1

Argomento: Seconda lezione individuale...

Premessa:
E' il mio primo intervento sul forum e sono nuovo aspirante nuotatore: non parlo ancora bene il "nuotese" :-)  e quindi spero di riuscire a spiegarmi.
Sono decisamente prolisso...

*************************************
Ho FINALMENTE cominciato ad andare in piscina a causa del mal di schiena e devo dire che, oltre a STARE BENE sotto questo aspetto COME DA MOLTI ANNI NON RICORDAVO (gia' dopo 2/3 ingressi il mal di schiena mi sembra un RICORDO!), devo dire che adesso mi sento meglio piu' in generale sia sotto l'aspetto fisico che "morale": vedere che giorno dopo giorno fatico di meno a fare lo stesso, oppure faccio di piu' con lo stesso sforzo, mi appaga assai.

La prima lezione 2 settimane fa: terribile all'inizio perche' avevo una paura esagerata dell'acqua, anche per via di un "trauma" infantile, che pero' superavo incredibilmente gia' alla fine dell'ora, secondo me soprattutto grazie alla pazienza e alla bravura della instruttrice...
In queste 2 settimane sono andato in piscina 6 volte da solo, per prendere confidenza con l'acqua (e l'ambiente piscina in generale) e ho fatto ogni volta fra 1 ora e 80 minuti di movimento a dorso solo gambe e molta pratica di immersione della testa con occhi aperti, ovviamente senza occhialini: quest'ultima in particolare per via della mia grande paura "passata" (spero...)

Giovedi', alla seconda lezione, mi ha detto che in generale mi vede bene come ambientamento e che possiamo passare alla seconda fase: ma l'altra volta quasi tremavo x paura mentre ora IN CONFRONTO sembro quasi un pesce  ;°)
Fra l'altro avevo molto piu' fiato di quanto credeva, e anche io mi sono stupito: mi ha anche chiesto se avevo smesso di fumare, invece 1 pacchetto al giorno me lo devo "far bastare"...

Purtroppo non ricordo bene tutte le cose che mi ha fatto fare: non sono moltissime ma sara' per la concentrazione, su 8 esercizi ne ricordo si e no 2 o 3 :-(
Fra l'altro, mi ha fatto fare degli scivo­lamenti sul petto e sul dorso.
Mi faceva partire in posizione libero con le braccia tese in avanti con i palmi delle mani sovrapposti, dando una spinta al bordo e poi con la testa dentro tenendo il respiro senza gambate fin dove riuscivo, e poi con gambate iniziando a fare respirazione.
Poi scivolamento a dorso con movimento di braccia orizzontale a livello dell'acqua.

Primo problema, molto comune a quanto ho letto su questo forum, la respirazione in posizione libero, ma con le braccia tese in avanti.
Per risolvere, vorrei capire il meccanismo.
Come suggeritomi, conto 3 secondi e poi dovrei cambiare l'aria, ma trovo difficilissimo non bere (questo e' il meno... almeno all'inizio) ma soprattutto faccio fatica e prendere l'aria con la testa dritta sul davanti: sara' la paura (?) o forse in quell'istante serve piu' spinta di gambe, ma non ci riesco e finisco col fermarmi dopo 2 o 3 respiri (mal fatti, secondo me) e ripartire.
Oppure faccio male il movimento di alzare la testa per paura che mi possa fare male alla schiena, e quindi mi blocco o irrigidisco...?

Devo dire che per l'istruttrice vado bene ANCHE in questo, per il mio livello: pero' mi affatico 1 po' troppo...
Sara' normale, perche' sono movimenti che faccio solo dall'altro ieri e quindi mi ci devo abituare, oppure ?

Anche oggi ci andro' da solo un paio d'ore nel pomeriggio: spero di uscirne indenne :-)

Ovviamente non posso (ancora) definirmi un appassionato di nuoto, pero' mi piace e voglio cercare di imparare: d'altronde vedo in questa attivita' un aspetto in comune col "mio" mondo tecnologico fatto di computers e Internet, dove MAI si smette di imparare e trovo che questo sia uno stimolo irrefrenabile per continuare a crescere nella conoscenza.

