Re: Le gambe a Rana

Ringrazio Stefano per la spiegazione ma non so se posso continuare qui o se mi devo spostare, semmai spostate pure!
Ho avuto solo un allievo che recuperava allargando le ginocchia ed era evidentissimo, le ginocchia vanno in fuori ed i piedi si uniscono a formare, con le gambe, un rombo! Naturalmente l'ho subito corretto ma lui mi diceva che era impossibilitato a fare il movimento giusto a causa dell'ilio-psoas "accorciato".
Conosco un istruttore di sub che dice che ci sono due modi per eseguire la gambata a rana, uno è quello dei nuotatori e l'altro è quello che insegnano ai sub e cioè di tenere le ginocchia molto ravvicinate e ferme e muovere le gambe (quindi solo dal ginocchio in giù) tenendo sempre il piede a martello e facendo con i pedi dei cerchi concentrici. In questo modo non c'è più una frustata ma un movimento continuo omogeneo delle gambe che girano come due eliche.

Condividi sui social

27

Re: Le gambe a Rana

avalla quello dei nuotatori wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

28 (modificato da ippocampo 25-02-2010 14:54:09)

Re: Le gambe a Rana

Sì, questo è certo! wink
Ma mi chiedevo l'effetto sulle ginocchia: una volta, una mia insegnante che ha studiato all'isef mi spiegava che le ginocchia sono fatte solo per effettuare movimenti avanti e indietro e non laterali, cioè per piegare la gamba e stenderla ...e basta! Possibile?
In ogni caso, non solo i ranisti, ma anche chi fa pallanuoto e nuoto sincronizzato utilizzano quel movimento per sostenersi in verticale facendo cerchi concentrici con le gambe, ma nel loro caso, alternati!
E non mi risulta che nessuno di loro, ranisti compresi, abbiano grossi problemi alle ginocchia, no?

Condividi sui social

29

Re: Le gambe a Rana

il movimento della gamba dal ginocchio in giù non è  quasi affatto prupulsivo ma serve a"mandare" acqua tra le coscie:questo fa scivolare!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

alessiodor ha scritto:

GRAZIE MARINA.HO LETTO LA SEZIONE NUOTO PREVENTIVO

"Si sconsiglia la rana per il potenziamento del distretto lombare, dato che la zona risulta sovraccaricata nell'esecuzione di questo stile."

A QUESTO PUNTO LA DOMANDA E', VISTO CHE LA ZONA LOMBARE E' QUELLA CHE OGGI MI DA PIU' FASTIDIO(LEGGERO,NN ECCESSIVO): RANA SI O RANA NO?

Le frustate a rana interessano enormemente la sezione lombare,a questo si aggiunge l'effetto della posizione ad arco (leggero) della schiena durante la nuotata a rana,per cui il bacino dovrebbe restare leggermente più affondato rispetto alle spalle.
Per questo motivo la rana potrebbe determinare una sintomatologia dolorosa ai soggetti con problemi alla schiena,ed è decisamente proibita a coloro che presentano patologie importanti,per esempio un'ernia.

Però se il problema alla schiena è di minore importanza,allora nuotare a rana potrebbe fornire quello stimolo adatto ad uno sviluppo di forza e flessibilità della muscolatura lombare,la cui debolezza e rigidità risultano spesso la causa primaria delle patologie lombari.

Però al di là di ogni altra considerazione,non bisogna mai insistere con esercitazioni che causino dolore.
Un conto è sentire la muscolatura "lavorare" (finalmente),un altro sentirla protestare per qualcosa di inadeguato.

Ciao

Condividi sui social

31

Re: Le gambe a Rana

esatto!!ma ci si rifeva alla rana...veloce o molto balzata.una rana lunga può soli dstendere la lombare smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

c'è una ragazzina che viene sempre nella piscina dove insegno a fare nuoto libero e l'altra sera mi ha chiesto se può nuotare con il crociato rotto. Per adesso fa solo crawl e dorso senza problemi, ma mi diceva che vorrebbe fare anche rana perché le piace molto, intanto sta aspettando di fare la risonanza magnetica per essere sicura che il crociato sia proprio rotto ma, in quel caso, cosa le consigliereste riguardo al nuoto?

