1

Argomento: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Salve a tutti,sono Gabriele , ho 21 anni e faccio nuoto da 5 anni. Ho un problema che spero mi aiuterete a risolvere con qualche vostro consiglio:malgrado mi alleno 3/4 volte a settimana con una media di 120 vasche in un'ora e mezza,non riesco a mettere massa muscolare.Mi spiego meglio: se non indurisco i bicipiti sembra che ho pochi muscoli,sulle spalle si vedono addirittura le ossa,ma accumulo grasso solo sull'addome. In poche parole sono "secco ma con la pancetta da alcolizzato" e questo si sta trasformando in un handicap vedendo scarsi risultati che ottengo nuotando da alcuni anni.
Mi rivolgo a voi chiedendovi consigli per cercare di modellare di più il mio fisico(non chiedo di avere fisico e addominali scolpiti dato che palestra non posso farla per problemi alla schiene) e di "ingrossarmi di più" attraverso questo sport che mi piace tanto e anche con una giusta alimentazione.
Ringrazio a tutti quelli che risponderanno !

Per un ulteriore chiarimento posto il mio allenamento che seguo da alcuni mesi:

riscaldamento:
10 stile libero
10 rana

10 stile con pull buoy
30 stile con pull buoy e palette(o senza pull buoy e solo palette)
10 dorso doppia bracciata
20 dorso doppia bracciata con palette
20 rana con palette
10 stile
6 delfino
10 gambe stile/dorso

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Col nuoto potresti mettere su un pochino di massa ma ci vuole molto tempo.
E quel tempo non è questione di quali stili nuoti o che esercizi fai,ma del volume totale e dell'intensità di nuotata.
Cambia qualcosa se lavori a intensità elevate o con attrezzi di potenziamento come pinne e palette ma se non si dispone di una tecnica più che buona si rischia di fare danni;comunque in questo caso occorre che entro un'oretta dall'allenamento assumi proteine per compensare quelle perse durante il lavoro.
Fossi in te abbinerei al nuoto qualche lavoretto in palestra.
Leggi le seguenti discussioni su nuoto e palestra,e su alimentazione.
Ci sono parecchie cose che potrebbero interessarti.

http://www.nuotomania.it/public/forum/upload/viewtopic.php?id=651&p=1
http://www.nuotomania.it/public/forum/upload/viewtopic.php?id=146&p=31

Ciao

Condividi sui social

3 (modificato da Dolphin Kick 18-06-2012 22:55:22)

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

ciao, come ho detto in altri post, io faccio palestra e sono istuttore (di palestra, non di nuoto) e uso il nuoto come sport complementare per sciogliermi (da un paio d'anni, senza pretese), quindi posso provare a dirti la mia a riguardo dello sviluppo dei muscoli in relazione al nuoto. Credo che il mito più grande sia quello che nuotare fa diventare grossi, ti assicuro che è l'esatto opposto. Al massimo ti si allargano le spalle e la gabbia toracica (che non è poco) ma la massa magra non cresce nuotando, anzi, per esperienza personale, credo ci siano poche discipline che ti cannibalizzano il muscolo come il nuoto. non a caso io devo tenermi basso con il numero di vasche altrimenti perdo muscoli a vista d'occhio. Pertanto, il mio consiglio, se non puoi proprio fare nemmeno un minimo di attività coi pesi, è quello di nuotare "di potenza", ovvero lavorando quasi su soglie anaerobiche ma non so se ti piaccia lavorare solo così e non credo che persone ben più addentro al mondo del nuoto, come stefano, siano d'accordo nell'interpretare così il gesto del nuotare. come forse ho letto in altri post, sono d'accordo anche io nel dire che i muscoli si fanno con i pesi, con il nuoto si nuota... (e ci si fanno degli addominali da paura).

