Argomento: Esempi blocchi C1, C2 e relativo recupero necessario

Salve , dopo il quesito su allenamenti in B2 e relativo riposo, ora vorrei capire meglio come impostare bene le frazioni in C1 e C2, so in linea di massima che in C1 non si deve superare i 1000 m globali, ma per quanto riguarda il recupero?( se faccio un 100 al massimo qual'è il giusto riposo ,è soggettivo?)
grazie a chiunque mi dia una mano

Condividi sui social

2

Re: Esempi blocchi C1, C2 e relativo recupero necessario

Ciao Franzdauria,
scusa il ritardo nella risposta.

Allora C1 e C2 sono allenamenti ananerboci lattacidi (da non confondere con i C3, anaerobici alattacidi), condizione che si genera quando la richiesta energetica da parte dei muscoli è molto alta ma soprattuto deve essere soddisfatta in un arco temporale breve.

Quindi la condizione è:
produrre tanto ATP (il carburante energetico dei muscoli) a partire da tanto glucosio (la riserva energetica del nostro corpo) in un arco temporale relativamente breve.

Per soddisfare questa condizione (tanta energia in poco tempo) il sistema aerobico non basta (perché lento) e l’organismo deve ricorrere ad un sistema energetico, con una resa di ATP più bassa a partire dalla stessa quantità di glucosio, ma più veloce. Questo sistema è appunto l’anaerobico lattacido.

Perché anaerobico? Perché avviene in assenza di O2 o meglio l’ossigeno non ha un “ruolo biochimico”.

Perché lattacido? Perché a partire da una molecola di glucosio, genera 2 molecole di ATP e una di piruvirato poi convertito ad acido lattico che nel plasma si divide in lattato e H+

Ora capita la via metabolica e quando essa si attiva possiamo parlare delle serie allenanti. Qui si apre però un mondo a partire dal fatto che esiste una bella differenza tra C1 e C2.

Prima di continuare fammi sapere se è chiaro quello che ho scritto fino ad ora

Gian Maria D'Amici
Zitto e nuota!! big_smile big_smile

di Arles sito web

Condividi sui social