1

Argomento: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao, sono nuovo del sito. Anch'io sono stato vittima di consigli che riguardavano prevalentemente i km da percorrere e non la tecnica. Fatto sta che data la mia forse limitata acquaticità e/o scarsa tecnica, e/o non so cos'altro, non riesco più a migliorarmi, e a divertirmi.
Purtroppo a causa del mio lavoro, non riesco ad organizzarmi per lezioni private o di gruppo.
Alcuni miei amici, che incontro alle gare di triathlon, mi hanno parlato molto bene del metodo Total Immersion, che porterebbe ad una maggiore efficienza della bracciata limitandone il numero, e promuovendo un sistema apparentemente meno stancante.
Personalmente non sono schiavo dei tempi. Vorrei solamente essere più "fluido" e più "tecnico", ciò che oggi non mi riesce. Non ho premesso che nuoto quasi esclusivamente a stile, e che per la nuova stagione mi piacerebbe sviluppare di più anche gli altri stili, soprattutto il delfino.
Anche se mi vergogno un pò, potrei postare un paio di video per farmi vedere, e sapere cosa ne pensate.
Vi saluto
Ciao

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

2

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

non conosco il metodo di cui parli,mi spiace!
ma aspettiamo i tuoi video per commentarli insieme e non c'è proprio nulla di cui vergognarsi a mettersi in discussione per migliorare!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao.
Ho caricato i video. Questi sono i link.
Fatemi sapere cosa ne pensate.
Vi ringrazio ancora e vi mando un saluto emiliano.
Ciao

http://www.youtube.com/watch?v=suRav54tpzU

http://www.youtube.com/watch?v=hOT_2idyLn4

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Benvenuto Giorgio.

Dove ti alleni?

Purtroppo sono fuori Reggio Emilia e con il palmare non riesco a vedere i video.

Ciao

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Abito in provincia di Reggio Emilia, ma nuoto vicino al posto di lavoro, zona bassa mantovana.
Ciao

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

giorgio ha scritto:

sono nuovo del sito. Anch'io sono stato vittima di consigli che riguardavano prevalentemente i km da percorrere e non la tecnica.
Anche se mi vergogno un pò, potrei postare un paio di video per farmi vedere, e sapere cosa ne pensate.

siamo coetanei: ma io ho conosciuto il nuoto e in generale lo sport da meno di 5 mesi quindi ovviamente non posso giudicare.

vorrei solo dirti che non bisogna vergognarsi di voler imparare: semmai dovrebbero vergognarsi tutti quelli che vogliono INSEGNARE il nuoto senza averne le capacita' e/o la pazienza e/o la passione, anche se quest'ultima non si puo' inventare...
se vuoi migliorarti in questo forum potrai solo avere il massimo rispetto: qua' hai trovato il luogo piu' idoneo dove avere il supporto che ti occorre.

come dice spesso il Mario: prima di nuotare bisogna imparare a nuotare. E anche tu sembri averlo capito bene.
l'importante e' MAI arrendersi davanti alle difficolta' senza almeno provare e riprovare milioni di volte   big_smile
quindi, buone vasche   tongue

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Giorgio
Vivo a Reggio ma ho sede lavoro Reggiolo, mi alleno in pausa pranzo a Novellara, se hai bisogno mi trovi in piscina dalle 12 alle 13,30.

Ho dei colleghi che nuotano a Pegognaga o a Suzzara o a Moglia.

P.S.: da settembre mi alleno anche di sera alla Comunale di via Melato.

Ciao e benvenuto in famiglia

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Primo video,
non è che si veda un granchè,però dalla prima spinta dal muretto fatta a testa quasi fuori deduco che ti manca una buona base tecnica sugli scivolamenti.
Consiglio 1:lavoraci,perchè sono fondamentali per migliorare la percezione del proprio corpo (tutto) nello spazio e sviluppare ottimi equilibri di base (da cui minore resistenza all'avanzamento)
Poi noto che ti manca una buona coordinazione di gambe,le quali lavorano a casaccio per puntellare il corpo di qua e di là in modo improprio,e forse deriva da una carenza degli equilibri di base come dicevo prima.
Consiglio 2:lavora sulle gambe,magari inserendole negli scivolamenti;cura di tenerle unite (hai le cosce allargate) e di muoverle ritmicamente e simmetricamente.
Consiglio 3 lavora sulla loro coordinazione con le braccia:parti con le gambe (due secondi) poi senza perdere il ritmo e la simmetria infilaci le bracciate,ma senza respirare (mezza vasca).