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Ciao, concordo con quello che dice Dolphin Kick, però secondo me per prima cosa dovresti rivedere la tua alimentazione, probabilmente bruci troppe calorie rispetto a quelle che assumi.
Ho una domanda per dolphin kick già che siamo nel tema: io ho sempre fatto palestra intesa come pesi, da quest'estate però ho deciso anche io di usare il nuoto come sport complementare (un po per il caldo e un po per dare qualcosa di diverso ai muscoli rispetto al solito lavoro che faccio in palestra). Io faccio circa 30-35 vasche 1-2 volte a settimana (molto più 1 che 2 smile) cercando di andare abbastanza veloce. Secondo te va bene come metodo per tonificare soprattutto petto/spalle e schiena?

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Non è vero che col nuoto si perde massa muscolare.
Quello succede solo se ci si alimenta con un ammontare di proteine inferiore al fabbisogno dato dal tipo di carico eseguito,e succede con qualsiasi sport,a prescindere dal fatto che sia fatto in acqua o a secco.

E' vero invece che il nuoto crei massa in misura inferiore a ciò che è possibile fare a secco,perchè per farlo ci vuole sovraccarico,e l'unico sovraccarico possibile in acqua è abbastanza limitato rispetto a quello che è possibile ottenere a secco.
E a nulla vale (per la massa) nuotare a intensità più elevata (naturalmente però è opportuno farlo per ottenere obiettivi metabolici finalizzati alla prestazione) dato che ciò incrementa certamente il carico cui sottoponi l'organismo,ma non incrementa il sovraccarico cui il muscolo viene sottoposto (bè,quello del cuore sì).
Se per esempio nuoti a intensità superiore al solito,non è che fai più fatica perchè l'acqua diventa più dura.
Ma è piuttosto come se un esercizio fatto in palestra con ripetute con 20 chili,quella volta lo esegui più rapidamente,ma continui ad usare i 20 chili;fai più fatica perchè le contrazioni si ravvicinano e lavori sulla dinamicità della forza,ma non è che fai più massa in modo sensibile.
Invece per ottenere l'obiettivo della massa dovresti progressivamente passare a 30 poi 40 e cosi via.
Ma l'unico sovraccarico possibile in acqua sono pinne e palette o nuoto con resistenze,e ogni giorno dobbiamo inventarne qualcuna,ma nessuna invenzione arriverà mai a dare il sovraccarico possibile a secco.

Quindi in acqua si fa massa in modo moderato,quella vera si fa a secco.
Però poi non la perdi se nuoti:avete visto i fisicacci dei nuotatori di èlite ? Ebbene se li mantengono pur facendo 14 km al giorno.
Quella del lavoro aerobico che fa perdere muscolo è una balla enorme senza fondamento fisiologico.

Ciao

Condividi sui social

6

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

La massa che si sviluppa nei lavori aerobici è diversa per funzione e struttura a quella che sviluppa con i pesi:ecco perchè ai culturisti il lavoro aerobico è bandito:è otticamente sotttile,sfilata,elastica e reattiva...quella con i pesi è più"pesante" smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Io quando ho cominciato a nuotare 5 anni fa pesavo 13 Kg in meno di adesso... e non ho un filo di grasso.
Gli esercizi a secco li faccio ma li ho cominciati solo da pochi mesi quindi è falso che il nuoto ti fa perdere massa magra, almeno secondo la mia esperienza.
Ciao.

di haunted sito web

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

marina ha scritto:

La massa che si sviluppa nei lavori aerobici è diversa per funzione e struttura a quella che sviluppa con i pesi:ecco perchè ai culturisti il lavoro aerobico è bandito:è otticamente sotttile,sfilata,elastica e reattiva...quella con i pesi è più"pesante" smile

Esatto,e per chi fosse ancora scettico spiego pure il perchè.

