1

Argomento: BabyBoy e il Nuoto..

Innanzi tutto volevo fare di nuovo i complimenti per il forum e per gli utenti che vi partecipano, vi leggo da un paio di mesi, ed apprezzo molto il modo che avete nel leggere le discussioni e dare i propri pareri.
Ho deciso di iscrivermi perchè volevo porvi un mio problema.

Ho 20 anni, a me il mondo del nuoto mi è sempre piaciuto, quando lo fanno vedere in televisione per esempio, rimango attaccato alla tele guardando tutte le competizioni, e con la mente mi faccio i miei film immaginandomi anche io lì al loro posto, non sono pazzo, sia chiaro ahah!

Non ho mai avuto occasione e l'opportunità di imparare a nuotare, sono andato pochissime volte al mare in vita mia (abito al Nord) e quando vado in piscina vado solo per prendere il sole, anche se nuotare mi piacerebbe da matti.

Mi sono iscritto da poco ad un corso di nuoto singolo, con una istruttrice..
La prima lezione nell'acqua bassa, per la prima volta ho fatto cose che non avevo mai fatto, per esempio, mettere la testa sotto l'acqua e lanciarmi dal bordo o sbattere i piedi a pancia in sotto tenendo la testa sotto acqua, per voi possono sembrare cose banali, ma per me che era la prima volta, vi assicuro che per me non lo era affatto..

La seconda lezione abbiamo fatto 20 minuti in acqua bassa, semplici esercizi, per poi andare nell'acqua alta.. Era la prima volta che andavo nell'acqua alta, mi tenevo saldo al bordo, ogni tanto provavo a levare le mani, galleggiavo per pochi secondi e poi di nuovo attaccato al bordo.. Non vi nascondo che provavo una sensazione stranissima, che era quasi timore, ovviamente ho 20 anni, sono consapevole del fatto che non so nuotare e la mia mente pensava al peggio, ''Mo' affogo!''..
Poi ho rifatto con i manubri gli esercizi che facevo in acqua bassa, diciamo che andavo avanti per 5/6mt., mi fermavo, mani salde al bordo, per poi ripartire (vasca da 25mt.)
Finita la lezione ero stanco, ma allo stesso tempo avevo quel senso di pace interna a me, non so spiegarvelo, molti di voi la proveranno, dopo che hanno fatto attività fisica, consapevoli di aver dato tutto e di essersi impegnati, e prova quella stanchezza che allo stesso tempo è goduria.. Spero mi capite! Era la prima volta che andavo in acqua alta, e non ero affogato, Wow!

Poi la terza lezione, si inizia subito nell'acqua alta, va un pò maluccio, non riesco a respirare bene, bevo sempre acqua, ho troppa fretta, non mi sento a galla, Ho timore..
Poi è capitato che ero un pò staccato dal bordo, mi è preso un attimo di panico e stavo andando giù, l'istruttrice mi ha preso e sono risalito a galla.. Non vi nascondo che me la sono fatta addosso, e dopo la lezione ero molto nervoso, mentre non riuscivo a risalire a galla, pensavo davvero di non farcelo, mi erano passati i peggio pensieri in quei pochi istanti che non riuscivo a constrastare l'acqua, è stata una sensazione davvero brutta, non so se qualcuno di voi può capirmi, spero proprio di si..

Ora sto meditando.. Non so se questo percorso è troppo frettoloso, nel senso che non sono mai stato in acqua, dopo una lezione già in acqua alta, non so..
Poi non riesco a stare a galla, non mi sento sicuro, dopo pochi secondi che galleggio mi viene da tenermi al bordo perchè mi sento scendere.. Poi una volta che inizio a battere i piedi e le mani vado avanti però appena mi fermo mi viene quell'ansia non riesco a tenermi a galla e mi attacco al bordo...

Io voglio nuotare, ce la metto tutta, ma spero vi ho fatto capire il disagio che provo...

cosa mi consigliate di fare? cambiare istruttore, iniziare ancora con l'acqua bassa, non lo so...

Spero di ricevere delle belle risposte, come molti di voi sanno fare..


E spero anche di non avervi annoiato!