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Anch`io inizia a fumare quando fui costretto a lasciare il tennis e per 7 anni ho continuato. Nuoto da circa 1 anno e non fumo piu` grazie proprio al nuoto, spero che seguirai la stessa strada.
La respirazione frontale ti schiaccia il bacino verso il basso e quindi perdi la posizione orizzontale, io respiro di lato, una volta a dx e una volta a sx (anche per la cervicale). Questa è la mia sepur poca esperienza. Vediamo cosa ne pensano i ns amici esperti.
Ciao

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

L'esercizio di gambe a testa sotto prendendo aria in avanti è abbastanza difficile e indicato a chi già dispone di un ottimo dato respiratorio di base,unito ad una impostazione grezza della gambata.
Chi soffre di schiena farà sempre fatica a farla perchè le gambe tendono a cadere facendo affondare anche il corpo appena si solleva la faccia,dunque spesso si esegue il movimento a scatti peggiorando il rilassamento.
Se proprio devi farle,ti suggerisco (1) di non contare per niente ma di soffiare fino a che hai aria,poi respirare solo quando hai bisogno (questo,anche se sembra incredibile,minimizza il fabbisogno di tempo per incamerare aria);
(2) di non cercare di uscire con tutta la testa e le spalle,ma solo con il viso tenendo collo e mento in appogio nell'acqua,per diminuire la spinta di gravità che ti fa ripiombare in acqua;
(3) di tenere le mani bene sotto acqua a braccia diritte ,e di allargare le mani affondandole leggermente (come per accarezzare una palla) mentre sollevi il viso;questo determina una specie di vortice che aiuterà il galleggiamento non appena ci passerà sopra il busto.

Ciao

Condividi sui social

4 (modificato da mauro65 06-04-2010 22:49:31)

Re: Seconda lezione individuale...

Ho preso nota e oggi pomeriggio provero' a mettere in pratica i tuoi suggerimenti.

Comunque io ho inteso che mi fa fare questi esercizi per CAPIRE come fare la respirazione...
Fra l'altro non ho ancora capito bene se contro il mal di schiena (lombare nel mio caso) e' indicato SOLO il dorso (e a rana "morbida") oppure anche il libero, ma sempre piuttosto sul morbido cioe' senza sforzare troppo la schiena con movimenti bruschi.
Suppongo che esistano varie scuole di pensiero. E' solo curiosita': almeno per ora mi ha escuso lo stile rana.

Ammetto di essere un po' troppo nauseante con queste paranoie, che pero' essendo nuovo dell'ambiente forse sono giustificate, perche' sarebbe il colmo che mi provocassi un ritorno del male proprio adesso che non lo sento piu': oddìo, una leggerissima sensazione ma MENO di "fastidio" la sento, specie appena dopo essere uscito, ma la mia vita (la schiena) da 2 settimane e' CAMBIATA RADICALMENTE IN MEGLIO COME MAI MI SAREI IMMAGINATO.
---> Penso che questa specie di fastidio sia dovuto proprio al fare movimenti che mai avevo fatto negli ultimi ... 25 anni e anche piu'.

Io ero entrato in questo centro sportivo a meta' marzo SOLTANTO per farmi fare dei massaggi: come sempre, da qualche anno ormai, nei giorni piovosi e/o ventosi mi sentivo "arrugginito" e anche solo alzarmi da una sedia era un mezzo incubo. Per non parlare di alzare la serranda del garage: talvolta lasciavo la macchina fuori di notte per non dovermi sforzare al mattino col rischio di rimanere bloccato oppure dolorante per tutto il giorno.
La segretaria mi diede numero di telefono per contattare il loro massaggiatore e poi mi disse "perche' non provi la piscina, il primo ingresso e' anche gratuito, e avrai benefici maggiori e duraturi".
Non l'avesse mai detto: nel senso buono  smile

Per paura di fare movimenti scorretti sto prendendo alcune lezioni individuali: poi mi sono promesso che andro' fra 2 e 3 volte alla settimana; causa lavoro e orari di piscina sarebbe difficile di piu', sebbene questa settimana compreso oggi sono riuscito ad andarci 5 giorni su 6  :-)
Se per assurdo non dovessi piu' avere miglioramenti (ma non e' cosi', leggendo questo forum...), per me e' gia' MOLTO PIU' di quanto mi sarei aspettato.
Io pensavo che il nuoto desse benefici alla schiena LIMITATI e sul lungo termine, invece...