Durante l'attività fisica il muscolo brucia sarcomeri (proteine) per produrre energia,soprattutto nei lavori più intensi,cioè si cannibalizza.
E non succede "soprattutto nel nuoto" come dice DK,anzi il contrario,succede proprio nei lavori sub massimali in palestra.
Poi durante il riposo l'organismo (l'anabolismo,cioè la parte del metabolismo predisposta alla manutenzione della struttura muscolo scheletrica) SE CI SONO PROTEINE DISPONIBILI (cioè se ne hai assunte alimentandoti) le prende e va a rattoppare i muscoli cannibalizzati,e se si è raggiunta la soglia allenante ne aumenta pure il volume rispetto a prima (se invece non ci sono proteine disponibili allora il muscolo cannibalizzato NON viene ripristinato e la massa cala progressivamente allenamento dopo allenamento,in palestra uguale che in vasca).

Ebbene se il lavoro è stato di tipo concentrico,come nella quasi totalità dei casi in palestra se l'allenatore non ha il punto di competenza adatto a farti lavorare anche diversamente,i nuovi sarcomeri vengono infilati ai lati del muscolo,aumentandone la capacità di contrazione simultanea e il volume apparente.
Se invece il lavoro è stato a prevalenza eccentrica o isometrica,allora quei nuovi sarcomeri verranno infilati agli estremi del muscolo,ai capi articolari,per intenderci vicino ai tendini,per aumentarne la capacità di estensione e la flessibilità,e l'incremento di volume (identico) apparirà all'occhio meno visibile rispetto a quello ottenuto col lavoro concentrico,a parità di forza ottenuta.

Il punto è che il nuoto impone alla muscolatura uno sforzo in prevalenza di tipo eccentrico,quindi un aumento di volume meno visibile rispetto al risultato ottenuto.
Poi è chiaro che più nuoti e più la muscolatura acquista forza e più l'aumento di massa sarà anche visibile nonostante la tipologia del lavoro,e si può arrivare anche a risultati dei quali nessuno può onestamente permettersi di lamentarsi.

Infine,occorre puntualizzare che se uno per fisicità intende Conan allora col nuoto non ci si arriva,ma questo è un pro,non un contro.

Ciao

Condividi sui social

9

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

...con" più nuoti" credo che Stefano intendesse nel tempo:cioè permettere ai"pezzettini di muscolo distrutti"di disporsi nella fibra nel dato modo che la faccia crescere in larghezza e non in lunghezza.Cosa che io tenderei ad evitare se non ci sono obiettivi prestativi per  evitare problemi di trazione a tendini e legamenti che alla lunga,inevitabilmente,si sfisbrano smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

10 (modificato da dual75 09-08-2012 15:45:30)

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Dunque, in considerazione che il nuoto sviluppa comunque la massa muscolare possiamo dare per buono che il peso forma di un nuotatore sia leggermente superiore a quello di altri sportivi? Che ne so ad esempio di un cestista?

La domanda naturalmente non e` del tutto disinteressata, da quando ho cominciato a nuotare (circa 4 anni fa, dopo un lungo periodo di inattivita`) ho perso circa 17kg, sono alto quasi 184cm e peso stabilmente attorno ai 75-75.5kg. Le indicazioni del medico inizialmente erano quelle di raggiungere i 74kg, ma ormai scendere anche di mezzo chilo per me significa arrivare ai pasti con i crampi dalla fame smile
Posso quindi illudermi che il chilo in piu` siano tutti muscoli giusto? lol

(nuoto circa 7-8km a settimana)

Condividi sui social

11

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

dipende dalla tipologia dell'atleta e dalla tipologia dell'allenamento.
per fugare ogni dubbio,fatti misurare la massa magra e la massa grassa:l'aumento di peso c'è sempre e comunque con l'allenamento!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Rieccomi non sono stato chiaro su ciò che intendevo dire. Quando ho detto che il nuoto "cannibalizza" i muscoli, non l'ho detto con un'accezione negativa, ma mi riferivo al fatto, poi giustamente sottolineato da Stefano, che molto spesso mi sento chiedere se aggiungere un pio di sessioni in piscina, oltre la palestra, possa ulteriormente accrescere la massa, questo, a parità di calorie è ovviamente impossibile, ecco tutto. Io facevo esclusivo riferimento al dispendio calorico, che nel nuoto è abnorme, soprattutto nella fase in cui ancora non si è capaci di avere una tecnica efficiente. Pertanto, è verissimo che il nuoto non fa perdere massa, ma a condizione che si incrementi l'apporto proteico (e calorico) di una mole non trascurabile e a volte umanamente insopportabile, se si fa anche pesi in maniera SERIA almeno 3 volte a settimana.