Condividi sui social

2 (modificato da Marioaversa 19-02-2011 15:26:10)

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Ciao e benvenuto in famiglia smile

Non ci hai affatto annoiato, hai solo descritto una sensazione che abbiamo avuto tutti nei primi approcci con l'acqua. Noi dimentichiamo sempre che siamo terrestri e vorremmo fare tutto e subito in un ambiente diverso dall'abituale.
Personalmente penso che la tua istruttrice stia forzando un pò la mano, stia bruciando un pò le tappe. Tutto ciò che hai fatto in due lezioni si chiama "ambientamento" che in genere dura almeno 1 anno e questo vale per i bambini come per gli adulti, poi ognuno di noi assimila in tempi diversi, è un pò come imparare a leggere e scrivere: c'è chi riesce in 1 mese e c'è chi riesce in 1 anno.
Mollare l'istruttrice no, penso che dovresti parlarne e dirle le stesse cose che hai detto a noi, ma soprattutto avere pazienza e costanza negli allenamenti, ad esempio potresti frequentare la piscina anche quando non segui il corso, l'ambientamento si acquisisce stando tanto tempo in acqua, così come la tecnica. La nostra palestra è l'acqua!! Non dimenticarlo mai smile

Una confidenza: sai come ho imparato a galleggiare? Una zia mi ha portato a largo, ha riposto i remi in barca e mi ha lanciato in mare!!
Non è educativo ma ho imparato così!

Ciao  e non mollare

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Ora ho poco tempo e ti rispondo velocemente:
nel momento in cui immergere la faccia ti viene con un minimo di naturalezza e NON determina problemi tipo panico bevute etc. ebbene quello è il momento per i tentativi di galleggiamento in ogni forma,e questi dopo un primo tentativo in acqua bassa per dare sicurezza,poi vanno fatti preferibilmente in acqua alta in modo che per la maggior parte del tempo i piedi NON tocchino il fondo,nemmeno mentre si ascolta le indicazioni dell'istruttore.
Chiaro che se però la sola idea ti preoccupa allora questo basta a dire che non sei ancora svezzato alla faccia sott'acqua (acqua alta uguale paura di tenere la faccia sotto troppo tempo senza potersi sollevare all'istante appoggiando i piedi).
Questo in generale.

Nel tuo caso specifico è chiaro che l'istruttore ha avuto troppa fretta e ha sottovalutato il requisito di immersione del volto.

Ciao

Condividi sui social

4 (modificato da Cirone Furioso 19-02-2011 21:13:37)

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Anch'io avevo paura esattamente come te dell'acqua: ho vinto la paura dell'acqua proprio alla tua età!!!
Nell'arco di una stagione sono passato dall'aver paura di immergermi, a tuffarmi di testa.

Non so come ho fatto; penso che la mia fortuna sia stato avere un amico con la piscina: avevamo passato tanti pomeriggi da lui, e quindi potevo fare tutte le mie provine con calma (a parte gli sfottò degli amici... :-) ).

Per me il momento chiave è stato quando sono riuscito a tenere aperti gli occhi sott'acqua.
Prova, se posso permettere un idea, a spendere un po' di tempo in piscina per conto tuo andandoci da solo, oppure con una persona di cui ti fidi, chessò la tua ragazza.
Così potrai "paciugare" in tranquillità e guadagnare confidenza.

Il fatto di staccarsi dal muretto e temere il fondo dove non si tocca penso sia un altro paio di maniche, ma forse bisogna cominciare cercando di avere quel minimo di confidenza che ti consenta di divertirti in acqua.
Voglio dire che credo che la paura del fondo lontano sia un secondo passo; altresì, penso che non sia impegnativo come il primo.

Dacci dentro e divertiti, ne vale la pena!!!

The ice caps are melting, Leonard.
In the future, swimming isn't going to be optional.

Condividi sui social

5

Re: BabyBoy e il Nuoto..

ciao,quoto stefano:non hai ancora finito quello  che si chiama"ambientamento" smile
cambia istruttore!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

6 (modificato da mauro65 19-02-2011 22:56:31)

Re: BabyBoy e il Nuoto..

BabyBoy ha scritto:

Ho 20 anni...
quando vado in piscina vado solo per prendere il sole, anche se nuotare mi piacerebbe da matti.
Mi sono iscritto da poco ad un corso di nuoto singolo, con una istruttrice..
La prima lezione nell'acqua bassa, per la prima volta ho fatto cose che non avevo mai fatto, per esempio, mettere la testa sotto l'acqua e lanciarmi dal bordo o sbattere i piedi a pancia in sotto tenendo la testa sotto acqua, per voi possono sembrare cose banali, ma per me che era la prima volta, vi assicuro che per me non lo era affatto..

