1 (modificato da Cirone Furioso 27-08-2011 10:01:19)

Argomento: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ciao a tutti!

Nel piccolo gruppetto con cui più frequentemente mi ritrovo a nuotare (per altro tutte donne...) ho sempre la sensazione di essere quello che arranca di più.
Io sono ben consapevole di essere un nuotatore mediocre, ma non mi riesce di capire se ho poca resistenza/fiato, o se la mia nuotata non è abbastanza produttiva e fluida.
Più che altro sto parlando dello stile libero.
A dorso faccio una fatica improba.
A rana invece sono uno squalo: quando facciamo le ripetute a rana, io dico sempre che il giorno che dovessi fare naufragio, guadagnerei la riva a rana.
La nuotata a delfino, non posso ancora dire di essere in grado di farla.

Come posso capire se la mia nuotata è insoddisfacente o se invece lo è la mia resistenza?

Nota: ho già fatto la prova di coprire una vasca da 25 in apnea a stile libero, e non ho problemi. Anzi, per certi versi mi riesce meglio delle mie compagne di corsia.

PS: Non escludo neanche di essere una persona piuttosto pigra, poco incline alla fatica. C'è il caso che anche le mie amiche fatichino, ma siano meno lamentose di me...

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

2

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

per verificare se hai una nuotata efficace, credo sia indispensabile vedere un video

wink

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Cirone Furioso ha scritto:

Ciao a tutti!

Nel piccolo gruppetto con cui più frequentemente mi ritrovo a nuotare (per altro tutte donne...) ho sempre la sensazione di essere quello che arranca di più.
Io sono ben consapevole di essere un nuotatore mediocre, ma non mi riesce di capire se ho poca resistenza/fiato, o se la mia nuotata non è abbastanza produttiva e fluida.

ma lo sai che le donne galleggiano mooooolto meglio di noi  vero?

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Se nuotare per circa un minuto non ti provoca nessun patema e ti sembra di viaggiare in modo naturale,ma oltre quel tempo arranchi,allora può darsi che si tratti di mancanza di resistenza.
Se invece arranchi già dopo 20 secondi allora potrebbe essere che la nuotata manchi di fluidità.

Video.

Ciao

Condividi sui social

5 (modificato da Cirone Furioso 28-08-2011 09:20:25)

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Allora forse la verità più vera è che sono un pigrone e che non ho voglia di faticare...

Un minuto solamente?
Credo che sia un parametro che riesco a soddisfare.
In effetti, mi succede anche che appena entro in acqua mi viene addosso la frenesia giocherellona, e nuoto subito come se dovessi fare il record della corsia.

Se invece, ad esempio, ho davanti a me qualcuno che mi da il passo, riesco a essere molto più continuativo: l'altro ieri ho fatto uno dei programmi da 1500 mt con un'amica, e seguendola ho coperto senza troppi problemi i 200 mt a stile di riscaldamento (lo scrivo considerando che se penso di dover fare 8 vasche consecutive, psicologicamente mi faccio l'idea di uno sforzo che mi mette soggezione).

Mi succede anche quando vado a camminare in montagna: se mi concentro e imposto il ritmo giusto, riesco a camminare in salita anche a lungo.
Altrimenti diventa un tormento di parti, cammina, pausa che risulta solo stancante.

Forse è pur vero che ormai è ora che nel nuotare cominci a darmi degli obbiettivi.

Oggi vedo se riesco a trovare qualcuno che mi riprenda: se avete voglia di darmi una mano commentando il mio video, ne approfitto volentieri.

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Bene,aspettiamo il video.

Ciao

Condividi sui social

7 (modificato da carlo994 28-08-2011 22:47:43)

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

stefano '62 ha scritto:

Se invece arranchi già dopo 20 secondi allora potrebbe essere che la nuotata manchi di fluidità.

.. o di un problema ai denti come il mio ma che non ti auguro =P

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ai denti?
Che fai, azzanni gli altri nuotatori per eliminarli durante le gare?...

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

9

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Cirone Furioso ha scritto:

Forse è pur vero che ormai è ora che nel nuotare cominci a darmi degli obbiettivi.

che ne dici di una gara?
questo sarebbe un ottimo obiettivo che potrebbe stimolarti a dare di più e ad ottenere miglioramenti significativi

wink

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Mi hai letto nel pensiero.
Più che altro mi piacerebbe nuotare con una squadra: forse, se non altro, non spenderei come a frequentare i corsi.

Però temo che la mia nuotata sia scarsina: già mi vedo le risate dell'istruttore se gli chiedessi il parere...

Avrei bisogno di un professionista serio, qualificato e paziente che mi desse una mano a valutare la mia situazione con obbiettività e mi desse una mano a colmare le mie lacune.