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Di aspettare il responso di qualcuno che sappia il fatto suo.
Lo sport è per gente sana;in caso di guai di qualche tipo può naturalmente essere utile,ma con i dovuti riguardi e l'appoggio di personale competente,e io su questo non mi sento di essere affatto competente.

Ciao

Condividi sui social

34

Re: Le gambe a Rana

...dipende dal tipo di lesione,da quanto ce l'ha e a che livello è:aspetta l'esito della risonanza....sono cose da valutare caso per caso e comunque sempre da supervisionare!la prudenza non è mai troppa perchè poi i medici sono sempre pronti a creare"problemi"anche seri....

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Grazie! A voi è mai capitato di conoscere qualcuno che nuotava con il crociato rotto?

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

A me no,però non è che a tutti domando se il crociato funzia.

Condividi sui social

37

Re: Le gambe a Rana

si...ma ripeto:dipende wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

38

Re: Le gambe a Rana

Ciao a tutti! Ieri ho fatto un po' di vasche solo con la gambata a rana, perché non ho ancora assimilato completamente il movimento, quindi ho bisogno di esercitarmi senza dover pensare anche alla bracciata. Avro' fatto così 8 vasche (non consecutive), non di piu'....oggi mi ritrovo con un dolore pazzesco ai tendini dell'inguine!! Mi devo preoccupare? sad

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Secondo me strappi il movimento,devi farlo in accelerazione come una fiammata,non istantaneo come una esplosione.

Ciao

Condividi sui social

40

Re: Le gambe a Rana

stefano '62 ha scritto:

Secondo me strappi il movimento,devi farlo in accelerazione come una fiammata,non istantaneo come una esplosione.

Diagnosi perfetta, come al solito! smile Purtroppo avevo imparato (da sola) una gambata abbastanza sbagliata, adesso ho corretto la posizione delle gambe, ma mi resta il vizio di farla troppo brusca. La cosa che mi stupisce e' che pensavo che ne avrebbero risentito più che altro le ginocchia, non capisco cosa c'entri l'inguine... La prossima volta proverò a pensare all'accelerazione, grazie!

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

41

Re: Le gambe a Rana

prova a fare anche streatching piegandoti lateralmente su una gamba stendendo l'altra, dovresti sentirti tirare dove ti fa male... dico bene?

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

42

Re: Le gambe a Rana

Sì, mi fa male proprio lì, nell'interno della coscia...oggi va un po' meglio, ma ieri fare le scale è stata un'impresa! roll

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

43

Re: Le gambe a Rana

magari apri troppo le cosce!!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

44 (modificato da sally 22-03-2010 19:13:22)

Re: Le gambe a Rana

Sì, mi sa che apro troppo, ho provato il movimento a secco e mi sembra di averlo capito, ma trovo ancora un po' complicato riprodurlo correttamente in acqua! Mi viene più facile sul dorso, perché riesco almeno in parte a vedere quello che faccio. Ci lavorerò ancora!

Mi domandavo: il fatto di sentire male dopo aver nuotato è in generale sintomo che si è fatto qualcosa di non corretto? Posso prenderlo come un campanello d'allarme quando non sono seguita da un istruttore? O può essere anche che certi movimenti facciano male semplicemente perché sono nuovi per il corpo?

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

45

Re: Le gambe a Rana

si,dai...sono movimenti nuovi!!!us muscoli che non haimai usato o quasi wink posto che qualche movimento scorretto lo puoi sempre fare eccoprchè meglio vere il riscontro di un istruttore e lavorare da soli sulla scort delle correzioni wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

stefano '62 ha scritto:
alessiodor ha scritto:

GRAZIE MARINA.HO LETTO LA SEZIONE NUOTO PREVENTIVO

"Si sconsiglia la rana per il potenziamento del distretto lombare, dato che la zona risulta sovraccaricata nell'esecuzione di questo stile."