Secondo video,
si vede meglio e plaudo alla scelta di filmarti anche lateralmente.
Conferma le impressioni che avevo avuto:le braccia lavorano abbastanza bene e forniscono una spinta dignitosa,però la nuotata è disturbata da trascinamenti laterali che apparentemente sembrano imputabili alla testa (che non resta abbastanza ferma e oscilla lateralmente) o ad un incrocio del lavoro di braccia......però penso che la causa primaria sia quella carenza di equilibrio di cui parlavo sopra.
Consiglio  4:quando fai le sessioni di coordinazione in apnea,abbi cura di fissare la striscia nera sott'acqua,in modo da tenere la testa diritta e ferma senza irrigidire i muscoli del collo.

Attenzione:non è una cattiva nuotata,ho solo elencato i punti principali su cui ti farei lavorare per migliorarla.

Ciao

Condividi sui social

9

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

concordo:devi lavorare sugli scivolamenti sia singoli che con la battuta di gambe.falli anche lateralmente...
la testa è troppo alta e rigida e durante la respirazione togli il viso dall'acqua,cosa che ti fa perdere molta fluidità...ho l'impressione,non ne sono certa che non soffi bene sott'acqua:soffia tutta l'aria!!
la bracciata è efficace ma un po'sincopata:è quasi alternata,concentrati a mantenere l'oppositività delle braccia e bada bene a non incrociarle:quest'ultima cosa è facile da correggere:basta guardate il braccio che entri lontano,non sulla fronte:prendi l'acqua più lontano che puoi immanìginando la il braccio un prolungamento della spalla...
le gambe sdevono essere quasi unite,le tieni lontane e tendi a bloccarle, per il difettto della testa di cui sopra, mentre respiri:invece lavorano sempre a prescindere dal lavoro dellle braccia...
comunque,se prendi coscienza di questi errori,avrai ampli margini di miglioramento!buon lavoro!!aspettiamo altri video...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

10

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao
grazie per i commenti, che effettivamente dimostrano i miei difetti principali. Mi spiego:
1. se faccio ripetute sui 100 giro mediamente sui 1'35" / 1'40" usando il pull e senza fare troppa fatica, mentre se non lo uso faccio una gran fatica a girare sui 1'50"
2. usando il pull non ho il problema di preoccuparmi delle gambe, e in questo modo riesco a coordinare meglio bracciata e respirazione
A questo punto vi chiedo:
- Le gambe vanno tenute proprio unite durante la gambata ? Quando devo dare il colpo deve essere come una frustata ? In pratica devo dare molta forza ?
- Allenandomi per distanze variabili tra i 750 e i 1900, mi suggerite di allenarmi per effettuare 2 gambate per ogni ciclo di bracciata ?
- Mi allenerò sugli scivolamenti e vi farò sapere. Se pensate che ci possano essere altri esercizi utili li aspetto con piacere.
- Mi interessa infine la questione della bracciata. La mia bracciata viene sostanzialmente da un istruttore che diceva testualmente
"Se tu cerchi "l'acqua avanti" col braccio fuori dall'acqua, ottieni due risultati: affondano le gambe, e il gomito quando vai in presa è più basso della mano. Cioè stai nuotando "in salita" offrendo una superficie frontale enorme che genera tantissimo attrito.
Bisogna invece entrare in acqua presto, in modo tale da "infilarsi" nell'acqua dall'alto verso il basso e per far sollevare il sedere e le gambe, quindi la mano non prende subito l'acqua, ma scivola in avanti"
Cosa ne pensate ?