Ulteriormente, da "palestrato", forse c'è uno sbilanciamento di concezione quando si parla di fisico "muscoloso", per noi addentro al mondo dei pesi il muscoloso è colui che ha minimo 5-10 chili di massa muscolare pura OLTRE il suo peso forma (e naturalmente una percentuale di grasso tra il 10% e il 15%). Nell'accezione delle palestre i nuotatori non sono muscolosi, ma "fisicati" smile Ragion per cui, quando affermo che il nuoto non fa diventare muscolosi, è perché io per muscolosi intendo appunto stile CONAN, col braccio da 45 cm di circonferenza, come ha detto Stefano smile

Per il resto, il nuoto è straordinario.

PS. rimango solo un po' dubbioso sul fatto che il nuoto di "potenza", inteso con battute rapide sulla breve o brevissima distanza, quasi stile allenamento coi pesi, non possa essere equiparato, con le dovute proporzioni, ad un lavoro anaerobico in parte adattabile allo sviluppo muscolare.

Condividi sui social

13

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

A parte la "balle" sulla massa muscolare nessuno si è accorto che con il ritorno di Marina, in realtà Maria Pia, è tornata LA LUCE?????

Ciao

Al di l

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Dolphin Kick ha scritto:

Rieccomi non sono stato chiaro su ciò che intendevo dire. Quando ho detto che il nuoto "cannibalizza" i muscoli, non l'ho detto con un'accezione negativa, ma mi riferivo al fatto, poi giustamente sottolineato da Stefano, che molto spesso mi sento chiedere se aggiungere un pio di sessioni in piscina, oltre la palestra, possa ulteriormente accrescere la massa, questo, a parità di calorie è ovviamente impossibile, ecco tutto. Io facevo esclusivo riferimento al dispendio calorico, che nel nuoto è abnorme, soprattutto nella fase in cui ancora non si è capaci di avere una tecnica efficiente. Pertanto, è verissimo che il nuoto non fa perdere massa, ma a condizione che si incrementi l'apporto proteico (e calorico) di una mole non trascurabile e a volte umanamente insopportabile, se si fa anche pesi in maniera SERIA almeno 3 volte a settimana.

Ulteriormente, da "palestrato", forse c'è uno sbilanciamento di concezione quando si parla di fisico "muscoloso", per noi addentro al mondo dei pesi il muscoloso è colui che ha minimo 5-10 chili di massa muscolare pura OLTRE il suo peso forma (e naturalmente una percentuale di grasso tra il 10% e il 15%). Nell'accezione delle palestre i nuotatori non sono muscolosi, ma "fisicati" smile Ragion per cui, quando affermo che il nuoto non fa diventare muscolosi, è perché io per muscolosi intendo appunto stile CONAN, col braccio da 45 cm di circonferenza, come ha detto Stefano smile

Per il resto, il nuoto è straordinario.

PS. rimango solo un po' dubbioso sul fatto che il nuoto di "potenza", inteso con battute rapide sulla breve o brevissima distanza, quasi stile allenamento coi pesi, non possa essere equiparato, con le dovute proporzioni, ad un lavoro anaerobico in parte adattabile allo sviluppo muscolare.

Quoto tutto.

Ciao

Condividi sui social

15

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

...la luce???ahahahaha!!!magariiii wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

16 (modificato da andrew881 16-10-2013 19:34:38)

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

io mi sto allenando tre volte a settimana e ho riscontrato che se nella parte superiore del corpo sono rimasto più o meno uguale (uno sviluppo medio per un non atleta diciamo) nelle gambe mi sono sfinato parecchio, ora sono molto più secche e longilinee di prima, quando erano più muscolose e "tozze". Non che mi dispiaccia ma vorrei capire il motivo, nel nuoto non si dovrebbe aggiungere massa piuttosto che perderla?perchè sono quasi sicuro di aver perso un po' di massa muscolare nei quadricipiti, nonostante svolga normali esercizi con la tavoletta solo gambe.