Grazie 1000 per i suggerimenti.

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Il crawl di solito é lo stile che dá meno problemi alla schiena,l'unico inconveniente é che la debolezza lombare rende difficile tenere alte le gambe.

Ciao

Condividi sui social

6

Re: Seconda lezione individuale...

quando è così meglio mollare prima che ci si stanchi pena affaticamento della lombare...questo se ci sono problemi!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Allora, sabato niente piscina  sad
Oggi pomeriggio invece un'oretta "libero".

Premessa: per chi non lo sapesse, qua in Piemonte si dice "bastian contrario" per definire, copio e incollo da Wikipedia "chi assume per partito preso le opinioni e gli atteggiamenti contrari a quelli della maggioranza".
Io mi ritrovo assai spesso in questa definizione: per natura e non per puro "divertimento".


>stefano '62
>03-04-2010 13:26:43
>(1) di non contare per niente ma di soffiare fino a che hai aria,poi respirare solo quando hai bisogno
>(2) di non cercare di uscire con tutta la testa e le spalle,ma solo con il viso tenendo collo e mento in appogio nell'acqua,
>per diminuire la spinta di gravità che ti fa ripiombare in acqua;

punto 1 ok

punto 2 per me ancora incomprensibile: ma se il corpo deve stare il piu' possibile orizzontale (giusto?), come si puo' non far uscire tutta la testa ma soltanto il viso, con collo e mento appoggiati all'acqua ?
non ci riesco (ancora) ...   sad
cioe': ci riesco solo quando ho la sensazione di sbagliare :-)

cerco di spiegarmi: quando cerco di andare a crawl a braccia dritte, ho spesso la sensazione che le gambe siano troppo in alto e tendano quasi ad uscire dall'acqua e a farmi sbilanciare troppo in avanti con il resto del corpo. Cosi' quando devo respirare "devo" forzare un po' (troppo) per fare uscire almeno la bocca, ma per paura di fare movimenti sbagliati per la schiena faccio male il tutto e di solito mi fermo subito o quasi.
quando invece sento le gambe tutte immerse, la testa riesce ad uscire abbastanza bene, senza che io mi faccia le menate di cui sopra e vado avanti almeno per qualche ciclo, anche grazie al suggerimento del punto 3


>(3) di tenere le mani bene sotto acqua a braccia diritte ,e di allargare le mani affondandole leggermente (come per accarezzare
>una palla) mentre sollevi il viso;questo determina una specie di vortice che aiuterà il galleggiamento non appena ci passerà
>sopra il busto.

oggi pomeriggio ho provato questo sistema (della palla) e devo dire che sembra funzionare anche con me! :-)
poi a causa del fiato molto corto e alla novita' dei movimenti non faccio piu' di 3/4 cicli...
ma suppongo che devo imparare ancora un bel po' a gestire la respirazione e la coordinazione dei movimenti, prima di illudermi di riuscire a fare qualcosa...

giovedi', prossima sessione in libera, vedremo: cmq la cosa mi piace sempre piu'.
e "finalmente" cominciano le cose un po' piu' complicate (per me)  :-)


>Marioaversa
>03-04-2010 12:59:46
>Nuoto da circa 1 anno e non fumo piu` grazie proprio al nuoto, spero che seguirai la stessa strada.
>La respirazione frontale ti schiaccia il bacino verso il basso e quindi perdi la posizione orizzontale, io respiro di lato

Per le sigarette ... spero di riuscirci, ma per adesso su questo fronte la vedo mooooolto in salita.
Per il resto: adesso dovrei imparare a respirare da davanti; per lo meno questo mi ha chiesto (fra le altre cose) l'istruttrice giovedi scorso.