Ciao, grazie ancora e scusate per le tante domande.

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

11

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao Mario
visto dove lavori, ci potremmo mettere d'accordo per nuotare in pausa pranzo a Guastalla.
Ciao e grazie per il benvenuto

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Le gambe vanno unite ma non è che devi startene strizzato come se ti scappassse la pipì.
Il colpo deve essere soprattutto fluido,non occorre che imprimi una gran forza,altrimenti succede che calci solo verso il basso,invece la gamba deve anche tornare su agevolmente;prova un pò in tutte le forme:si chiama metodo del contrasto e ti permette di ottenere molte informazioni paragonando diversi sistemi di azione.
Non stare a contarle,altrimenti non riuscirai mai a farle in modo naturale,limitati a pensare "più forte-meno forte" e "più veloce-meno veloce"
Di esercizi utili ce n'è un monte,leggi un pò in giro (usa la funzione di ricerca).

ha scritto:

La mia bracciata viene sostanzialmente da un istruttore che diceva testualmente
"Se tu cerchi "l'acqua avanti" col braccio fuori dall'acqua, ottieni due risultati: affondano le gambe, e il gomito quando vai in presa è più basso della mano. Cioè stai nuotando "in salita" offrendo una superficie frontale enorme che genera tantissimo attrito.
Bisogna invece entrare in acqua presto, in modo tale da "infilarsi" nell'acqua dall'alto verso il basso e per far sollevare il sedere e le gambe, quindi la mano non prende subito l'acqua, ma scivola in avanti"
Cosa ne pensate ?

sad
Posso avere la domanda di riserva ? hmm

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Stefano, inizia a prendere appunti:
La gambata stile è la prima cosa che mi dovrai controllare. Ho ancora le gambone da tennista però mi sto sciogliendo!! Credo

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

14

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

neanch'io ho capito bene cosa vuol dire la tua ultima domanda...
posso solo consigliarti di mantenere un'azione globale privilegiando l'intensione di prendere acqua lontano e spingerla sui piedi wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

15

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

ok. da lunedi vedo di concentrarmi su questi ultimi punti. penso che il fatto di nuotare più veloce (e facendo meno fatica) con il pull sia effettivamente indice di qualcosa che non va. Vero ?

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

marina ha scritto:

neanch'io ho capito bene cosa vuol dire la tua ultima domanda...
posso solo consigliarti di mantenere un'azione globale privilegiando l'intensione di prendere acqua lontano e spingerla sui piedi wink

No io invece l'avevo capita,ma non mi andava di dare una risposta antipatica dicendo chiaramente cosa ne pensavo.
Giorgio,quello che ti ha consigliato Marina è corretto ed è il contrario di quello su cui ci domandavi un parere.
Sostenere che per riuscire a tenere il gomito alto si debba prendere l'acqua vicino alla testa,e poi allo stesso tempo consigliare di allungare il braccio sott'acqua dopo l'ingresso (questo si che abbassa il gomito rispetto alla mano) è una stupidaggine.
Dovunque entri la mano,appena è sotto al pelo dell'acqua,la prima cosa da fare è agganciare acqua e tirare,dunque deve raggiungere il più velocemente possibile il punto più basso di quella che è la passata sub (per posizionare la mano SOTTO al gomito;altro che farsi un giretto in avanscoperta in senso opposto a quello verso cui dovrebbe spingere.

Ciao

Condividi sui social

17

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao. Oggi ho fatto esclusivamente esercizi tenedo conto dei vostri consigli. Sono uscito dopo 2000 m ed ero veramente stanco. Mentre nuotavo mi sono venute in mente altre domande:
1. intanto ho trovato questo video di Phelps http://www.youtube.com/watch?v=ax77_hHq9Dc
guardando bene la nuotata non sembra che in effetti lui non tiri appena entrato in acqua ? ha tutto il tempo per iniziare
prima ad andare in presa, tuttavia aspetta... Perché ? Sembra quasi che aspetti che il suo corpo termini la rotazione, e solo in quel momento, ecco che inizia la bracciata...
2. sarà la forza dell'abitudine, ma ho l'impressione che entrando in acqua presto, dall'alto verso il basso, riesco ad allungare maggiormente la fase di scivolamento. Per contro se vado a prendere l'acqua il più avanti possibile, lo scivolamento proprio non lo riesco a sentire