Ma forse sto capendo il motivo. INizialmente, quando avevo uno stile (ancora più) pessimo, nuotavo "di potenza", usando una notevole forza muscolare per produrre una propulsione analoga a quella che adesso riesco a produrre con uno sforzo minore. Infatti inizialmente avevo notato un aumento ed una definizione della massa muscolare paragonabile a quando andavo in palestra, che ora che nuoto puntando più sullo stile cercando di ridurre la fatica non necessaria, sta venendo meno. QUindi sono d'accordo sul fatto che il nuoto, di per sè, non fa necessariamente aumentare la massa muscolare, certamente snellisce, ma il potenziamento lo hai solo con esercizi brevi e soprattutto intensi (che in un allenamento individuale secondo me sono quasi assenti).

Aggiorno: Ho letto adesso il discorso di stefano sul fatto di cannibalizzare i muscoli, quindi penso di essermi dato una risposta.

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

stefano '62 ha scritto:
marina ha scritto:

La massa che si sviluppa nei lavori aerobici è diversa per funzione e struttura a quella che sviluppa con i pesi:ecco perchè ai culturisti il lavoro aerobico è bandito:è otticamente sotttile,sfilata,elastica e reattiva...quella con i pesi è più"pesante" smile

Esatto,e per chi fosse ancora scettico spiego pure il perchè.

Durante l'attività fisica il muscolo brucia sarcomeri (proteine) per produrre energia,soprattutto nei lavori più intensi,cioè si cannibalizza.
E non succede "soprattutto nel nuoto" come dice DK,anzi il contrario,succede proprio nei lavori sub massimali in palestra.
Poi durante il riposo l'organismo (l'anabolismo,cioè la parte del metabolismo predisposta alla manutenzione della struttura muscolo scheletrica) SE CI SONO PROTEINE DISPONIBILI (cioè se ne hai assunte alimentandoti) le prende e va a rattoppare i muscoli cannibalizzati,e se si è raggiunta la soglia allenante ne aumenta pure il volume rispetto a prima (se invece non ci sono proteine disponibili allora il muscolo cannibalizzato NON viene ripristinato e la massa cala progressivamente allenamento dopo allenamento,in palestra uguale che in vasca).

Ebbene se il lavoro è stato di tipo concentrico,come nella quasi totalità dei casi in palestra se l'allenatore non ha il punto di competenza adatto a farti lavorare anche diversamente,i nuovi sarcomeri vengono infilati ai lati del muscolo,aumentandone la capacità di contrazione simultanea e il volume apparente.
Se invece il lavoro è stato a prevalenza eccentrica o isometrica,allora quei nuovi sarcomeri verranno infilati agli estremi del muscolo,ai capi articolari,per intenderci vicino ai tendini,per aumentarne la capacità di estensione e la flessibilità,e l'incremento di volume (identico) apparirà all'occhio meno visibile rispetto a quello ottenuto col lavoro concentrico,a parità di forza ottenuta.

Il punto è che il nuoto impone alla muscolatura uno sforzo in prevalenza di tipo eccentrico,quindi un aumento di volume meno visibile rispetto al risultato ottenuto.
Poi è chiaro che più nuoti e più la muscolatura acquista forza e più l'aumento di massa sarà anche visibile nonostante la tipologia del lavoro,e si può arrivare anche a risultati dei quali nessuno può onestamente permettersi di lamentarsi.

Infine,occorre puntualizzare che se uno per fisicità intende Conan allora col nuoto non ci si arriva,ma questo è un pro,non un contro.

Ciao

cosa intendi per lavoro concentrico ed eccentrico? sono un po' ignorante in materia.

Condividi sui social

18

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Eccentrico e'tutto quello che tende ad allungare il muscolo(esempio:lavoro con elastici),concentrico tutto quello che tende ad accorciare(esempio:la fase di flessione del braccio con in peso).