Ma nelle squadre dei master ci sono tipo delle categorie?
Anche uno che è un po' una schiappetta potrebbe fare gli allenamenti o frequentare i gruppi, come succede con gli amatori del calcio?

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

11

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

nei master le categorie sono determinate dall'età degli atleti.
in ogni caso, si trovano atleti di ogni livello: c'è quello che nuota molto forte e quello molto lento.

quando dici "nuotata scarsina" intendi dal punto di vista tecnico? cioè lacune tecniche?

wink

Condividi sui social

12 (modificato da Cirone Furioso 29-08-2011 22:19:02)

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Allora, vediamo un po' mi sono fatto due piccoli video:

ne ho fatto uno dal lato:

http://www.youtube.com/watch?v=6CiLZd-R-H8

e uno da davanti:

http://www.youtube.com/watch?v=VgvNQ4IguDw

Cavoli, come mi accorgo anche da solo di difetti che appaiono paradossali!!!
Gambe che sembrano quelle di pinocchio, e poi le mani, guarda per entrare in acqua che giro che fanno, passano dall'altra parte della rotta di crociera!
E poi non so che casino combino quando respiro a sinistra, ma quella è una cosa che mi sento anche mentre nuoto.

Cosa ne dite???
Cosa mi consigliate?

Ciao, grazie!!

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

13

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Cirone di master ce ne sono di tutti i livelli come dice nuotix, magari appunto come dici devi avere uno "stimolo" per progredire (personalmente in questi 2 anni che nuoto il mio stimolo è sempre stato puntare a fare le gare ed è questo che mi ha fatto progredire così velocemente oltre ad imparare a nuotare per andare a mare smile ). Cmq aspettando il parere tecnico di Stefano ti posso dire che mi sembra che hai un eccessivo rollio in fase di respirazione (tra l'altro alzi la testa per respirare o mi sbaglio?) e le braccia non sono perpendicolari alla spalla

Condividi sui social

14

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

in attesa che risponda stefano, ecco la mia opinione.
ti ho postato alcuni esercizi che sicuramente conoscerai, ma su cui potresti insistere maggiormente per migliorare

1) sere ha detto bene. durante la respirazione il tuo assetto si scompone molto soprattutto perché non tieni la testa attaccata al braccio.
a volte sembra quasi che la alzi
esercizio: crawl alternato, cercando di mantenere una propulsione continua di gambe ponendo la massima attenzione durante la respirazione. quando effettui quest'ultima tieni la testa attaccata al braccio reclinandola piano piano. ogni tanto durante l'esercizio prova anche a variare la posizione della testa e trova quella più congeniale a te. trovare la giusta posizione della testa riesce anche ad agevolare la respirazione.

2) recupero.
secondo me non recuperi prima con la spalla, ma spesso e volentieri il gomito esce per primo determinando a volte una leggera scattosità al movimento (vedi a 0:07 recupero braccio destro, video laterale)
esercizio: crawl toccandosi la parte anteriore dell'ascella

3) fase subacquea
direi che potresti agganciare molta più acqua

wink

Condividi sui social

15

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Cirone... consigli nn te ne do ma ti suggerisco, se ti capita, di provare con le riprese subacquee. Io con i video in sub ho scoperto di agganciare pochissima acqua... e un po' lo sospettavo... ma quando ti rivedi a fare quella bracciatina insulsa solo per pigrizia capisci che l'errore è più grande di quello che pensavi!

Condividi sui social

16

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Cirone Furioso ha scritto:

Ai denti?
Che fai, azzanni gli altri nuotatori per eliminarli durante le gare?...

mi hai dato un'ottima idea per la partenza in acque libere ^^ scherzi a parte.. io ho una mala occlusione che mi sta tirando tutti i muscoli di braccia e spalle e quindi manco 100 metri e arrancavo.. sto risolvendo la situazione con un bite notturno e un buon dentista wink

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Bààà, io quando mi son visto mi sono sembrato una biscia d'acqua...

Ho recepito le osservazioni e vi ringrzio, anche se non so come cavolo riuscirò a correggermi: a parte per l'ingresso in acqua della mano così sbilanciato all'interno rispetto alla rotta.
Riguardo alle altre cose, mentre nuoto percepisco solo che mi sbilancio mentre respiro sulla sinistra.
Se stessi camminando, si potrebbe dire che zoppico...

Cosa significa potresti agganciare più acqua?

@ Carletto: immaginavo, una cosa del genere, mi sono permesso la battuta per sdrammatizzare.
Spero ovviamente che potrai risolvere la cosa e fare delle gare da applauso (beato te che le fai!)...