>marina
>03-04-2010 22:59:08
>quando è così meglio mollare prima che ci si stanchi pena affaticamento della lombare...questo se ci sono problemi!!

male non ne ho ancora mai sentito, e "ormai" ho fatto nove ingressi dal 18 marzo: ma oggi e' solo la seconda volta che, forse, sforzo un po' la lombare.
fino ad ora dalla piscina sto avendo solo e soltanto benessere generale e benefici alla schiena.
io continuo a provare


>stefano '62
>03-04-2010 17:36:59
>Il crawl di solito é lo stile che dá meno problemi alla schiena,l'unico inconveniente é che la debolezza lombare rende
>difficile tenere alte le gambe.

come dicevo sopra, io ho quasi il problema opposto: spesso tendo ad affondare sul davanti.
oggi pomeriggio quando succedeva questo, avevo la netta sensazione che semplicemente non davo abbastanza spinta con le gambe: e infatti dando piu' spinta di gambe mi raddrizzavo meglio con la testa. ma purtroppo spendevo troppa energia e cosi' poi finivo comunque poco dopo.

La parola d'ordine e': riprovare, riprovare e riprovare.
Cosi' almeno credo di aver capito leggendo da alcune settimane questi forum: dopotutto mi sembra che questo sistema vale praticamente sempre nella vita :-)

Grazie a tutti: soprattutto per la pazienza di leggermi...

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Le gambe non sono mai tanto alte da determinare la "caduta" in avanti del busto e della testa;è solo un'impressione ed è falsa.
Quando si prova quella sensazione di solito significa che c'è un disagio di fondo nell'abbandonare definitivamente la posizione verticale a favore di quella orizzontale,dunque si tende a tenere il busto costantemente più alto del bacino,come per stare SOPRA all'acqua (pronti ad uscire con la faccia alla bisogna) invece che DENTRO.
In effetti la posizione di equilibrio corretta è quella dentro all'acqua,cioè con il peso del tronco COMPLETAMENTE abbandonato nell'acqua;,e fino a che non si è in grado (psicologicamente) di accettarla,l'ambientamento non può essere considerato completato.

Ciao

Condividi sui social

9 (modificato da mauro65 07-04-2010 01:24:04)

Re: Seconda lezione individuale...

chiaro e coinciso, come sempre
ecco su cosa devo lavorare: galleggiamento e scivolamento, dico bene?

ma perche' il dorso SEMBRA piu' facile da fare?
SOLO per via della respirazione piu' semplice oppure anche questa "facilita'" e' solo una apparenza?
voglio dire: sul dorso non ho praticamente mai questa sensazione di "cadere"...

cmq ammetto che anche se mi e' passata la grande paura dell'acqua, ancora non mi ci sento DEL TUTTO a mio agio sad
e capisco che questo influisce troppo negativamente

ok: da giovedi' lavorero' su questo nello specifico

GRAZIE 1000, come sempre

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

mauro65 ha scritto:

ma perche' il dorso SEMBRA piu' facile da fare?
SOLO per via della respirazione piu' semplice oppure anche questa "facilita'" e' solo una apparenza?
voglio dire: sul dorso non ho praticamente mai questa sensazione di "cadere"...

E' personale (altri odiano la posizione a dorso perchè risulta difficile usare le braccia per controllare "compulsivamente" la posizione),nel tuo caso il motivo di questa tua preferenza è esattamente lo stesso che genera il tuo fastidio a sentire il bacino che si alza.

Ti consiglio i galleggiamenti a botte,gli scivolamenti con sottopassaggio,il nuoto subacqueo,le verticali nell'acqua,i tuffi in ginocchio dal bordo (a testa rigorosamente affondata più del bacino),le carpiate e le capriole fatte attorno alla corsia (girarci attorno tenendola stretta con le mani).

Ciao

Condividi sui social

11

Re: Seconda lezione individuale...

esatto!!investi del tempo con l'ambientamento:neglia dulti si tralascia spesso ma è la base dell'apprendimento di ogni stile...questa fase è cruciale e va fatta adesso:cioè puoi anche imparare un dato stile da"malambientato"ma lo imparerai male!!meglio darsi tempo e fare amicizia con questo mondo che non è nostro naturalmente wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

12

Re: Seconda lezione individuale...

