Argomento: A tutti gli istruttori: sostituzioni!!

Ciao a tutti!
Vorrei chiedere l'aiuto degli istruttori per una questione che mi lascia davvero perplessa e insicura.
Allora, sono una neo-istruttrice di nuoto e ho appena cominciato a lavorare. Per ora faccio solo sostituzioni in attesa che partano i corsi estivi, ma mi trovo in difficoltà perchè le direttive che mi hanno dato sono ovviamente di non spiegare nulla di nuovo, ma mi è stato anche detto di non fare correzioni tecniche che deve essere l'istruttore del corso a dare suggerimenti o correggere errori onde evitare fraintendimenti. E nella teoria sono d'accordo..ma mi trovo in serie difficoltà perchè non so cosa fargli fare per 45 minuti, soprattutto perchè non so cos'hanno già fatto o cosa sanno fare...E finchè son corsi di ragazzi 2° liv come quello di oggi passi anche non dirgli nulla, ma con gli adulti non è facile dato che vogliono sapere se fanno giusto o meno e me lo chiedono!!
Voi vi siete trovati mai in queste situazioni? A me sta creando parecchia insicurezza, soprattutto perchè non so cosa fargli fare...questa settimana devo sostituire una mia colllega per tutte e due le lezioni di 3° liv ragazzi, e se fosse il  mio corso gli introdurrei la rana perchè sono bravi e ben coordinati,  ma non posso farlo perchè non è il mio.. e non so che fargli fare se non ripetere gli stessi esercizi che hanno già visto e rivisto col rischio di annoiarli!!
Qualche consiglio? (o sono io il problema? mi vien quasi da chiedermi se la questione non derivi dal fatto che magari non sono portata per insegnare..)
Help!

Grazie
Erica

Condividi sui social

Re: A tutti gli istruttori: sostituzioni!!

Ma chi è il tuo direttore di vasca,Ciccio di nonna papera ?
Il problema non sei tu,è il direttore di vasca (oppure il titolare del corso che in estasi di megalomania pensa di essere l'unico in grado di insegnare a dovere e preme sul direttore per evitare che altri "piscino sul suo albero").
Ma come sarebbe di non insegnare niente e non dare correzioni ?
Se hai il brevetto significa che hai passato un esame e sei abilitata a farlo e conosci come minimo a grandi linee come deve essere strutturata una nuotata.
E che quindi il fatto che sei novizia non significa che ti metterai a insegnare che il dorso si nuota a pancia sotto.

Poi è anche vero che un novizio potrebbe fare qualcosa di poco appropriato.
Ma non è cosi che si gestisce il personale,non è parcheggiando i nuovi nel limbo del "non toccare niente che fai dei guai" che li si farà crescere;magari aspettando che si omologhino piattamente ai sistemi degli altri,i quali tra l'altro solo perchè sono la "tradizione" non signifca che siano esenti da critiche pesantissime.
Ma si sa.....da un pò di tempo i diplomi di direttore di vasca,che prima prevedevano un esame,li regalano dopo poche ore di frequenza e senza esame finale;motivo:la Federazione ha scelto di non disturbare troppo,magari con una meritata bocciatura,le scelte politiche delle società circa i quadri dirigenziali.
Un direttore che conosca il suo lavoro deve invece periodicamente fare riunioni col corpo docente,rivolte soprattutto ai novizi,per assicurarsi che non ci sia chi insegna le mele e chi le pere e ci sia una certa uniformità negli obiettivi e la libertà didattica non diventi l'anarchia del cialtrone;inoltre deve prendere i novizi che ancora fanno solo sostituzioni e stare un passo dietro di loro mentre insegnano,in modo che per il novizio le prime lezioni (che tali devono essere perchè gli utenti pagano per avere un istruttore,non un maggiordomo che li fa nuotare mentre il titolare del corso fa i cazzi suoi) diventino un ulteriore livello di tirocinio,e in modo da dargli (di nascosto dagli utenti per motivi evidenti a tutti tranne che ai cialtroni) le dritte giuste al momento giusto.

Tu fai come ti hanno detto.
Ma nel caso ti capitasse l'obbligo di rispondere agli allievi,allora fai cosi:
tu osservali in continuazione,recepisci le maggiori informazioni sulla loro situazione in acqua in termini di equilibrio (relax respirazione e postura) e in termini di requisiti (cosa serve per fare meglio qualcos'altro),poi se ti fanno una domanda rispondi in tutta onestà.
Magari farai degli errori,ma non fa niente:si chiama esperienza,sbagliando si impara e vale sia per te sia per i tuoi allievi,ed è possibile farla solo se ci si mette in gioco e se si ragiona su ciò che si fa.
Evitare gli errori è impossibile persino nell'inattività solo che in quel caso non producono adattamenti nè miglioramenti nè esperienza nuova:tanto vale ragionare,programmare e agire per far si che gli errori almeno diventino proficui.
Quelli che fanno solo il compitino,invece non vanno mai da nessuna parte.

