Argomento: video rana a secco

ho trovato questo video per esrcizi gambe rana a secco
http://m.youtube.com/watch?v=v61nEYUb5_0

cosa ne pensate?

Condividi sui social

2 (modificato da Thorpe 29-12-2014 14:16:01)

Re: video rana a secco

LittleSte ha scritto:

ho trovato questo video per esrcizi gambe rana a secco
http://m.youtube.com/watch?v=v61nEYUb5_0

cosa ne pensate?

Esercizi buoni, servono soprattutto a sensibilizzare la caviglia, e il piede a martello. E a far capire la posizione delle ginocchia.

Per intenderci, questi esercizi NON INSEGNANO LA GAMBATA, ma sensibilizzano meglio appunto movimenti che spesso non si è in grado di riprodurre nemmeno fuori dall'acqua.

Un classico esempio sono i bambini che se gli chiedi di mettere il piede a martello non lo riescono a fare o, lo fanno con molta difficoltà, sensibilizzando a secco, e trasferendolo piano piano in acqua si hanno dei buoni risultati, la cosa fondamentale però è trasferirli in acqua la sola esercitazione fuori  non è sufficiente.

La mia scaletta personale di solito è questa, sensibilizzo il movimento a secco, anche durante gli esercizi di riscaldamento, (parecchi di quelli mostrati nel video) cercando di aumentare la flessibilità delle caviglie e scioglierle, eseercitazioni in acqua dove spesso scendo anche io e guido il movimento facendo SENTIRE ai bambini la giusta posizione e i giusti punti dove spingere,  e ovviamente poi ci devono provare e riprovare da soli sbagliando accumulano dei feedback cinestetici  che rendono i movimenti sempre più raffinati.

ciaoo

Condividi sui social

Re: video rana a secco

Thorpe ha scritto:
LittleSte ha scritto:

ho trovato questo video per esrcizi gambe rana a secco
http://m.youtube.com/watch?v=v61nEYUb5_0

cosa ne pensate?

Esercizi buoni, servono soprattutto a sensibilizzare la caviglia, e il piede a martello. E a far capire la posizione delle ginocchia.

Per intenderci, questi esercizi NON INSEGNANO LA GAMBATA, ma sensibilizzano meglio appunto movimenti che spesso non si è in grado di riprodurre nemmeno fuori dall'acqua.

Un classico esempio sono i bambini che se gli chiedi di mettere il piede a martello non lo riescono a fare o, lo fanno con molta difficoltà, sensibilizzando a secco, e trasferendolo piano piano in acqua si hanno dei buoni risultati, la cosa fondamentale però è trasferirli in acqua la sola esercitazione fuori  non è sufficiente.

La mia scaletta personale di solito è questa, sensibilizzo il movimento a secco, anche durante gli esercizi di riscaldamento, (parecchi di quelli mostrati nel video) cercando di aumentare la flessibilità delle caviglie e scioglierle, eseercitazioni in acqua dove spesso scendo anche io e guido il movimento facendo SENTIRE ai bambini la giusta posizione e i giusti punti dove spingere,  e ovviamente poi ci devono provare e riprovare da soli sbagliando accumulano dei feedback cinestetici  che rendono i movimenti sempre più raffinati.

ciaoo

in effetti da quando provo questi esercizi il movimento in acqua va un po' megio
prima facevo fatica a tenere il piede a martello adesso meno devo ancora capire bene come spingere l'acqua se in diagonale verso il basso o indietro e basta.
non riesco ad avere ancora una buona propulsione

Condividi sui social

Re: video rana a secco

premesso che con il mio istruttore stiamo lavorando sula rana
ho trovato questo video e mi chiedo

www.youtube.com/watch?v=tqVODQaZKhc

al secondo 14 fa vedere ilmovimento a secco
ma se ilmovimento lo fa bene. e questo è il mio dubbio allora forse ho capito dove sbaglio

Condividi sui social

Re: video rana a secco

No guarda....è fatto a cane ma anche tanto,ma chi è che mette in giro sta roba....
Nella prima parte del video ripresa sott'acqua l'allievo calcia in diagonale verso fondo vasca e termina in posizione Titanic,invece biogna spingere verso dietro e terminare con talloni alti e gambe in linea.

Ma nella parte a secco che hai segnalato siamo proprio ai massimi dell'indecenza.
L'esercizio corretto a secco sarebbe con i piedi che si avvicinano al corpo ma allargandosi,come se disegnassero i due lati di un triangolo,avvicinandosi dunque rispettivamente verso le mani destra e sinistra presumibilmente appoggiate a fianco del corpo,assicurandosi di raggiungere una posizione nella quale le ginocchia,prima di assestare il calcio, sono più strette rispetto ai piedi,in modo che la leva sia favorevole,con fulcro (le ginocchia) posizionato in linea rispetto a potenza e resistenza (gamba e piede).

