1

Argomento: cosa distingue un buon istruttore

ciao! vorrei sapere cosa pensate siano le caratteristiche salienti per un istruttore di nuoto..
per esempio per me le più importanti al momento sono che trasmetta tanta grinta ma anche incoraggiamento perchè sopratutto all'inizio se uno si sente ripetere sempre e solo che sta sbagliando questo e quello si lascia scoraggiare facilmente. l'ho notato soprattutto con gli adulti che ci sono nel mio corso.
invece cosa ne dite di un istruttore che entra in vasca con gli allievi? a me piace di più perchè mi sembra che si instauri un rapporto più diretto che non da bordo vasca, anche se mi rendo conto che questo non è sempre possibile.

Condividi sui social

Re: cosa distingue un buon istruttore

quoto kayl;)
è una ottima cosa ke l'istruttore entri a volte in acqua e faccia vedere in pratica i gesti tecnici..
un altra caratteristica, come anke tu dicevi, è la grinta, la voglai di fare e di FAR FARE..qst soprattutto è presente negli ex-agonisti.
qst ultimi poi hanno l abilità e l'esperienza adatta a variare sempre i tuoi allenamenti, e ad indirizzarti nellos tile e nella tipologia di nuoto a te piu adatta;)

:Dciao ciao

"il sever dice che

Condividi sui social

3

Re: cosa distingue un buon istruttore

...non sempre gli ex-agonisti sono buoni istruttori:non è detto,perchè usano loro stessi come termine di paragone!!oltre ad avere carisma deve essere paziente per insistere sulle piccole cose,perchè sono queste tutte insieme che fanno la nuotata...il problema di spiegare bene o no,dipende dal trovare il canale comunicativo giusto che varia da individuo ad individuo...
c'è da ragionare o no sull'antrare in acqua o no...io non alleno squadre,faccio prevalentemente individuale...con i bimbi entro in acqua con loro la prima lezione per prendere un po'confidenza o finchè non imparano bene a galleggiare,se non sono in grado di farlo...in acqua più che fare vedere il movimento(che non è detto che lo sappiano riprodurre)io entro in acqua per aiutare gli"irriducibili"a sentire l'acqua:muovo io braccia o gambe per amplificare una determinata sensazione di spinta o scivolamento,finchè non la interiorizzano e imparino a sentirla nel movimento da loro riprodotto...dall'acqua c'è il limite che non vedi bene la nuotata perchè o stai davanti o stai
dietro...l'esperienza di alteta è diversa da quella di istruttore!!

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: cosa distingue un buon istruttore

marina ha scritto:

...non sempre gli ex-agonisti sono buoni istruttori:non è detto,perchè usano loro stessi come termine di paragone!!oltre ad avere carisma deve essere paziente per insistere sulle piccole cose,perchè sono queste tutte insieme che fanno la nuotata...il problema di spiegare bene o no,dipende dal trovare il canale comunicativo giusto che varia da individuo ad individuo...
c'è da ragionare o no sull'antrare in acqua o no...io non alleno squadre,faccio prevalentemente individuale...con i bimbi entro in acqua con loro la prima lezione per prendere un po'confidenza o finchè non imparano bene a galleggiare,se non sono in grado di farlo...in acqua più che fare vedere il movimento(che non è detto che lo sappiano riprodurre)io entro in acqua per aiutare gli"irriducibili"a sentire l'acqua:muovo io braccia o gambe per amplificare una determinata sensazione di spinta o scivolamento,finchè non la interiorizzano e imparino a sentirla nel movimento da loro riprodotto...dall'acqua c'è il limite che non vedi bene la nuotata perchè o stai davanti o stai
dietro...l'esperienza di alteta è diversa da quella di istruttore!!

certo, ma stiamo parlando sempre di istruttori, cioè ragazzi o ragazze col brevetto FIN e ben preparati..io aggiungo ke se sono stati ex agonisti o sono master..hanno qualkosa in piu..tutto qui..
poi ovvio possono essere anke titolati e essere andati all'olimpiadi e non sapere spiegare un H!:D

come gli allenatori di calcio, alcuni sono ex giocatori..MA non tutti..alcuni ke lo sono sono piu bravi di altri, MA non tutti!
big_smile

"il sever dice che

Condividi sui social

5

Re: cosa distingue un buon istruttore

...io sono"abusiva nel senso che insegno nuoto da kinesiologa,senza brevetto!!ora,il corso dura più o meno un mese...sono un po'scettica...quando lo farò vi dieò se e quanto ha cambiato il mio modo di lavorare...
come tutta quella massa di incomptetenti che insegnano nelle palestre e distruggono la salute della gente forti di un brevetto,quando magari di lavoro fai l'idraulico o l'ingegnere...ragazzi,la scienza dell'allenamento va studiata come tale...devi sapere tanto,ma tanto:a parte i sinfoli gesti tecnici,serve sapere anatomia,fisiologia e tanta...cultura dell'umanità,proprio in virtù del canale di comunicazione di cui parlavo...io sono un ex atleta di buon livello,cresciuta in palestre varie,laureata in scienze motorie,altri titoli affini e continuo a studiare pensando di avere ancora tantissimo da imparare da chiunque,ma sopratutto dagli allievi che sono uno diverso dall'altro!ognuno di loro mi insegna qualcosa di nuovo...sai quanti plurititolati fin conosco che non sono in grado di trasmettere niente?non è quello che sai o sai fare...è il senso del dare che fa la differenza...ho allievi che nuotano da anni con i titolati di cui parliamo e dopo2lezioni con me miglioranoe ne prendono atto,pur non avendo un titolo riconosciuto dalla fin...senza nulla togliere agli istruttori della fin,ma qualli preparati..che ce ne sono parecchi in giro...delle varie associazioni affiliate al coni...pensiamo quanti milioni girano intorno a questi brevetti,che tante volte sono armi improprie!!ho lo studio pieno di gente rovinata in palestra...è assurdo che io che sono laureata in scienze motorie,cioè ho studiato per insegnare sport...per lavorare in palestre o piscine devo prendere sti brevetti!!!fermo restando che poi privatamente lavoro uguale,perchè la gente che il lavoro è"diverso"lo capisce subitonon penso che in1week-end o un mese la gente può imparare quanto si impara durante un corso di laurea...scusatemi tanto,ho fatto un discorso un bel po'presuntuoso,prendetelo come sfogo...viene rabbia,davvero!!un brevetto:fin,fit etc...non è una garanzia!!fidatevi di gente laureata!è proprio per sti brevetti che un dottore in scienze motorie viene pagato3euro l'ora in palestra:perchè poi viene boicottato da uno con la terza media che"studia"3gg,pagato quanto lui!!!è una piaga questa!!l'insegnamento sportivo dovrebbe essere riservato solo ai laureati in scienze motorie...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

