1

Argomento: Numero bracciate per respirazione

Notavo ieri, in una competizione internazionale di grandissimo livello (100 metri stilelibero, vasca corta), che tutti i partecipanti respiravano ogni due bracciate (quindi sempre dallo stesso lato). Io, sia durante gli allenamenti che in gara, respiro ogni tre o quattro bracciate, respirando ogni due solo se sono in debito di ossigeno. Sarà quello il motivo per il quale faccio molta fatica a completare un 8 x 100 (stile) a 1,45? a metà serie, riparto a 2'.....respiro troppo poco?

....da quella parte abita un Cappellaio e da quest'altra una Lepre Marzolina. Va' pure da chi ti pare....sono matti tutti e 2.....

Condividi sui social

2

Re: Numero bracciate per respirazione

la regola generale è che si respira quando si ha l'esigenza di farlo
wink

Condividi sui social

Re: Numero bracciate per respirazione

nuotix ha scritto:

la regola generale è che si respira quando si ha l'esigenza di farlo
wink

D'accordo. Ma solo fino ad un certo punto. Se quei mostri respirano ogni due bracciate, vuol dire che c'è una ragione!

....da quella parte abita un Cappellaio e da quest'altra una Lepre Marzolina. Va' pure da chi ti pare....sono matti tutti e 2.....

Condividi sui social

4

Re: Numero bracciate per respirazione

provo a darti la mia opinione.

bisogna considerare due aspetti:
su un piatto della bilancia bisogna considerare che una respirazione troppo frequente influisca negativamente sull'assetto del corpo, comportando un effetto frenante.
sull'altro piatto della bilancia, però, bisogna considerare la meccanica della bracciata. ad esempio prendi quelli che hanno una nuotatata a braccia sovrapposte o quasi. in quel modello di nuotata due bracciate è come se costituissero un blocco unico e quindi hanno la possibilità di respirare sul numero pari di bracciata cioè ogni 2 oppure ogni 4 br(6, 8 e così via).
quindi, a seguito di prove e controprove effettuate in acqua, i singoli nuotatori ritengono che sia più proficuo respirare ogni 2 piuttosto che ogni 4.

questa è la mia spiegazione, però magari dico solo un sacco di sciocchezze

wink

Condividi sui social

Re: Numero bracciate per respirazione

nuotix ha scritto:

provo a darti la mia opinione.

bisogna considerare due aspetti:
su un piatto della bilancia bisogna considerare che una respirazione troppo frequente influisca negativamente sull'assetto del corpo, comportando un effetto frenante.
sull'altro piatto della bilancia, però, bisogna considerare la meccanica della bracciata. ad esempio prendi quelli che hanno una nuotatata a braccia sovrapposte o quasi. in quel modello di nuotata due bracciate è come se costituissero un blocco unico e quindi hanno la possibilità di respirare sul numero pari di bracciata cioè ogni 2 oppure ogni 4 br(6, 8 e così via).
quindi, a seguito di prove e controprove effettuate in acqua, i singoli nuotatori ritengono che sia più proficuo respirare ogni 2 piuttosto che ogni 4.

questa è la mia spiegazione, però magari dico solo un sacco di sciocchezze

wink

Grazie Nuotix, ora la risposta è meno semplicistica! Che la respirazione troppo frequente influisca negativamente sull'assetto della nuotata è palese...io noto proprio su me stesso una vera e propria perdita di equilibrio. Posso pensare però che una maggior ossigenazione possa servire a compensare un maggior sforzo muscolare. Magari è una caxxata pure questa. Sono curioso del parere del mitico Tiozzi!

....da quella parte abita un Cappellaio e da quest'altra una Lepre Marzolina. Va' pure da chi ti pare....sono matti tutti e 2.....

Condividi sui social

Re: Numero bracciate per respirazione

Stefano...aspetto notizie....

....da quella parte abita un Cappellaio e da quest'altra una Lepre Marzolina. Va' pure da chi ti pare....sono matti tutti e 2.....

Condividi sui social

7

Re: Numero bracciate per respirazione

Alferez, mi verrebbe da spezzare e fare 2*(4*100) p. 1'45" mantendo la resp a 3/4 magari ci hai provato...
perchè non tentare !? e valutare poi un raggiungimento graduale a 8 di fila abbassando il recupero fra le 2 serie.

Ciao N_

PS spero di non aver detto una stupidata

Buona bracciata a tutti -__-

Condividi sui social

Re: Numero bracciate per respirazione

alferez ha scritto:
nuotix ha scritto:

la regola generale è che si respira quando si ha l'esigenza di farlo
wink

D'accordo. Ma solo fino ad un certo punto. Se quei mostri respirano ogni due bracciate, vuol dire che c'è una ragione!

