Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Ho dimenticato una domanda.
Per sciogliere le gambe "a secco", mi consigliate anche tanto ma tanto stretching invece delle boiate che ti propongono in palestra?

Grazie ed un saluto a tutti.

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

27

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

le pinnette non possono essere considerate utili perchè danno una spinta molto maggiore, credo.. hai mai provato a nuotare con le pinne da solo a mare? ogni anno c'è la sfida io contro mio zio con le pinne, che faceva lo sbruffone a superarmi senza braccia.. quest anno l'ho superato finchè non si è stancato smile smile

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Lo so Carletto, lo so, ed è anche specificato nel messaggio. Ma la mia domanda si riferiva al contributo delle gambe nell`avanzamento che a quanto pare conta e pure molto se mi permette di diminuire di 1/4 le bracciate!

Ciao

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

29 (modificato da carlo994 06-04-2010 22:25:24)

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

in effetti quando devo fare un 25 forte sento molto la spinta delle gambe, soprattutto io che dicono che ho una gambata molto forte (quelli dietro mi odiano perchè faccio schiuma), però solo se vado anche con le braccia, solo gambe faccio pena sad

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Si, da piccolo e fino ai 17 anni, trascorrevo 3 mesi l`anno a Paestum e di pinnate ne ho fatte. Una volta stavo pure annegando verso la riva perché per fa il deficente mi si sono conficcate le pinne nella sabbia con la testa immersa, mi ha salvato un bagnante!

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

31

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

ahahahahahahah tongue

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

A Pozzuoli ci sono stato quando stavo preparando l`esame di geologia all'università. Bah, vado a nanna, domani ho una giornata tosta e forse non riesco nemmeno a nuotare, e poi se ci becca che cazzeggiamo, Stefano ci taglia i viveri!
Ciao

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

33

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

eh già.. mi manda a fare un 5000 tongue sei stato alla solfatara e ti sei visto i campi flegrei?

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Marioaversa ha scritto:

Oggi, per curiosità, ho nuotato una vasca 25 mt con pinnette. Sono passato da 21 bracciate (senza pinnette) a 15 bracciate. Possibile che le gambe sono così importanti nel crawl? E' vero che sono pinnette e non piedi ma è anche vero che nel crawl si è sempre detto che le gambe contano solo per stabilizzare.

Ciao

Sì è vero,però non è che il loro apporto sia nullo,soprattutto se lo si amplifica con l'utilizzo delle pinne.

Ciao

Condividi sui social

35

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

prima attività aerobica e poi stretching...in palestra le boiate le fanno fare gli istruttori boia:non vorrei che passasse il messaggio che sono contro la palestra,sono solo cotro gli istruttori incompetenti.se fatta bene la palestra che behn venga!! smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

marina ha scritto:

prima attività aerobica e poi stretching...in palestra le boiate le fanno fare gli istruttori boia:non vorrei che passasse il messaggio che sono contro la palestra,sono solo cotro gli istruttori incompetenti.se fatta bene la palestra che behn venga!! smile

Sottoscrivo in pieno.

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

FERMI TUTTI! La mia sulle palestre non voleva accendere polemiche ne mettere in difficoltà i mediatori. Se ho turbato la sensibilità di qualcuno, chiedo scusa e finisce qui la cosa! Mi preme precisare che per natura sono pacifista ma che ho il pregio o difetto, spetta a gli altri dirlo, di dire quello che penso e proprio per questo non sopporto le persone ipocrite o opportuniste! Adesso posso mangiare con più tranquillità. A dopo, per rispondere a Maria Pia e Carletto.

Vi abbraccio tutti.

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

carlo994 ha scritto:

eh già.. mi manda a fare un 5000 tongue sei stato alla solfatara e ti sei visto i campi flegrei?

Si, le ho visitate entrambe e poi ci hanno portato all'Osservatorio Vesuviano.

Cia UAGLIO':D

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Salve a tutti, riprendo il secondo post di Stefano sull'utilizzo delle gambesul crawl. Io ho lo stesso problema, braccia forti ma gambe scarse, infatti col pull buoy nuoto quasi allo stesso tempo del crawl completo. Negli ultimi mesi utilizzo il pull buoy solo negli esercizi cercando di migliorare il crawl completo e rinforzare le gambe. Un amico ex agonista mi ha detto che la muscolatura delle mie gambe non è "adatta" al nuoto ed è per questo che ho difficoltà e che devo abituarla. Leggendo i consigli di Stefano vorrei sapere quali esercizi posso fare senza tavoletta, per miglorare la gambata a crawl onde evitare di sprofondare con le gambe. Io cerco di stringere addome e glutei, ma probabilmente non basta. Grazie mille!!!