ok
grazie ancora: leggere le vostre parole e' importantissimo per chi e' all'inizio, come me ;-)

io non ho nessun fretta, nel senso che sto andando in piscina contro il mal di schiena e, come molti altri a quanto leggo su questo forum, vorrei cercare di imparare a nuotare e non solo a galleggiare
e siccome in generale l'ambiente mi piace e ci vado piu' che volentieri, ho tutto il tempo che voglio...
forse mi ero un po' illuso: no problem, tornare in ambientamento puo' solo farmi bene

domani pomeriggio un'oretta da solo: purtroppo lavorando, per poblemi di orari, non posso fare di piu' perche' alle 18.30 cominciano acquagym e c'e' tanta gente che riempie la piscina e per di piu' con la musica a volume alto, e per me diventa impossibile concentrarmi

meno male che il sabato sono aperti fino alle 18 e la piscina e' semideserta :-)
saluti!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

13

Re: Seconda lezione individuale...

buone vasche!!agggiornaci big_smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

14 (modificato da mauro65 10-04-2010 10:22:26)

Re: Seconda lezione individuale...

stefano '62 ha scritto:

Ti consiglio i galleggiamenti a botte,gli scivolamenti con sottopassaggio,il nuoto subacqueo,le verticali nell'acqua,i tuffi in ginocchio dal bordo (a testa rigorosamente affondata più del bacino),le carpiate e le capriole fatte attorno alla corsia (girarci attorno tenendola stretta con le mani).

Mi autoquoto con l'inizio del primo post di questo 3d:
***************************
E' il mio primo intervento sul forum e sono nuovo aspirante nuotatore: non parlo ancora bene il "nuotese" :-)  e quindi spero di riuscire a spiegarmi.
***************************

e adesso mi correggo "... di riuscire a spiegarmi e a capire".

per me che sono nuovo dell'ambiente e non parlo ancora (quasi niente) il nuotese, le tue parole sono incomprensibili sad
quando ho letto "galleggiamenti a botte" (era gia' sera ed ero un po' stanco) prima mi sono venuti i capelli dritti e poi ho sorriso: mi ero visto la (d)istruttrice insegnarmi la tecnica minacciando di menarmi yikes))
e anche le altre cose sono scritte in perfetto (ma per me ancora incomprensibile) "nuotese"

so bene che puo' sembrare ridicolo e/o incredibile, ma io neanche da piccolo credo di aver mai fatto una capriola: oppure proprio non ricordo come si fanno.
ero sedentario anche allòra...
conosco abbastanza bene l'informatichese ma il linguaggio del nuoto mi e' ancora praticamente DEL TUTTO nuovo

-----> anche a costo di essere noioso: "non conosco come si fa" per me NON vuol dire "non posso fare" ma piuttosto "devo ancora imparare a farlo"
se fosse possibile spiegare almeno alcuni suggerimenti con qualche parola in piu'...

cmq grazie di tutto, come sempre: ANCHE IO apprezzo le tue/vostre parole, sebbene non le capisco ancora del tutto.


*******************************

giovedi' ho fatto la mia "solita" (...) ora in acqua da solo, ed ho fatto, alternandole:
delle serie di vasche a dorso con le braccia distese in alto sulla testa con le mani unite, alternate a vasche sempre a dorso ma con movimento "a cerniera", come ho letto poco fa nella spiegazione in un altro 3d
poi alcune serie di vasche provando ancora a libero con le braccia tese in avanti e le mani unite
piu' svariate serie di galleggiamenti e scivolamenti a dorso e a testa in giu

a crawl usando la tecnica della "palla" ho la sensazione di sentirmi "alzare" il busto e mi sembra di effettuare "meno peggio" la respirazione: era giusto qualche esperimento, non era fretta di fare :-)

sia a dorso che a crawl sto finalmente "sentendo" che quando riesco a rilassarmi per bene va tutto molto meglio: mi stanco di meno e mi sembra di avanzare in modo piu' corretto

in generale mi sento (ovviamente) +/- sottozero: ma rispetto alla mia prima entrata, il 18 marzo scorso, ho notato un aumento esponenziale di fiato, nonostante non abbia ancora gettato via le sigarette...
per ora mi fermo ogni 1 o 2 vasche, ma giusto per pochi secondi e poi riesco a ricominciare senza l'affanno continuo dei primissimi giorni
evidentemente mi sottovaluto troppo: ho visto piu' persone +/- miei coetanei che continuano a stare piu' tempo ferme al bordo vasca che in movimento, ma forse avranno anche altri problemi fisici oltre al sovrappeso, oppure sono poco motivati