A QUESTO PUNTO LA DOMANDA E', VISTO CHE LA ZONA LOMBARE E' QUELLA CHE OGGI MI DA PIU' FASTIDIO(LEGGERO,NN ECCESSIVO): RANA SI O RANA NO?

Le frustate a rana interessano enormemente la sezione lombare,a questo si aggiunge l'effetto della posizione ad arco (leggero) della schiena durante la nuotata a rana,per cui il bacino dovrebbe restare leggermente più affondato rispetto alle spalle.
Per questo motivo la rana potrebbe determinare una sintomatologia dolorosa ai soggetti con problemi alla schiena,ed è decisamente proibita a coloro che presentano patologie importanti,per esempio un'ernia.

Però se il problema alla schiena è di minore importanza,allora nuotare a rana potrebbe fornire quello stimolo adatto ad uno sviluppo di forza e flessibilità della muscolatura lombare,la cui debolezza e rigidità risultano spesso la causa primaria delle patologie lombari.

Però al di là di ogni altra considerazione,non bisogna mai insistere con esercitazioni che causino dolore.
Un conto è sentire la muscolatura "lavorare" (finalmente),un altro sentirla protestare per qualcosa di inadeguato.

Ciao

Leggendo qua e la nel forum mi chiedevo se non sia il caso di aprire una sezione "lazzareto", della quale io farei parte per prima assieme a tutti coloro che approdano o tornano al nuoto per problemi di schiena..
Anche a me sia i medici che l'istruttrice hanno sconsigliato rana e delfino, quindi vado con dorso e stile ... per divertirmi ho inserito nel dorso a braccia alterne la gambata a rana che mi spinge bene in velocità, ma questo tipo di movimento  può andare in contrasto con lo sviluppo della muscolatura lombare che dovrei rafforzare? se ciò non fosse cosa ne pensate dell'utilizzo di questo stile ed eventualmente delle gambe rana anche nel crawl?

"questo spazio è vuoto perché sono una persona priva di fantasia" Col. Kurtz

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Dipende dalla posizione che assumi durante l'esercizio,la quale dipende dai tuoi equilibri di base.
Se non senti dolore continua pure.

Ciao

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Domenica c'ho proprio preso gusto con qusto stile ibrido e le ultime dieci vasche le ho nuotate così, ma in effetti non ho avuto problemi. Stasera ci riprovo ... magari riesco a stabilire pure un record!
Ciao e grazie

"questo spazio è vuoto perché sono una persona priva di fantasia" Col. Kurtz

Condividi sui social

49 (modificato da ippocampo 24-03-2010 13:20:21)

Re: Le gambe a Rana

Ciao Megattera, questa idea del Lazzaretto non è male, ci avevo pensato anche io, visto che sono un rottame ultimamente sad
Volevo dire a Stefano che ho provato (seguendo il tuo consiglio) a fare movimenti a secco come se nuotassi ma non ho notato niente di strano, invece mi succede la mattina quando mi sveglio che, sul letto a pancia in su piego le ginocchia e le appoggio di lato: a sinistra tutto bene ma se le porto a destra, sento dolore e tirare tantissimo il fianco che mi dà dolore quando nuoto. Io sapevo che facendo così si allunga il nervo sciatico ...avrò mica la sciatica? hmm
Gli stili ibridi, che io chiamo misti (va bene?), piacciono tanto anche a me, in particolare amo fare braccia rana, gambe delfino ...mi piacerebbe sapere qual'è la tecnica migliore smile

Condividi sui social

Re: Le gambe a Rana

Quelli che chiamate stili ibridi si chiamano esercizi di combinazione,e sono utilissimi per sviluppare le capacità coordinative.

Ciao

Condividi sui social