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

La muscolatura "non adatta" non significa che geneticamente sei stato costruito male.
Significa solo che,data la tua personale storia di sviluppo nervoso dalla pubertà ad oggi (che prende strade diverse a seconda del tipo di attività coordinativa fatta da giovani),ti ritrovi con una muscolatura come ogni altro essere umano,ma con terminazioni nervose dislocate in modo da rendere difficile un'azione congrua nell'acqua.
Cerco di spiegarla in parole povere:immagina i tuoi nervi (che si connettono ai muscoli permettendo il movimento) come fossero i fili di una marionetta,più ne hai,più la marionetta riuscirà a compiere azioni complesse,se ne manca qualcuno altre azioni saranno impossibili o poco precise;se questi fili sono posizionati in modo diverso,potrai compere efficacemente alcune azioni mentre altre risulteranno penalizzate.
Nelle tue gambe (immagino) le terminazioni nervose forse sono carenti,o forse posizionate magari in modo perfetto per tutto ciò che sei solito fare nel tuo quotidiano,ma in modo non confacente al movimento nell'acqua,così che quando muovi le gambe in acqua l'azione risulta farraginosa e poco adatta a spostare acqua.
Oltre a questo ci potrebbe essere un discorso di sviluppo delle giuste masse muscolari.

E' possibile migliorare la situazione e creare i giusti requisiti con alcuni tipi di esercitazioni propriocettive (cioè che sviluppano la capacità dei recettori nervosi di innescare una reazione di adattamento alla situazione),i migliori in assoluto sono la corsa sulla sabbia o su terreni accidentati,e le esercitazioni con le pinne.
Qundo invece fai gambe in vasca,cerca di alternare lavori con la tavoletta (pochi,e a volte piantala in acqua a creare una resistenza,da vincere con gambate potenti) a lavori di gambe senza tavoletta,o gambe in subacquea (più efficaci),o gambe laterali (in assoluto il migliore).

Ciao

Condividi sui social

41

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

@Stefano
Io è da poco che ho ripreso la situazione, ossia nuoto più velocemente senza pull che non con. Però devo dire che l'allenamento di gambe è di una noia mortale, e raramente riesco a trovare gli stimoli per farlo bene.
Oltretutto spesso il collo ne risente. Ovviamente.. per problemi nell'esecuzione degli esercizi. Però ho la fortuna di vivere in montagna, e la corsa su "terreno accidentato" mi risulterebbe facile.
Pensi che un bosco con terreno bello soffice per le foglie, ma ovviamente sconnesso possa adattarsi alla bisogna ?
E che tipo di corsa converrebbe fare ? Io per ora mi limito ad una decina di km a ritmo molto blando..

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Idem anche per me, con il pull tra le gambe vado molto meglio e più veloce..mah....

Il pregiudizio

Condividi sui social

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Si,penso che vada bene anche perchè assomiglia abbastanza alla situazione determinata dalla sabbia,la migliore in assoluto.
Comunque è sufficiente un terreno che non permetta una corsa troppo standard ma che invece comprometta appena un pò gli equilibri.
Funaziona così:la sabbia o i terreni accidentati mettono in crisi gli equilibri della corsa perchè il piede non trova una superficie liscia,quindi per reazione è costretta ad entrare in gioco un'area del nostro sistema nervoso deputata al controllo dell'armonia dei movimenti.
Questo intervento fa sì che col tempo il sistema nervoso si adatti e costruisca nuove terminazioni nervose rendendo più ricca la dotazione della muscolatura interessata,cioè quella delle gambe.
Questo aumento di "intelligenza motoria" delle gambe renderà possibile percepire meglio il lavoro nell'acqua,e riuscire a trasferire nell'acqua una maggiore percentuale della forza delle gambe,migliorando l'efficienza delle gambate.