Ciao

Condividi sui social

Re: A tutti gli istruttori: sostituzioni!!

Ahhahaaha ciccio!! big_smile
Grazie Stefano!
Anche per me è stato abbastanza strano! Certo, posso capire che mi chiedano di non spiegare cose nuove durante una sostituzione e questo puo' anche starci, ma che non possa correggere un bimbo se quando mi fa dorso le ginocchia gli arrivano in bocca, quello nemmeno io lo capisco, sopratutto perchè essendo bimbi, le spiegazioni sono semplificate e concise, quindi è dura sbagliare (se come dici tu non si è cialtroni) e con 20 anni di nuoto alle spalle e una scelta di fare 150 ore di tirocinio anzichè le 50 che richiedono al corso (!!) dovrei riuscire a raccapezzarmici! A maggior ragione dato che sono esigente nei miei confronti e voglio dare il massimo ai miei allievi, preparandomi la progressione a casa, studiano e leggendo appena ho un minuto libero!!

Per quanto riguarda il direttore del  centro...ehehe..sono proprio i suoi corsi che sto coprendo!!! ??

Posso solo sperare di trovarmi meno in difficoltà quando mi assegneranno un corso intero..Ora mi sembra di essere un incompetente senza fanatsia perchè con queste limitazioni sono a corto di idee sugli esercizi da fare (dopotutto a che scopo fare esercizi di miglioramento se non posso dare un feedback e correggere gli eventuali errori!)!!

Condividi sui social

4 (modificato da ippocampo 30-05-2012 11:54:04)

Re: A tutti gli istruttori: sostituzioni!!

Ciao dreamswim, io sono Federica ed insegno ad un corso adulti da qualche anno. Sono felice di "incontrare" un'altra istruttrice che chiede consigli come me perché era proprio lo scopo per il quale mi sono iscritta in questo forum, dato che purtroppo nella mia piscina manca il confronto tra istruttori. Già tempo fa avevo scritto pervia di una collega che insegnava la respirazione in un modo per me sbagliato: lei diceva di guardarsi la spalla per non bere! yikes
Stefano mi spiegò che essere "lasciati liberi" è una ricchezza in quanto ognuno può sviluppare un suo metodo trovando magari anche nuove ed efficenti soluzioni, ma sarebbe molto grave cadere in contraddizione gli uni con gli altri, più che altro su cose fondamentali come la respirazione!
Si rischiano veramente delle brutte figure con gli allievi.
Anche a me una volta è stata chiesta una sostituzione ed il mio capo mi ha detto di non correggere e, addirittura, la sera quando sono arrivata la mia collega mi ha dato il programma scritto da far fare, mentre un'altra volta me lo ha detto quello che sostituivo cosa dovevo far fare.
Quando succede, lì per lì ci resto male perché vorrei avere più fiducia e libertà dato che di solito una sostituzione è un arricchimento per gli allievi, infatti è molto probabile che un istruttore diverso faccia fare cose diverse ....cosa che cerco di fare sempre dato che nell'acqua più esperienze si fanno e meglio è! Ma forse non è nemmeno un problema di fiducia (spero di no), penso che sia un po' per aiutarmi e forse la richiesta di non correggere è proprio per paura di non cadere in contraddizione. Qui si capisce allora l'importanza di fare come nella piscina di Stefano e cioè delle riunioni periodiche dove ci si mette tutti d'accordo almeno sulle cose fondamentali dove non si può fare la brutta figura di cadere in contraddizione.
Ormai che ci sono (scusate il poema), volevo chiedere anche a Stefano cosa ne pensa di un istruttore/allenatore che chiede ai sui allievi di fare le vasche respirando sempre ogni due bracciate e sempre dallo stesso lato .........................sigh!  sad

P.S. intendendo "lo stesso lato" non quello della piscina ma quello dove si trovano meglio, cioè a destra o a sinistra!
P.P.S. io mi trovo bene da tutti e due !!

Condividi sui social

5 (modificato da nuotix 30-05-2012 13:17:16)

Re: A tutti gli istruttori: sostituzioni!!

ippocampo ha scritto:

una collega che insegnava la respirazione in un modo per me sbagliato: lei diceva di guardarsi la spalla per non bere! yikes

http://quarchedundepegi.files.wordpress.com/2010/05/ridere.jpg

Condividi sui social