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Variare l'intensità va benissimo,sia della forza applicata sia della frequenza,aiuta a svilupparla meglio.
La regola sarebbe che maggiore è la fatica,tanto più breve deve essere il tempo nuotato a quella intensità e maggiore il riposo.
Esistono anche altre combinazioni tra intensità-riposo-frazionamento,ma sono più adatte agli agonisti.

Ciao

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Volevo condividere con voi un esercizio semplice ma utilissimo consigliatomi da Stefano al mare.
Si tratta di andare gambe stile con braccia distese e SENZA tavoletta ed aiutarsi con le braccia (ma giusto un accenno, disegnando due cerchi in acqua) per respirare.
Le sto provando da un paio di settimane e le prime volte mi affaticavo perchè ero rigido ma adesso mi aiuta nel rilassamento, addirittura eseguo questo esercizio nella 3° parte dell'allenamento. Oggi ho anche variato l'intensità di battuta: 1/3 vasca battuta lenta, 1/3 battuta veloce, 1/3 di nuovo lenta.
Provatelo, ha una duplice funzione: di rilassamento e scioltezza delle gambe. E credo che migliori anche il galleggiamento.

Ciao ed il solito grazie a Stefano.

PS: prima impiegavo 60" per una vasca da 25 mt, oggi ho impiegato 38"!!! E CI DEVO ANCORA LAVORARE MOLTO!!!

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

22

Re: Gambe a stile libero

Ahh io sono una potenza con questo esercizio! wink
Eppure le prime volte ero lentissima, nel mio caso non c'è stato un miglioramento graduale ma più un "illuminazione" sul come muovere le gambe!
Qualche volta ci hanno fatto fare anche questo esercizio con le braccia lungo i fianchi e la respirazione laterale, è più pesante ma lo trovo pure utile!

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Marioaversa ha scritto:

Volevo condividere con voi un esercizio semplice ma utilissimo consigliatomi da Stefano al mare.
Si tratta di andare gambe stile con braccia distese e SENZA tavoletta ed aiutarsi con le braccia (ma giusto un accenno, disegnando due cerchi in acqua) per respirare.
Le sto provando da un paio di settimane e le prime volte mi affaticavo perchè ero rigido ma adesso mi aiuta nel rilassamento, addirittura eseguo questo esercizio nella 3° parte dell'allenamento. Oggi ho anche variato l'intensità di battuta: 1/3 vasca battuta lenta, 1/3 battuta veloce, 1/3 di nuovo lenta.
Provatelo, ha una duplice funzione: di rilassamento e scioltezza delle gambe. E credo che migliori anche il galleggiamento.

Inoltre ha il vantaggio di stimolare lo sviluppo percettivo delle braccia nella prima parrte della passata,la presa di acqua.
Invece quello descritto da Laurablu serve a sviluppare i requisiti per ottimizzare il rollìo.

Condividi sui social

24 (modificato da Cirone Furioso 25-09-2010 08:51:11)

Re: Gambe a stile libero

Torno a ribadire il concetto che già Stefano ha esposto diverse volte che nella mia personale esperienza, spesso, laddove accuso delle lacune, riscontro prima o poi una carenza muscolare.
Come già detto, il corpo cerca di compensare, e succede che continuiamo a esercitare movenze non dico scorrette, ma poco efficaci solo perché ci viene spontaneo utilizzare fasce muscolari più esercitate.
Io me ne sono accorto distintamente nella bracciata: ho recepito che non spingevo bene fino in fondo perché i tricipiti erano pigri.
Mi sono sforzato sul tricipite, all'inizio era una mezza tortura, ma poi le fasce muscolari si sono svegliate, e come per magia sento che la bracciata mi risulta più efficace.
Sto cercando di applicare lo stesso principio sulla gambata: mi sono accorto che, anche nel camminare, i quadricipiti tendono a fare la maggior parte del lavoro.
Ho pensato, correggetemi se sbaglio, che forse la mia gambata è poco efficace (a stile) perché i bicipiti (femorali!!!) sono pigri, e che forse il movimento sarebbe stato più produttivo se li avessi usati di più.
Forse è una specie di mania, ma ci faccio caso e me ne accorgo in tanti casi: ad esempio facendo le scale, specie facendo i gradini due per volta, o anche correndo. Mi accorgo di avere ancora tanto margine di lavoro in più che i bicipiti femorali, pigri, si astengono dal fare.
Penso che stia funzionando: l'altro giorno ho fatto 12 vasche solo gambe (3 SL, 3 RANA, 3 SL, 3 RANA), cosa che fino a qualche tempo fa mi sarebbe stata impensabile.
Fermo restando il punto fermo, anche qui correggetemi, ma penso di dire quasi un ovvietà, che l'assetto di galleggiamento deve essere ben impostato.
Alla fine, la mia grande lacuna resta sempre una sostanziale mancanza di acquaticità.
Per intanto, io nuoto...

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

Re: Gambe a stile libero

Ciro
ed è questo uno dei motivi per frequentare, almeno 2 volte a settimana, palestra. Quest'anno ho richiesto al trainer di eseguire esercizi mirati per il nuoto e pensavo che come muscolatura di gambe non avessi problemi per i trascorsi tennistici, invece mi sbagliavo di grosso! I muscoli ci sono ma utilizzati male!

E' vero che nella gambata STILE entrano in gioco tutti i muscoli ma, se non sbaglio, si sentono i "bicipiti femorali" quando si esegue correttamente gambe dorso, mentre nelle gambe stile si sentono i quadricipiti femorali. Dico questo perchè, se senti i bicipiti, può darsi che sbagli qualcosa. Ma di tutto questo sentiamo i web-trainers smile

Per l'acquaticità e sensibilità, si migliorano con le "ore di volo". Quindi un motivo in più per stare più tempo possibile immersi big_smile

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social