*******************************

la prossima settimana saro' a casa dal lavoro causa cassa integrazione: questo per me vuol dire qualche soldino perduto, ma soprattutto ... PISCINA TUTTI I GIORNI!
ALEEEEEEEEEE :-)
Sono gia' in agitazione (positiva), pensando al senso di benessere avuto la settimana scorsa, con la presenza in acqua QUOTIDIANA e in ore piu' tranquille rispetto a quelle caotiche dopo l'orario di lavoro
spero anche di trovare qualcuno con cui poter confrontare idee e consigli: all'inizio-inizio volevo essere piu' solo possibile, mentre adesso preferirei provare ad essere anche in compagnia di altri neofiti, proprio per confrontarmi

alla prossima.
Ciao!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Galleggiamento a botte,significa raggomitolarsi con le braccia che abbracciano le gambe e galleggiare come una botte dispersa in mare.
Gli scivolamenti sono le spinte dal muro in posizione affusolata a braccia distese.
Ti metti a braccia distese e capo immerso,appoggi i piedi al muretto,galleggi così per un secondo,poi allunghi le gambe in modo da darti una spinta per partire,poi ti lascci scivolare il più lontano possibile senza muoverti dalla posizione affusolata;con sottopassagggio significa mettere un salsicciotto a tre o quattro metri dal muretto e cercare di passargli sotto senza toccarlo dopo avere fatto uno scivolamento.
La verticali sono come quelle fatte fuori dall'acqua,solo che avrai la testa immersa.
Le carpiate son ole immersioni fatte partendo dalla posizione si galleggiamento,poi immergi la testa e le spalle a fai una mezza capriola in modo da sollevare le gambe al di fuori dall'acqua e al di sopra della testa,in modo che i loro peso ti faccia inabissare come per fare una verticale.

Ciao

Condividi sui social

16

Re: Seconda lezione individuale...

Grazie ancora, come sempre: anche e soprattutto x la pazienza.
in effetti galleggiamento e scivolamento sono le uniche cose "imparate" (o quasi) finora
da domani avro' come sempre cose nuove da provare a fare: e da domani comincia un'altra settimana FULL-IMMERSION :-)
alla prossima lezione individuale chiedero' alla istruttrice di fermarci e di farmi approfondire l'ambientamento: speriamo...

ieri mi sono fatto la mia solita ora abbondante, tranquillo a "sguazzare" praticamente solo di dorso con bracciate a cerniera oppure braccia unite sopra la testa
ieri ho apprezzato moltissimo che alla fine di ogni vasca sentivo superfluo fermarmi sempre, ma avevo bisogno di fermarmi solo ogni qualche vasca: spero che questo duri e non sia solo una illusione perche' pensavo di avere mooolto meno fiato, sebbene la tipa mi dice che ho una gambata parecchio potente e questo forse mi aiuta molto, almeno per ora

______________________________________________________________________

una domanda che forse puo' sembrare stupida, ma la faccio con tono serioso:
dopo una mezz'ora che "nuoto" (diciamo cosi'...), mi sale dentro una FORTE sensazione di benessere e voglia irrefrenabile di continuare vasca dopo vasca, avanti e indietro... quasi come in uno stato di "trance".
sara' l'autosuggestione?
sara' lo sforzo che si fa sentire?
sara' ... il cloro ?  :-)

io tutte le volte che ci vado questa sensazione la sento forte: e si protrae per svariate ore dopo...
ma ... che cosa e'?

______________________________________________________________________

non vedo l'ora di imparare a nuotare per davvero: non ho fretta, semplicemente ho voglia di imparare :-)
era da molti anni che non conoscevo un nuovo ambiente cosi' eccitante e stimolante: penso da quando cominciai ad entrare nel mondo dei computers circa 20 anni fa, ambiente che secondo me ha svariate analogie con quello del nuoto.
cmq dopo un mesetto di attivita' e 12 ingressi (e ancora a livello... +/- sottozero), posso dirlo senza esitazione: sono orgoglioso di far (FINALMENTE) parte degli amanti della piscina
ciao a tutti!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

17

Re: Seconda lezione individuale...