Una cosa è una gara,un'altra un allenamento.
La frequenza respiratoria è in relazione alla percentuale di impegno del sistema aerobico,alla sua intensità e all'affaticamento attuale dell'atleta (per esempio in una gara di fondoo in allenamento aerobico li vedrai respirare meno spesso all'inizio e più spesso alla fine
Infine c'è l'aspetto psicologico,quello tecnico e la strategia.
Impossile stabilire una regola valida per tutti.
C'è chi fa il 50 in apnea e chi respira a due.
Ma nelle gare da 100 e 200 metri dove la Vo2Max (cioè massimo consumo di ossigeno) è molto importante,se l'ossigeno lo consumi velocemente,allora devi respirare spesso per forza.
Dunque la regola resta valida:si respira quando ti serve,e lo si fa lì per lì,non invece stabilendolo a tavolino prima di una sessione di nuoto.

Ciao

Condividi sui social

9

Re: Numero bracciate per respirazione

Ok, speravo di trovare proprio questo argomento per riallacciarmi:
e se uno in allenamento respirasse sempre ogni 4?
a livello fisiologico, cosa comporta questo?
per esempio, in una serie di 8x 100sl ogni 1'35", nuotati in circa 1'30" e sforzo notevole :-(
è possibile che i polmoni "non necessitino di ulteriore ossigeno" mentre i muscoli, inconsapevolmente "potrebbero rendere meglio respirando di più"?

Condividi sui social

10

Re: Numero bracciate per respirazione

fsol ha scritto:

Ok, speravo di trovare proprio questo argomento per riallacciarmi:
e se uno in allenamento respirasse sempre ogni 4?
a livello fisiologico, cosa comporta questo?
per esempio, in una serie di 8x 100sl ogni 1'35", nuotati in circa 1'30" e sforzo notevole :-(
è possibile che i polmoni "non necessitino di ulteriore ossigeno" mentre i muscoli, inconsapevolmente "potrebbero rendere meglio respirando di più"?

Ciao fsol, scusa ma non capisco, il "sempre" mi suona strano ma può anche essere... e poi fai i 100 in 1'30" respirando ogni 4 e con recuperi quasi  incompleti riparti dopo 90" ma a che pro scusa ?  per il fondo !? o una sorta di allenamento per i 1500 o 800, non è forse meglio fare delle sessioni in ipossia se si vuole controllare meglio stile, equilibrio, presa in debito d'ossigeno, cioè quando si ha fame d'aria ?

Scusa ancora la mia curiosità

Ola N_

PS a livello fisiologico non saprei

Buona bracciata a tutti -__-

Condividi sui social

Re: Numero bracciate per respirazione

Qui c'è TUTTO quello che serve sapere per capire:
http://www.nuotomania.it/public/blog/index.php/2012/01/respirazione-stile-libero-crawl/

Condividi sui social

12

Re: Numero bracciate per respirazione

...GRAZIE

Buona bracciata a tutti -__-

Condividi sui social

13

Re: Numero bracciate per respirazione

nove ha scritto:
fsol ha scritto:

Ok, speravo di trovare proprio questo argomento per riallacciarmi:
e se uno in allenamento respirasse sempre ogni 4?
a livello fisiologico, cosa comporta questo?
per esempio, in una serie di 8x 100sl ogni 1'35", nuotati in circa 1'30" e sforzo notevole :-(
è possibile che i polmoni "non necessitino di ulteriore ossigeno" mentre i muscoli, inconsapevolmente "potrebbero rendere meglio respirando di più"?

Ciao fsol, scusa ma non capisco, il "sempre" mi suona strano ma può anche essere... e poi fai i 100 in 1'30" respirando ogni 4 e con recuperi quasi  incompleti riparti dopo 90" ma a che pro scusa ?  per il fondo !? o una sorta di allenamento per i 1500 o 800, non è forse meglio fare delle sessioni in ipossia se si vuole controllare meglio stile, equilibrio, presa in debito d'ossigeno, cioè quando si ha fame d'aria ?

Scusa ancora la mia curiosità

Ola N_

PS a livello fisiologico non saprei

sull'utilità del tipo di allenamento sono scettico pure io: non capisco, mi serve per fare i 1500? di sicuro non per sviluppare la velocità. Di sicuro non per preparare i 200. Ma l'allenatore lo ritiene un ottimo lavoro e non ce lo fa mai mancare negli allenamenti. Per il fatto di respirare ogni 4....io da sempre sono abituato così e non mi sento di respirare ogni due, mi sembra troppo!

Condividi sui social

14

Re: Numero bracciate per respirazione

allora respira quando ne hai effettivamente bisogno, a me resta il dubbio dell'obbiettivo della serie. Prova a fare in nuoto libero ripetute in ipossia (all'inizio bello fresco e alla fine di una seduta di lavoro) e vedi un po' se aiuta quando sei in effettiva fame d'aria (questo lo sai solo tu non il tuo allenatore) a percepire cosa devi fare per non squilibrarti troppo e a me serve per ridurre i gesti ai minimi termini cioe' a non sprecare nulla nel movimento.

Ciao e buona Pasqua

Buona bracciata a tutti -__-

Condividi sui social