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

18 (modificato da nuotix 30-08-2011 20:05:33)

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

per agganciare in modo più proficuo l'acqua intendo effettuare una presa più efficiente che permetta di prendere una quantità maggiore d'acqua da spingere sotto la pancia fino alla spinta.
in ogni caso voglio precisare che riguardo alla fase subacquea ho espresso semplicemente una mia impressione vedendoti nuotare dall'esterno. per esprimere un'opinione completa sarebbe più efficace una ripresa subacquea come diceva laura

wink

ps. ti ringrazio anch'io per lo spunto di azzannare gli avversari big_smile big_smile big_smile

Condividi sui social

19

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ciao Ciro,

cerca di non incrociare mai le mani: immagina di avere un laser sulla testa che punta in avanti...il fascio del laser non deve essere mai interrotto (overreaching sul video sotto))

http://www.youtube.com/watch?v=6SVfLvO5Z0M

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ho visto il video, grazie assaje.

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

21

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ciao Ciro,
belli i video complimenti, ehi non ti arrendere darsi un obbiettivo potrebbe veramente aiutarti (solo tu puoi saperlo). Ottimi i consigli dati e bel video postato da Piscis99. Insisti, cerca di nuotare rilassato senza pensare a tante cose, cerca quale per te quale è alla tua portata e perseguila, es. mantieni le braccia in linea con le spalle poi metabolizzato questo prosegui.

Ciao N.

PS non si 'attacca' un alta via correndo sai che non arriveresti al tuo obbiettivo il rifugio, come non ingaggeresti  una via di 4° o 5° non avendo la tecnica, o no ?

Buona bracciata a tutti -__-

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Il fatto è che credo che dovrei proprio fare un lungo e metodico lavoro di impostazione dei movimenti.
Il che vorrebbe dire trovare un bravo istruttore che si dedichi con un occhio di riguardo a impartirmi un programma di esercizi e aiutarmi a seguirlo.
Potrei anche farlo da solo, ma mi insegnate che è praticamente impossibile, perché è proprio necessaria la supervisione di una persona che verifichi la nuotata da fuori.

Proverò a parlarne con il nuovo istruttore dei corsi che frequento, che è l'unico fra quelli che ho incontrato fin'ora che parla di nuoto in termini analoghi a quelli che ho appreso frequentando questo forum.

Per ora mi farò tesoro dei vostri consigli (e non è certo poco) e di applicare quanto apprendo in questo sito.
Cosa che fino ad oggi mi ha dato tantissimo.

Mi interessava particolarmente l'opinione di Stefano sui miei video, ma il fatto che non abbia aggiunto niente mi fa pensare che la veda esattamente come gli utenti che fin qui mi hanno dato la loro.

Ciao

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Ciao Ciro, sicuramente c'è da lavorare, ma non c'è nulla di disastroso a mio parere...in acqua sei sciolto anche se ancora un po'troppo scoordinato e non perfettamente a tuo agio, lo si nota già dal scivolamento del primo video... hai troppe nozioni in mente e cerchi di metterle in atto ma con poca naturalezza. Nel primo video sembra che la bracciata sinistra sia sostanzialmente corretta, salvo poi notare dalla ripresa frontale che il tuo movimento "a biscia" è causato, oltre che da un problema di assetto durante la respirazione anche da un eccessivo incrociare le braccia avnti, quando cerchi di allungarti.La presa poco efficiente la puoi migliorare nuotando con i pugni chiusi, metre ottimi risultati sull'assetto e la coordinazione vengono dati anche dal nuoto a testa alta, che impedisce il rollio eccessivo.Se hai dubbi contattami pure in fb.Ciao

Condividi sui social

24 (modificato da Cirone Furioso 02-09-2011 14:42:11)

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

Bella lì, Daniele, diglielo a Marione che è brutto e cattivo!!!

Scherzi a parte, grazie e ben trovato!
Per qual motivo esercitare con i pugni chiusi (cosa che a volte già mi era stata impartita) può migliorare ad aiutare la presa?
E ancora, stesso tipo di domanda, perché nuotare a testa alta (cosa che faccio tanta tanta fatica a fare) mi potrebbe aiutare?

Grazie mille!!!

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

Re: Come capire se nuoto male o non ho resistenza.

nuotare a pugni chiusi aumenta la sensibilità ed insegna a spostare acqua con tutto il braccio, senza essere condizionati da movimenti talora non corretti della mano:inoltre avendo meno propulsione per avanzare costringe ad assumere un'assetto più corretto, prova anche pugni chiusi e pb, così non devi pensare neanche alle gambe ( meglio ancora laccio)
Immaginavo che nuotare a testa alta per te sia molto faticoso, per questo te lo consiglio: riesci a controllare meglio la bracciata,sforzandoti di allungarla sulla stessa linea della spalla, però avendo la testa alta devi forzatamente rimanere più "in asse", così eviti quei serpeggiamenti .Fissa un punto dritto davanti a te e raggiungilo, se però ti stanchi fermati pure e riparti, come saprai se si fa tecnica va fatta bene e con calma, altrimenti non serve a nulla.

Condividi sui social