Invece nel video mostrano un movimento dove le ginocchia si aprono spudoratamente per consentire ai piedi di procedere appiccicati in direzione del "buco del culo" (scusate il francesismo ma ce voleva proprio).
In questo modo la leva è del terzo tipo,con fulcro (ginocchia) fuori asse rispetto a potenza e resistenza,e oltre a ottenere una spinta molto poco efficace basta dare un colpo un pò più forte del dovuto che parte una infiammazione o una tendinite o peggio,e anche senza colpacci comunque tale posizione determina uno sfregamento della cartilagine del ginocchio:
traduzione:voi nuotate a rana in questa maniera per un pò di km a settimana e in 4 o 5 ani siete pronti per una bella protesi al ginocchio.
Ma roba da matti,e magari visto che hanno pubblicato sta roba pensano pure di essere bravissimi.

Condividi sui social

6 (modificato da LittleSte 24-01-2015 15:04:26)

Re: video rana a secco

stefano '62 ha scritto:

No guarda....è fatto a cane ma anche tanto,ma chi è che mette in giro sta roba....
Nella prima parte del video ripresa sott'acqua l'allievo calcia in diagonale verso fondo vasca e termina in posizione Titanic,invece biogna spingere verso dietro e terminare con talloni alti e gambe in linea.

Ma nella parte a secco che hai segnalato siamo proprio ai massimi dell'indecenza.
L'esercizio corretto a secco sarebbe con i piedi che si avvicinano al corpo ma allargandosi,come se disegnassero i due lati di un triangolo,avvicinandosi dunque rispettivamente verso le mani destra e sinistra presumibilmente appoggiate a fianco del corpo,assicurandosi di raggiungere una posizione nella quale le ginocchia,prima di assestare il calcio, sono più strette rispetto ai piedi,in modo che la leva sia favorevole,con fulcro (le ginocchia) posizionato in linea rispetto a potenza e resistenza (gamba e piede).

Invece nel video mostrano un movimento dove le ginocchia si aprono spudoratamente per consentire ai piedi di procedere appiccicati in direzione del "buco del culo" (scusate il francesismo ma ce voleva proprio).
In questo modo la leva è del terzo tipo,con fulcro (ginocchia) fuori asse rispetto a potenza e resistenza,e oltre a ottenere una spinta molto poco efficace basta dare un colpo un pò più forte del dovuto che parte una infiammazione o una tendinite o peggio,e anche senza colpacci comunque tale posizione determina uno sfregamento della cartilagine del ginocchio:
traduzione:voi nuotate a rana in questa maniera per un pò di km a settimana e in 4 o 5 ani siete pronti per una bella protesi al ginocchio.
Ma roba da matti,e magari visto che hanno pubblicato sta roba pensano pure di essere bravissimi.

grazie mille stefano come sempre per la tua gentilezza
oggi provo a seguire i tuoi consigli e vedo se miglioro
intanto giro questo video della fin
che te ne pare?
http://m.youtube.com/watch?v=aUYAGKySvD0

Condividi sui social

Re: video rana a secco

Insomma.....il problema dei video Analysis,che sono buoni e competenti,è che spesso il modello scelto per il video è quello che si è trovato disponibile e non corrisponde a quello che si racconta nell'audio,oppure invece che nuotare in modo naturale pone troppa enfasi su alcuni particolari distorcendo il risultato finale.
Il maschio a rana ha un recupero asimmetrico e non distende bene i piedi e la donna va troppo a fondo.
Ma almeno si nota la competenza di fondo del realizzatore (che non si discute) e si comincia a ragionare.
Quel video americano invece dire che faceva orrore è ancora essere diplomatici.

Condividi sui social

Re: video rana a secco

oggi molto meglio grazie ai consigli dell'istruttore dei video e dei vostri consigli mi sentivo scivolare meglio
l' unica cosa è che mi scordo di tenere il piede rigido o lo rilascio durante la gambata

Condividi sui social

Re: video rana a secco

in questi giorni mi sto esercitando molto con le gambe a secco e forse ho trovato un'altro errore che commettevo e vorrei sottoporvelo prima di testarlo oggi.
durante la rotazione del piede prima tendevo a ruotare solo la parte inferiore della caviglia, in questi giorni ho provato a ruotare tutta la caviglia partendo dalla zona del menisco.
In questo modo sento la caviglia ruotarsi meglio e con meno difficoltà: ma questo è il movimento corretto?

Condividi sui social

Re: video rana a secco

esercizio con elastico

https://m.youtube.com/watch?v=UOei2oKDffY

ritenete possa essere utile per rafforzare le caviglie per la rana?

Condividi sui social