1

Argomento: Uso del pull buoy

Salve, noto con dispiacere che l'uso del pull buoy mi avvantaggia tantissimo in velocità e in risparmio energia, che esercizi devo fare per sbarazzarmene un pò alla volta, cercando di mantenere gli stessi tempi? banalmente (ma forse "ovviamente") mi è stato consigliato di fare tanta tavoletta ma non sono convintissimo che la cosa basti...cosa ne pensate?
Saluti

Condividi sui social

Re: Uso del pull buoy

E' sufficiente che tu invece che usarlo sempre lo usi soltanto durante una porzione più limitata della tua seduta,e che invece nuoti di più la nuotata completa,senza il pool.
Piano piano ti farai esperienza specifica e la nuotata migliorerà,anche iin virtù delle buone doti di equilibrio e scivolamento che il pool ti ha fornito,ma che da solo non basta ad evolvere la tua nuotata,se mai la metti in pratica.

Ciao

Condividi sui social

Re: Uso del pull buoy

Posto qua la mia domanda:
In genere uso il pull buoy a stile ed a dorso,di meno a delfino ma quasi mai a rana volevo chiedere se è invece importante usare il pull in tutti gli stili???
Per quanto riguarda le gambe ho già letto nel forum la differenza tra allenarsi con la tavoletta e senza volevo però chiedere se cosi come il pull le gambe con la tavoletta possono farsi in qualsiasi stile senza incorrere nel rischio di fare qualcosa di inutile...
Grazie.

Condividi sui social

Re: Uso del pull buoy

In tutti gli stili.
A rana è utile a percepire la fase finale della bracciata e il decadimento inerziale della velocità,connesso alla mancanza della fase di spinta nella bracciata.
Occorre farlo infilandoci un pinneggio a delfino al posto della gambata a rana,che permette di eseguire meglio l'esercizio,in più cosituisce un buono stimolo per i muscoli della bassa schiena.

Ache la tavoletta va bene per ogni stile.
In particolare nel delfino permette di eseguire la corretta azione mantenendo le spalle ferme,come devono stare nella nuotata.
Solo occorre rendersi conto dei limiti che la tavoletta offre nelle prime fasi dell'apprendimento.
Usarla si,su tutti gli stili,ma con discernimento.

Condividi sui social

Re: Uso del pull buoy

stefano '62 ha scritto:

In tutti gli stili.
A rana è utile a percepire la fase finale della bracciata e il decadimento inerziale della velocità,connesso alla mancanza della fase di spinta nella bracciata.
Occorre farlo infilandoci un pinneggio a delfino al posto della gambata a rana,che permette di eseguire meglio l'esercizio,in più cosituisce un buono stimolo per i muscoli della bassa schiena.

non saprei se lo hai escluso di proposito, ma io vedo spesso il pull tenuto all'altezza delle ginocchia usato con la gambata a rana classica, devo però ammettere (basta provarci) che in effetti, a meno che non si sia agonisti evoluti, la gambata rana con pull è difficilissima e infatti viene molto più naturale il pinneggio a delfino. Gli agonisti della mia piscina usano il pull anche a rana classica e riescono a tenere le gambe strettissime, ruotare all'infuori i piedi e dare la spinta praticamente solo con gli stinchi, io ci sto provando, ma ancora ho tanto da fare, riesco un pochino, ma la propulsione è quasi nulla. Però ti insegna a non allargare le gambe come una vacca quando poi lo togli!

Sia in giro per i tutorial in rete sia osservando gli agonisti, ho notato che il pull viene usato praticamente ad ogni allenamento ma tranne nel delfino, personalmente, essendo ancora in fase di apprendimento, trovo che in questo stile sia utile, soprattutto quando lo si sta imparando da zero poiché consente di spaccare la nuotata, la bracciata delfino pare la più semplice, ma all'inizio è innaturale, poiché si tende a mulinare al posto di tirare e scalciare come un mulo al posto di ondeggiare.

Condividi sui social

6

Re: Uso del pull buoy

usarlo nella rana è utilissimo per un corretto apprendimento dell'ampiezza e dell'angolazione delle ginocchia. In pratica il ranista natura riesce già di suo ad effettuare una gambata a rana potenzialmente corretta e propulsiva, altre volte invece e succede molto più spesso di quanto si possa pensare, la gambata è scorretta si tende ad allargare troppo le ginocchia formando una sorta di "rombo" con vertice i piedi uniti e le ginocchia large piagate  fuori, invece no le ginocchia dovrebbero stare più strette e affondate rispetto ai piedi (attenzione non si devono portare le cosce sotto al bacino) ed ecco l'utilità del pull, per non farlo scappare sei costretto a tenere le ginocchia in quel modo, e  piedi che sono più alti delle ginocchia, in questo modo a fornire spinta non è solo la parte interna della pianta del piede ma anche tutta la gamba che nell'altro modo non spingerebbe affatto.

Condividi sui social

7

Re: Uso del pull buoy

Dolphin Kick ha scritto:

Sia in giro per i tutorial in rete sia osservando gli agonisti, ho notato che il pull viene usato praticamente ad ogni allenamento ma tranne nel delfino, personalmente, essendo ancora in fase di apprendimento, trovo che in questo stile sia utile, soprattutto quando lo si sta imparando da zero poiché consente di spaccare la nuotata, la bracciata delfino pare la più semplice, ma all'inizio è innaturale, poiché si tende a mulinare al posto di tirare e scalciare come un mulo al posto di ondeggiare.

ottima osservazione.
l'uso del pull buoy è insostituibile nell'apprendimento del delfino e nel sentire l'acqua in spinta

Condividi sui social