è normalissimo!!produci delle endorfine che son delle vere e proprie droghe naturai prodotte all'interno dell'organismo che donano benessere....questo succede con qualunque attività fisica!!!
continua così!!! smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

18 (modificato da mauro65 11-04-2010 22:56:25)

Re: Seconda lezione individuale...

marina ha scritto:

è normalissimo!!produci delle endorfine che son delle vere e proprie droghe naturai prodotte all'interno dell'organismo che donano benessere....questo succede con qualunque attività fisica!!!
continua così!!! smile

forse pero' non con tutti agisce nello stesso modo: negli spogliatoi a me SEMBRA di vedere che i tipi che arrivano dalla palestra abbiano spesso dei musoni... mentre io sembro sempre al settimo cielo ANCHE SE DOVREI ESSERE NERO perche' mi sembra sempre di essere a livello zero ;-)
fra l'altro mi capita sovente di essere un po' imbarazzato per questo mio stato euforico: io da ignorante pensavo fosse un meccanismo tipico della piscina
cmq no prob: l'importante e' che funzioni
ciao!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

E oltre alle endorfine che alzano la soglia di tolleranza psico-fisica alla fatica,c'è anche l'effetto di "reclutamento" dei lavori di forza,che alla lunga permette di attivare le fibre muscolari "dormienti".
Un pò come se in una fabbrica gli operai di turmo telefonassero agli altri a casa per venire a dar loro manforte.
Dunque a parità di muscolo aumenta l'attività elettrica del muscolo,e di conseguenza la forza disponibile.

Ciao

Condividi sui social

20 (modificato da mauro65 13-04-2010 20:30:15)

Re: Seconda lezione individuale...

stefano '62 ha scritto:

Un pò come se in una fabbrica gli operai di turmo telefonassero agli altri a casa per venire a dar loro manforte.

in effetti la sensazione che provo si spiega bene con questa metafora degli operai big_smile
saro' banale: ancora una volta ... GRAZIE (a voi tutti) di esistere
ciao!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

21

Re: Seconda lezione individuale...

per la prima volta dopo 14 ingressi in meno di 1 mese, finalmente oggi non mi sono piu' sentito proprio "sottozero"  :-)

oggi pomeriggio ho fatto la terza lezione ed anche oggi i 50 minuti sono VOLATI come niente
oggi avevo la sensazione di capire un po' meglio il senso delle cose che stavo facendo: purtroppo anche oggi come l'altra volta, dopo alcune ore mi sembra di avere in testa QUASI SOLO confusione :-(
pero' stavolta mi ricordo con piu' precisione i movimenti che ho fatto: ma le parole tecniche (il famoso "nuotese"...) non mi riescono ancora ad entrare

abbiamo ripreso scivoli e galleggiamenti SOPRATTUTTO di dorso e con piccole varianti e, colpo di scena, anche il galleggiamento (?...) prono con le braccia distese in avanti con le mani unite oggi mi e' riuscito: oddìo, riuscito forse e' un po' troppo, pero' sbattendo di piu' e meglio le gambe sentivo una stabilita' maggiore e soprattutto non ho mai avuto la sensazione di "cadere" in avanti, e meno che mai indietro. Poi mi ha detto di tenere un po' sollevate le mani nel momento del rialzo della testa, per favorirlo: in questo modo tutto mi e' sembrato piu' semplice e in quelle 4/5 vasche che ho fatto in questo modo, ho respirato molte piu' volte rispetto ai tentativi falliti +/- dopo 1 o 2 respiri ed enorme fatica nei giorni scorsi
e tenendo le mani verso l'alto, non si manifesta quella tendenza a muoverle verso il basso come facevo prima
in alcuni momenti sentivo di farlo corretto perche' sentivo i movimenti fluidi e "naturali" e senza apparente stanchezza: praticamente mi sembrava di lavorare senza affaticarmi, ma forse anche per l'effetto di cui si parlava qualche post piu' sopra
cmq una bellissima sensazione big_smile