ho 46 anni e ho cominciato giusto 11 mesi fa, ma con una pausa di 4 mesi a causa di forza maggiore fino a meta' gennaio...
ho vissuto le tue stesse sensazioni ma 25 anni piu' tardi di te e con un vero terrore dell'acqua, quindi puoi immaginarti la mie paure iniziali.
ebbene, se seguirai i suggerimenti che ti hanno dato qua' sopra, nel giro al massimo di qualche mese vivrai finalmente la piscina in modo piu' tranquillo e con profitto potrai dedicarti a migliorare (continuamente) i movimenti e gli stili.
ma gia' nel giro di qualche settimana vedrai i  benefìci a vivere con tranquillita' l'ambiente acquatico: datti tempo e investilo in ore di nuoto libero.
per non dilungarmi troppo posso solo confermarti e ripeterti che per i principianti la parola d'ordine in acqua e' questa: rilassamento.
QUINDI ambientamento a manetta finche' non sentirai che in acqua ci stai BENE e tranquillo: rilassato insomma.
come hanno spiegato meglio di me gli altri, finche' non sarai AMBIENTATO per bene non potrai imparare (quasi) nulla.
ma rovesciando la frittata, una volta ambientato potrai partire alla scoperta di una vera meraviglia   smile

BabyBoy ha scritto:

Poi non riesco a stare a galla, non mi sento sicuro, dopo pochi secondi che galleggio mi viene da tenermi al bordo perchè mi sento scendere.. Poi una volta che inizio a battere i piedi e le mani vado avanti però appena mi fermo mi viene quell'ansia non riesco a tenermi a galla e mi attacco al bordo...

Io voglio nuotare, ce la metto tutta, ma spero vi ho fatto capire il disagio che provo...
cosa mi consigliate di fare? cambiare istruttore, iniziare ancora con l'acqua bassa, non lo so...
E spero anche di non avervi annoiato!

non annoierai mai nessuno con post come questo: in questo forum c'e' la PASSIONE per il nuoto e semmai ci si annoia quando nessuno scrive, ma e' molto raro per fortuna   tongue

il 5 e il 12 marzo andro' per la prima volta in una piscina con l'acqua alta... dopo quasi 8 mesi di vasca molto bassa (120cm) finalmente potro' sperimentare questa realta' per me tutta nuova: pero' appunto ho aspettato tutto questo tempo proprio per ambientarmi moooooolto bene. e spero di essermi ambientato a sufficienza  smile

non so' se sia meglio cambiare istrutttrice: sicuramente dovresti cercare di parlarle per capire se e' in grado di aiutarti.
anche per me e' ESSENZIALE sentirsi a proprio agio con l'istruttore: se non capisce le tue esigenze neanche se gliele spieghi per bene, allora ma solo allora secondo me potrai pensare di cambiarla.

per il resto, spero continuerai a seguire il forum e a scrivere e condividere le tue esperienze in piscina.
benvenuto in questo meraviglioso mondo acquatico    smile

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

7

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Io non ti posso dare alcun consiglio, ho imparato da piccola e non mi ricordo bene come ho vinto la paura dell'acqua. So che ad un certo punto è scattato qualcosa e l'acqua è diventata un'amica, un'ambiente in cui mi sentivo a mio agio e dalla quale non avevo nulla da temere. Ma non ti so dire cosa sia successo nella mia testa!
Comunque ti volevo dare il benvenuto e incoraggiarti a non mollare, insisti perché ne vale veramente la pena. Superata la paura, la strada sarà in discesa. smile

...nuota che ti passa...

Condividi sui social

Re: BabyBoy e il Nuoto..

anche io avevo paura del acqua  come te e ho iniziato i corsi un anno e mezzo e più fà  .... nella prima piscina in pena estate sono riusciti a farmi patire il freddo come i giorni della merla a gennaio e subito in acqua alta , così mi son spaventato di più ... ho tenuto duro ho cambiato piscina e da gran paura e agrappato al muretto sta volta in acqua bassa 150cm  piano piano sono riusciti a farmi nuotare a dorso e stile libero e ora qualche rudimento di st rana  e a nuoto libero mi diverto un sacco a sguazzare e fare immersioni che in passato tzè figurati!!! non mi sento pronto ancora x acque alte  però ques'estate di provare la vasca da 50mt esterna profonda 1,70 mi pare ....la voglia è tanta e mi sto impegnando per farcela  tieni duro  dai che ci riusciraiii ciaooo

P:S parla con l'istrutrice  oo al peggio cambia giorno  e turno

non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi

Condividi sui social

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Rieccomi! Scusate se non ho risposto ma ho avuto problemi col computer..
Mi sono iscritto anche da un'altra parte, ahah non mollo, per ora!!