Comunque sia, volevo dirvi grazie soprattutto per i consigli sulla posizione delle gambe, della respirazione, e dell'equilibrio in generale. Oggi l'allenamento è stato molto positivo.
Grazie.
Ciao

stay hard, stay hungry, stay alive.

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Osservalo bene,ti accorgerai che la sua mano entra in acqua a braccia distese,e che mentre la mano aggancia acqua (dunque non sta ferma e nemmeno trascina il corpo in avanti come tiramolla) quella che si allunga è la spalla.

Ciao

Condividi sui social

19

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

esattp,aspetta che la spalla ruoti e"di scivolare":ma non è un micromovimeto che puoi cercare!
per quanto concerne il pull,aiuta se hai problemi di gambe e/o gallleggiamento,,,usalo come esercizio per la continuità della bracciata...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

bravo, hai trovato un video veramente bello!!
solo una cosa mi hasciato un pò perplesso...
la partenza dal blocco: a me hanno detto di cercare di non andare troppo a fondo, di cercare di entrare e stare il più possibile a pelo d'acqua in modo da non perdere tempo a riemergere, mentre nel video Phelps va bello in profondità!!!
quindi, tralasciando momentaneamente i fenomeni e tornando a noi esseri umani normali, cos'è meglio??
un bel tuffo lungo e profondo pinneggiando? o spanciare un pochettino x rimanere un pelo più a galla e riemeregere al più presto??

la sconfitta

Condividi sui social

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ti rispondo qua:
http://www.nuotomania.it/public/forum/upload/viewtopic.php?pid=18449#p18449

Ciao

Condividi sui social

22

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

...ciao,avrei piacere di ricevere qualche consiglio sul corretto uso del boccaglio da piscina,in quanto vorrei dedicare la prossima stagione invernale al miglioramento della tecnica....a presto!!!

Condividi sui social

23

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

boccaglio???????????????nooooooooooo wink non si usa in piscinaaaa!! big_smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

24

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

solo se fai il sub puoi usarlo (forse tongue )

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

25

Re: Migliorare la tecnica - Propositi prossima stagione

Ciao a tutti!
Scusate se mi intrufolo nella discussione, ma vorrei fare una domanda e non volevo aprire una discussione nuova!
Anch'io come Giorgio ho come proposito per il nuovo anno quello di migliorare la tecnica, anche perchè nuotando e appassionandomi al nuoto ho potuto vedere quanti piccoli particolari siano da tenere in conto per avere una nuotata bella, fluida ed efficace. Sono migliorato molto nel corso di questi due anni, grazie anche ai vostri consigli! smile E, appunto, mi accorgo ogni volta che sono in vasca che c'è sempre qualcosa di migliorare!!
La mia domanda riguarda principalmente la difficoltà che ho nel mantenere una discreta tecnica a stile libero man mano che aumento i metri nuotati. Mi spiego meglio con un esempio: quando nuoto 8x50 metri la tecnica è nettamente migliore rispetto a quando nuoto 2x200 metri. Dopo un tot di vasche (solo 2 o 3, in cui riesco a nuotare tecnicamente non male) comincio ad andare avanti "quasi per sopravvivenza", anche perchè ho acquisito una buona capacità aerobica generale, ma la nuotata ne risente molto. Leggendo una discussione sul sito ho potuto vedere che "nei bambini la resistenza aerobica si sviluppa aumentando il tempo e il volume del totale, con frazionamenti che garantiscano una buona tecnica". Quindi, se non ricordo male, nuotando ad esempio 30x50m invece che 4x400m. Questo può essere un metodo utile anche per un ragazzo (ho 22 anni)?

Grazie in anticipo!
Ste

Condividi sui social