a dorso con le braccia ferme appoggiate sulle cosce mi ha detto di correggere soltanto l'inclinazione della testa: pero' questo passaggio non mi e' del tutto chiaro e per ora il mio riferimento e' guardare verso il soffitto con una certa inclinazione
pero' non riesco ancora a percepire la posizione corretta "sentendo" l'acqua: questa sensazione di "sentire" l'acqua (spero di riuscire a spiegarmi) l'ho avuta invece quando alzavo troppo le ginocchia

questo imparare a "sentire" l'acqua, in questo momento mi sembra uno degli aspetti piu' appassionanti dell'apprendimento del nuoto
imparare a sentire se l'acqua scorre in modo "corretto" attraverso il nostro corpo...

o ... sto dicendo idiozie?  :-)

*******************

la tipa mi dice di apprezzare molto:
1: il fatto che sto andando in piscina con una costanza degna di un "telebano" :-)  cosi' da ambientarmi meglio...
2: cercare notizie sull'Internet e sui ... forum  :-)

saluti a tutti!

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Seconda lezione individuale...

Nessuna idiozia,lo sviluppo percettivo è in assoluto la cosa più importante.

Ciao

Condividi sui social

23

Re: Seconda lezione individuale...

ok
devo imparare a usare meglio questo forum (anche la ricerca): e dire che in queste 3 settimane ho letto una montagna di post su molti argomenti...
solo adesso sto leggendo in altri 3d quanto e' importante la percezione
cmq bella storia anche questa

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

24

Re: Seconda lezione individuale...

Dopo la settimana passata ogni giorno per almeno un'ora in acqua da solo a fare "esperimenti" (scivoli e galleggiamenti a dorso), sabato pomeriggio quarta lezione individuale: fra una decìna di giorni dovrei cominciare ad imparare insieme ad un altro utente al mio livello, che pero' non ha ancora superato del tutto la paura dell'acqua; essendo passato anche io da questo problema, chissa' se riusciro' a rendermi utile a lui...
Ma la settimana passata ero in cassa integrazione: oggi sono rientrato al lavoro e quindi potro' fare soltanto 3 ingressi.

Sabato mi ha fatto fare ancora galleggiamenti in posizione prona: partenza a scivolo e FINALMENTE le prime bracciate, sotto l'acqua.
Beh, devo dire che rispetto a tenere le braccia ferme in avanti con le mani unite, mi sembra mooolto piu' semplice respirare in questo modo, sebbene fra la mia impreparazione e il fiato corto ovviamente faccio fatica, almeno per adesso.
Ci siamo concentrati (anche secondo me, giustamente) sulla respirazione: un respiro ogni 4 bracciate e poi ogni 2, una vasca respiro solo a destra poi un'altra solo a sinistra, e anche mezzza vasca a destra e l'altra mezza a sinistra.
E alla fine un paio di vasche con bracciate fatte alternativamente: pero' in questo modo andavo (ovviamente) a zig-zag...
Da totale inesperto non capisco sempre il senso "profondo" degli esercizi (e ci mancherebbe!): comunque vado avanti.
Sento chiaramente che manco di coordinazione dei movimenti: quindi, seguendo questo forum, l'unica cosa da fare e' continare a fare vasche su vasche :-)

Penso che anche per me sara' (molto) faticoso imparare questa fantastica attivita': ma secondo me le cose "difficili" da imparare sono anche quelle che poi danno piu' soddisfazioni.
Dico "fantastica" attivita' perche' oltre al benessere fisico e ai benefici che mi ha gia' dato contro il male alla schiena, sto scoprendo giorno dopo giorno altri aspetti che alla fine mi fanno attendere con ansia ogni prossimo ingresso. La domenica mi sento quasi in crisi di astinenza da cloro :-)
Per adesso non vedo l'ora che arrivino le 17.30 di domani: finalmente si ricomincia big_smile
E per la prima volta in vita mia (che io mi ricordi, almeno) quest'anno non vedo l'ora che arrivi l'estate: di solito a me piacciono autunno e inverno, fredde giornate grigie e piovose, neve...

Vabbe'...
Alla prossima.
Ciao a tutti!  :-)

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

25

Re: Seconda lezione individuale...

facci sapere wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social