Ciao

Condividi sui social

44

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

quoto in pieno smile segue che...una superficie come la sabbia costringe ad un appogio totale del piede"allenando"muscoli che ognuno di noi usa poco a seconda della varietà dell'appoggio plantare smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

45

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Mi inserisco anch'io in questa discussione, mi sembrava la più adatta. Finora ho nuotato senza mai prendere in considerazione il tempo, ma adesso che padroneggio un po' di più lo stile libero viene naturale dare un'occhiata al contasecondi della piscina.
Sto cominciando in questi giorni a inserire nell'allenamento più vasche di fila fatte con la virata, sono i primi tentativi che faccio, è tutto molto diverso dal fare una vasca alla volta.
Ho provato a fare una serie da 100 metri, i primi 50 li ho retti bene, ma negli ultimi ero morta, non so ancora gestire bene il fiato. Li ho finiti in 1.55'', mi ero posta come obiettivo di stare sotto i 2 minuti e con mio grande stupore ci sono riuscita, non pensavo proprio...peccato che in una virata mi sia inabissata, ci ho messo un'eternità per tornare a galla! sad
I 50 metri li ho retti meglio, li ho provati un paio di volte e li faccio in circa 50''. Poi ho provato a fare una volta i 25 metri, tirando quasi al massimo, e ci ho messo 22''.
Mi domandavo quali potrebbero essere degli obiettivi realistici che mi potrei porre, penso che potrebbe essere uno stimolo positivo fare una gara con se stessi e cercare di migliorarsi, ovviamente senza stressarsi! Avere dei riferimenti in termini di tempo penso che mi aiuterebbe a seguire i vostri allenamenti del nuoto libero in modo un po' più preciso, almeno per quanto riguarda il crawl. (per gli altri stili è ancora un discorso prematuro)
Vado a nuotare da sola 3-4 volte a settimana per un'ora seguendo i vostri programmi del nuoto libero e una volta a settimana faccio lezione con l'istruttore. La costanza non mi manca, perché sono veramente entusiasta, mi sono completamente innamorata di questo sport. smile
Che ne pensate?
Grazie!

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

46

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

se hai inizato da poco puoi scendere eccome!!i margini di miglioramento non posso valutartli perchè mi mancano tanti dati tuoi...aiutati con allenamenti di resistenza alla velocità e potenza aerobica wink

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

47

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

marina ha scritto:

se hai inizato da poco puoi scendere eccome!!i margini di miglioramento non posso valutarli perchè mi mancano tanti dati tuoi...aiutati con allenamenti di resistenza alla velocità e potenza aerobica wink

Il problema è che non so cosa significhino in pratica queste cose... Quando seguo gli allenamenti del nuoto libero, non capisco mai quanto veloce dovrei andare nelle varie fasce che sono indicate (a2, b1,c1) e finisce che faccio tutto un po' a caso. Mi piacerebbe fare le cose per bene, ma per me che sono nuova di questo sport non è molto semplice gestire un allenamento da sola. Beh, grazie lo stesso! smile

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

48

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

io gli obiettivi me li pongo ad inizio stagione per la fine.. quest anno volevo arrivare almeno al 28 e mezzo sui 50 stile e prendere almeno una medaglia di categoria nel fondo.. a novembre ho preso come tempo (a freddo) 29.2 e a maggio dovrei avere una garetta, per ora a fine allenamento del sabato di solito faccio 30 o 29 e 8 più o meno.. calcolando la mia competitività e il fatto che sono fresco in gara, spero di farcela smile prova anche tu con questo metodo wink

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

49

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

leggi"allenamenti" e ti dai un idea...
resistenza alla velocità...per esempio,potresti provare a 1'30" 15 metri veloce e il resto lento(x2),20 metri veloce(x2)25 veloce e il resto lento(x 2) e 2 da 25 metri con solo10"tra un 25 e l'atro...e poi fare la stessa scaletta al contrario...è solo un esempio per darti un'idea del lavoro.
potenza aerobica:tanto lavoro in soglia e vo2 max(su allenamenti puoi farti un'idea)...di esempi tipo ne abbiam dati tanti.tendo ad esser sintetica per non ripetermi ma non esitare a chiedere per chairimenti wink
bravo carlo smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

50

Re: Stile libero quando con il pull buoy si va più veloci

Grazie Marina per il chiarimento, adesso ho capito cosa intendi, grazie per l'esempio che mi hai fatto.
Carlo!! Direi che la mia situazione non è paragonabile alla tua, immagino che tu nuoti da tanti anni, quindi sai che obiettivi puoi realisticamente porti, per me invece è tutto un mondo che sto appena scoprendo.
Dovrei cercare di programmare un lavoro in modo da sfruttare bene tutto questo periodo e l'estate anche perché (mi vergogno un po' a dirlo) mi è stata buttata lì la proposta di entrare nei master la prossima stagione, ma non so proprio se per l'autunno potrei raggiungere un livello vagamente accettabile di preparazione. La voglia ci sarebbe, penso sarebbe un'esperienza bellissima, ma ho paura di essere veramente troppo indietro rispetto agli altri.  roll

...nuota che ti passa...

Condividi sui social