Argomento: Bracciata a stile libero ...

salve a tutti, io faccio piscina e pur essendo destro a stile quando respiro, diciamo che al posto di respirare guardando verso destra come fanno quasi tutti, io respiro verso sinistra..questo magari comporta un calo della mia velocità??

Condividi sui social

2

Re: Bracciata a stile libero ...

assolutamente no!!respira come ti viene meglio,salvo se non ti stai allenando per qualcos'altro...
c'è una discussione su questo che ti invito a spulciare!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

ok grazie ^^

Condividi sui social

4 (modificato da Marioaversa 02-05-2011 23:17:28)

Re: Bracciata a stile libero ...

Stefano
Da quando sto seguendo gli allenamenti per aumentare la velocità di crociera, ho notato un mutamento nella bracciata. Mi spiego: mentre prima la bracciata era lunga e a basse frequenze, adesso mi ritrovo con un braccio disteso e quando l'altro è perpendicolare al corpo, parte l'altra bracciata. Questo mi ha dato più velocità ma anche una frequenza e numero maggiore di bracciate. Questa situazione la ritrovo in tutte le distanze 100, 200, 400, 800 mt .
I tempi sono migliorati ma mi disturba il fatto che mi ha aumentato il numero di bracciate. E' normale questo mutamento nella nuotata, è una fase transitoria o sbaglio qualcosa? Non sò, forse mi sono fossilizzato troppo in quei 10 allenamenti?

Grazie

PS: oggi ho contato 21 bracciate e 18" nei 25mt, considera che ho verificato quasi a fine allenamento e che fino a 2 mesi fa coprivo i 25mt in 22". Il tutto sempre a velocità di crociera, cioè indifferentemente dalla distanza da coprire.

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

Il dubbio sul rapporto bracciate/velocità è venuto oggi anche a me...

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

Il rapporto tempo\ampiezza non è univoco,ma personale e dipendente da tante cose.
Non è che uno debba per forza nuotare sempre e solo facendo meno bracciate possibile,è solo uno dei modi di nuotare per costruire esperienza;a volte occorre invece nuotare in frequenza,che non significa a frequenze le più elevate possibile,ma semplicemente senza il patema ossessivo di fare il minor numero possibile di bracciate,cercando invece una moderata frequenza allo scopo di evitare il rapido decadimento della velocità tipico delle nuotate in ampiezza dove le spinte propulsive sono più distanziate,che risulta energeticamente più dispendioso del costante mantenimento di una certa velocità tipico delle nuotate a spinte propulsive più ravvicinate.
(La riaccelerazione al contrario del mantenimento presenta elevatissimi costi energetici che seguono la legge cubica,dunque esponenziali).

Questo per costruire tutti i tipi di esperienza.
Poi alla fine il nostro sistema nervoso utilizza tutte le sue esperienze per formare la sua nuotata più naturale e fluida,quella che permetta di fare la maggior strada possibile per ogni ciclo,e al tempo stesso ottimizzi la spesa energetica.
Le combinazioni tra questi parametri sono infinite,e cambiano moltissimo al variare delle nostre esigenze (variazione di intensità delle nuotate).

Ciao

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

E' vero Stè, me lo avrai detto UN MILIONE DI VOLTE e ci casco sempre!!!!

Forse mi è rimasto lo spirito competitivo. Cercherò di non perdere più la strada maestra.

Grazie

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

Faccio 14 bracciate sui 25m... si conta solo il giro completo di un braccio giusto? Se no sono 28... >_>

Condividi sui social

Re: Bracciata a stile libero ...

Il tuo 14 indica i cicli completi di nuotata,che nel crawl corrispondono a 28 singole spinte di braccia.
Quindi si,direi che sei a 28.

Condividi sui social

10

Re: Bracciata a stile libero ...

E miiii sad

Condividi sui social