Adesso nuoto in una piscina che va da 1,60 a 1,80 mt di profondità, io sono 1,86 quindi con la capoccia rimango fuori.. Sono un pò più tranquillo!

La prima lezione, in questa nuova palestra è stata tutto sommato buona.. Nuotare a dorso riesco, anche se alcune volte, mi sento che faccio una fatica assurda con le gambe e mi sento sempre fermo, poi muovo le braccia e rivado..

Mentre stile è ancora lontano dall'essere raggiunto.. Oggi ho fatto l'esercizio con le braccia ferme in avanti, però bevo sempre... Devo capire bene come respirare, il mio istruttore dice che li faccio troppo lunghi, devo farli più corti e veloci però è più forte di me, perchè mi affatico.. Faccio una fatica assurda con le gambe, non riesco bene a capire il concetto di come muoverle, sia a dorso che a stile, mi sento che faccio una fatica assurda però mi muovo di poco, quindi di conseguenza il mio respiro si affatica e sento il bisogno di prendere più aria..

Avete dei consigli sulla respirazione da fare? Intendo il fai da te a casa, magari immergendo la testa in una bacinella ahahah Non so chiedo a voi!!

E poi le gambe, come faccio a sentire se le muovo bene, o magari c'è anche qui qualche esercizio da fare a terra ferma per capire bene il procedimento?

Altra cosa... Oggi ho provato a galleggiare, se tenevo le ginocchia piegate e muovevo le braccia rimanevo a galla, ma è un buon metodo per rimanere a galla o si fa più fatica? Mentre se rimetto giù la parte inferiore delle gambe (quindi tengo la gamba dritta) mi sento sprofondare U_U

UFFFFFFFFFFFAAAAAAAAAAAA!  roll

Condividi sui social

10

Re: BabyBoy e il Nuoto..

sulla respirazione trovi sul forum tutto quello che tis erve!!!
così come sulle gambe....
leggi pure sugli scivolamneti!!tutto sul'indice analitico...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

11

Re: BabyBoy e il Nuoto..

mauro65 ha scritto:

il 5 e il 12 marzo andro' per la prima volta in una piscina con l'acqua alta... e spero di essermi ambientato a sufficienza  smile

oggi appunto sono stato in piscina in acqua alta e (come sempre nella vita) sono state luci e ombre  ;-)
eravamo in 10 utenti di 2 diversi gruppi di corsisti piu' la mia P.T. e il suo compagno, anche lui istruttore.

all'inizio ho fatto la scemenza di fare la prima vasca di riscaldamento fino alla fine dove l'acqua e' profonda, e mi e' venuto un mezzo panico!
anzi... diciamo proprio panico per qualche secondo...   hmm  perche' col fiatone mi sembrava di non riuscire a stare neanche attaccato alla corsia.
per fortuna mi sono sbloccato (quasi) subito e poi e' stato mooolto bello anche se ogni volta che andavo in acqua alta non mi sentivo piu' del tutto tranquillo: tuttavia come prima volta penso sia stata... incoraggiante.
e poi finalmente ho potuto fare le respirazioni a candela, che tanto mi incuriosivano   smile   ma non riuscivo a scendere facilmente: voglio dire che per toccare il fondo (3 metri) dovevo faticare parecchio per spingermi con le braccia.
il fondo non mi sembra che faccia "paura": pero' oggi come prima volta non me la sono ancora sentita di stendermi ne di tuffarmi   sad

ok, giusto un anno fa cominciavo la mia avventura e allora avevo un vero e proprio terrore dell'acqua: ripensandoci adesso non mi sembra vero di riuscire a fare quel "poco" che riesco.
pero' oggi ho capito che per me l'ambientamento deve ancora continuare: e ALMENO 1 volta al mese cerchero' di andare di nuovo in acqua alta.
col la bella stagione anche di piu'   tongue

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: BabyBoy e il Nuoto..

Mauro, 1 volta al mese è poco. Cerca di andarci più spesso. E' solo abitudine.

Cià

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

13

Re: BabyBoy e il Nuoto..

concordo con mario, 1 mese è troppo poco... cerca di andarci almeno 2 volte alla settimana e vedi come ti abitui!!! wink

Condividi sui social

14

Re: BabyBoy e il Nuoto..

anche io concordo con voi... infatti avevo scritto: "ALMENO" una volta al mese    tongue
sono sempre una frana a spiegarmi.

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social