Re: cosa distingue un buon istruttore

marina ha scritto:

...io sono"abusiva nel senso che insegno nuoto da kinesiologa,senza brevetto!!ora,il corso dura più o meno un mese...sono un po'scettica...quando lo farò vi dieò se e quanto ha cambiato il mio modo di lavorare...
come tutta quella massa di incomptetenti che insegnano nelle palestre e distruggono la salute della gente forti di un brevetto,quando magari di lavoro fai l'idraulico o l'ingegnere...ragazzi,la scienza dell'allenamento va studiata come tale...devi sapere tanto,ma tanto:a parte i sinfoli gesti tecnici,serve sapere anatomia,fisiologia e tanta...cultura dell'umanità,proprio in virtù del canale di comunicazione di cui parlavo...io sono un ex atleta di buon livello,cresciuta in palestre varie,laureata in scienze motorie,altri titoli affini e continuo a studiare pensando di avere ancora tantissimo da imparare da chiunque,ma sopratutto dagli allievi che sono uno diverso dall'altro!ognuno di loro mi insegna qualcosa di nuovo...sai quanti plurititolati fin conosco che non sono in grado di trasmettere niente?non è quello che sai o sai fare...è il senso del dare che fa la differenza...ho allievi che nuotano da anni con i titolati di cui parliamo e dopo2lezioni con me miglioranoe ne prendono atto,pur non avendo un titolo riconosciuto dalla fin...senza nulla togliere agli istruttori della fin,ma qualli preparati..che ce ne sono parecchi in giro...delle varie associazioni affiliate al coni...pensiamo quanti milioni girano intorno a questi brevetti,che tante volte sono armi improprie!!ho lo studio pieno di gente rovinata in palestra...è assurdo che io che sono laureata in scienze motorie,cioè ho studiato per insegnare sport...per lavorare in palestre o piscine devo prendere sti brevetti!!!fermo restando che poi privatamente lavoro uguale,perchè la gente che il lavoro è"diverso"lo capisce subitonon penso che in1week-end o un mese la gente può imparare quanto si impara durante un corso di laurea...scusatemi tanto,ho fatto un discorso un bel po'presuntuoso,prendetelo come sfogo...viene rabbia,davvero!!un brevetto:fin,fit etc...non è una garanzia!!fidatevi di gente laureata!è proprio per sti brevetti che un dottore in scienze motorie viene pagato3euro l'ora in palestra:perchè poi viene boicottato da uno con la terza media che"studia"3gg,pagato quanto lui!!!è una piaga questa!!l'insegnamento sportivo dovrebbe essere riservato solo ai laureati in scienze motorie...

quoto in pieno marina!quello ke dicevo io...:D
infatti ki è un ex atleta sa come o di piu di uno titolato da brevetto...perke ha esperienza, ha l'okkio tecnico...certo se poi è "brevettato" o come te è laureato meglio ancora;)!

io ne ho "passati" tanti di istruttori e i migliori sono coloro i quali hanno avuto esperienza personale sul campo...ma ripeto non è solo qst ke fa la differenza;) hai detto bene te:D
ciao ciao

"il sever dice che

Condividi sui social

Re: cosa distingue un buon istruttore

Bravi Marina e Tritone, ottime osservazioni!
wink

Condividi sui social

Re: cosa distingue un buon istruttore

P.S: la capacità comunicativa e quella di motivare e infondere entusiasmo (vedi anche simpatia) è un must nel curriculum dell'istruttore come la lode con la laurea.
Lo sport non è solo allenamento fisico, ha una serie di risvolti psicosociali e di crescita personale.
Infine ha ragione Marina riguardo l'entrata in acqua dell'istruttore, in genere si fà solo nei casi.

Condividi sui social

9

Re: cosa distingue un buon istruttore

anch'io penso che hai ragione Marina. poi si vede che lo prendi con impegno e passione il tuo lavoro!

Condividi sui social

10

Re: cosa distingue un buon istruttore

beppone5 ha scritto:

P.S: la capacità comunicativa e quella di motivare e infondere entusiasmo (vedi anche simpatia) è un must nel curriculum dell'istruttore come la lode con la laurea.
Lo sport non è solo allenamento fisico, ha una serie di risvolti psicosociali e di crescita personale.
Infine ha ragione Marina riguardo l'entrata in acqua dell'istruttore, in genere si fà solo nei casi.

guarda, sembra una cosa tanto ovvia ma invece spesso non lo è.. ci sono istruttori che evidentemente ritengono sia più motivante continuare a sottolineare quello che non va e non danno mai gratificazioni.. io li odio!

Condividi sui social

11

Re: cosa distingue un buon istruttore

grazie!!! smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social