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

19

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Ciao! In seguito ad un repentino calo di peso, ho notato una diminuzione della massa muscolare.. ne ho capito il motivo dai vostri esaudienti post. La domanda era: cosa posso fare per ripristinare la massa perduta? smile perché purtroppo in acqua ne sono rimasta penalizzata..

smile

Condividi sui social

20

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

La massa magra si ottimizza mediante alimentazione corretta coadiuvata da un allenamenti o corretto.

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

21

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Aumentando l'apporto proteico? E lavoro muscolare in acqua e palestra? Ciao e grazie!

smile

Condividi sui social

22

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

C'è una discussione sull' alimentazione e un"'altra su nuoto e palestra!!!leggila(so che è lunga) e se hai bisogno ci si sente la!!ti consiglio tuttavia,un esame di sangue ,visto che hai perso tanto peso!!!magari sottogonna di donazione,così ti controlli e aiuti qualcuno che ha bisogno!!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

23

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Quindi, alla luce di quanto letto, quello che mi ha detto l'istruttore in palestra, e cioè che nuotare il giorno dopo la sessione in palestra è controproducente, è sbagliato?

Eppure la mia impressione è proprio questa: esco dalla palestra e mi sento fortissimo (nella mia mente immaginifica) e anche il giorno dopo perdura questa sensazione...; esco dalla piscina e mi sento sgonfio (benché molto più soddisfatto di quando lavoro in palestra).

Al momento io faccio: domenica-lunedì piscina (2km), Martedì e giovedì palestra (con carichi mooolto contenuti). Io mi sentirei di inserire pure una bella nuotata il mercoledì, e a volte l'ho pure fatto, ma a questo punto non so se sia meglio concedere tregua al corpo per tre giorni la settimana.

Aggiungo che il mio obiettivo primario è l'andamento della mia glicemia (e il nuoto fa miracoli), essendo io diabetico 1, ma non mi dispiace ottenere anche qualche vantaggio estetico...

Condividi sui social

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Filippo ha scritto:

Eppure la mia impressione è proprio questa: esco dalla palestra e mi sento fortissimo (nella mia mente immaginifica) e anche il giorno dopo perdura questa sensazione...; esco dalla piscina e mi sento sgonfio (benché molto più soddisfatto di quando lavoro in palestra).

Significa che in palestra non spendi niente e non raggiungi la soglia allenante,e in piscina invece si,ti pare ?
Credimi,dopo un allenamento l'unica cosa che uno non può verosimilmente sentirsi,è essere fortissimo.....soddisfatto si,ma ancora fortissimo no.
Non so perché ma mi viene in mente un episodio di asterix dove un romano imbrogliato da obeilx credeva di avere bevuto la pozione magica perché era riuscito a sollevare un sassetto di pochi chili.

Per non sputtanare ingiustamente qualcuno che non si può difendere.....sarebbe davvero interessante sapere su quali basi il tuo trainer in palestra sostiene che nuotare il giorno dopo la palestra sarebbe sbagliato.
Anche se ho tanta paura di immaginare invece il perché e che (conoscendo i miei polli) sia legato all'acido lattico tipregodimmichenonècosì......
Tra parentesi,potresti pure chiedergli se secondo lui i nuotatori più forti del mondo diventerebbero ancora più forti se evitassero di nuotare il mercoledì e il sabato,visto che il martedì e il venerdì di solito fanno pure palestra e secondo il suo teorema sarebbe sbagliato.
Bah....

Ciao

Condividi sui social

25

Re: nuoto,massa muscolare e alimentazione

Tranquillo, l'acido lattico non è stato chiamato in causa! Si parlava di naturali tempi di recupero e crescita muscolare...
Cmq, credo che io finché mi sentirò di muovermi lo farò più che posso, due giorni a settimana di riposo (mercoledì e sabato) mi bastano...tanto più che la mia priorità è annientare gli zuccheri in eccesso nel mio sangue...

Condividi sui social