1

Argomento: Dubbi e paura di sovrallenamento

Ciao a tutti.

Sono un ragazzo di 27 anni che sta facendo i Master da settembre. Adoro il nuoto, l'ho riscoperto un paio di anni fa dopo tantissimi anni. Da settembre faccio il corso master. Amo andare in piscina tutti i giorni. Volendo dimagrire ed aumentare la massa muscolare, da Febbraio ho iniziato a fare la dieta a zona, consigliata da un dietologo che mi sta seguendo. Abbinato alla dieta faccio 2 volte a settimana il corso con allenamenti di un'ora e mezza massimo due, nelle quali facciamo o fondo o scatti o entrambi. Altre 2 volte a settimana faccio nuoto libero con allenamenti che mi dà l'istruttore, il venerdi' Hydrobike con qualche vasca dopo per rilassarmi o per provare virate e tuffi e talvolta il sabato mattina faccio solo virate e tuffi. Sono dimagrito e adesso sono stabile attorno agli 80 kg (credo peso-forma per me visto che sono alto 190 cm) nonostante continui a perdere accumuli adiposi. Inoltre sento che la muscolatura inizia a tonificarsi un pochetto. Io mi sento bene in questo modo, anche se vorrei sviluppare di più i muscoli. Tuttavia ho sentito parlare di sovrallenamento, ed inoltre mi dicono che se mi alleno troppo non metto muscoli, stressandoli troppo. Voi che mi dite???

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

L'ultima affermazione è una scemenza,lo stress non pregiudica la crescita muscolare;quello può capitare piuttosto se li fai lavorare senza reintegrare le proteine hhe vengono bruciate durante il lavoro.

Il superallenamento insorge se si elaborano allenamenti a carico inopportuno,NON se ci si allena ogni giorno;diciamo piuttosto che se l'allenatore non sa il fatto suo,con pochi allenamenti difficilmente riesce a farti dei danni,invece con molti sì e il superallenamento diventa possibile.
Per evitarlo è necessario che l'allenatore conosca la differenza tra fasi di carico e di scarico,come svilupparle e come gestirne l'alternanza.
Per verificarlo richiedi al tuo allenatore la spiegazione delle sedute che ti propone e i loro effettivi obiettivi metabolici,quali siano quelli di carico e quali quelli di scarico e la logica che lo porta a collocarli in quel modo invece che in un altro;se non sapesse darti delle motivazioni,allora sei nei guai.

La dieta a zona è utile per dimagrire,ma va considerato che è stata pensata per diabetici e per persone veramente obese.
Dunque se nuoti un paio di giorni massimo tre a settimana,allora ci può stare (per limitati periodi),se invece pratichi sport assiduamente diventa molto pericolosa perchè potrebbe non essere in grado di fornirti le risorse energetiche necessarie,e perchè un eccesso di proteine va in urea e sovraccarica i reni;considera che il dietologo,per quanto bravo,potrebbe non essere a conoscenza delle tue abitudini sportive e di quanto queste possano pesare (due ore di nuoto costano circa 1500 Kcalorie) e proporti in buona fede qualcosa di pericoloso.

Ciao

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Grazie per le info. Sinceramente il dietologo conosce la mia attività e mi ha consigliato di segiure questo tipo di dietae  per ora non ho problemi, speriamo bene!

Condividi sui social

4

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

mah nella mia ignoranza ti dico la mia . Se fai sport assiduamente e sei un lavoratore ( o studente) devi mangiare tutto e di tutto!mi sanno troppo di caxxate i vari tipi di dieta " a zona" ecc ecc....(se non come dice stefano) x chi ha seriamente dei problemi di obesità. Ma mi chiedo come mai tutti fanno sport, scegliendo addirittura il nuoto x "modellare il fisico"..quindi come fine di avere un bel fisico , tralasciando i veri valori che questo da.Questo fatto è veramente triste, ma ormai va di moda...!

24 ore di Nuoto di Bad Radkersburg 2013..... 54,9km nuotati smile

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Andrè hai ragione,ma la colpa è di una sottocultura che imperversa anche in tv e negli spot pubblicitari,secondo la quale la ciccia sarebbe direttamente correlata al cibo,piuttosto che inversamente correlata allo sport,come invece è in realtà.

Condividi sui social

6

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

stefano ma hai detto che in 2 ore di nuoto si consumano circa 1500 kc...(750 all ora)
quindi quando ho nuotato domenica x 11 ore...ho consumato 8.250 kcal?? puoi immaginare il ritmo....

24 ore di Nuoto di Bad Radkersburg 2013..... 54,9km nuotati smile

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

No,dipende da come nuoti;quel dato è riferito ad un ALLENAMENTO medio di un nuotatore agonista,che certamente non si fa una passeggiata.
E' anche vero che un nuotatore agonista spende meno di un nuotatore dilettante (la tecnica è migliore),però in quell'ora e mezza fa allenamenti più intensi della semplice nuotata dell'utente da nuoto libero;dunque il dato resta valido.
Ma io immagino che tu invece avrai nuotato ad andature ragionevoli per reggere tutto quel tempo,per cui il consumo energetico non è più paragonabile.

Devi calcolare che ogni etto di muscoli dispone di 7 Kcal,aggiungi il valore calorico di quello che puoi avere mangiato in quel lasso di tempo,e avrai il potenziale energetico che hai avuto a disposizione,che non potrai certo avere prosciugato completamente senza lasciarne almeno una percentuale consistente,e senza sentirti male.
Non credo proprio che tu possa essere arrivato a 8000 Kcal,ma una bella cifra,questo sì.

Ciao

Condividi sui social

8

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

scrivo qui visto che parlavate di consumo energetico ma oltre alle velocità,tecnica ,ecc la temperatura dell 'acqua(fredda dicamo dai 20° in giù circa...) fa aumentare di molto il consumo energetico o è una cifra trascurabile? ovviamente a livello generale non pretendo cifre esatte...

grazie

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

L'abbassamento della temperatura NON aumenta il consumo energetico,almeno fino a che si  rimane su parametri accettabili,e venti gradi non è un temperatura estrema.
Ne abbiamo parlato in occasione di una discussione sulla sudorazione:
http://www.nuotomania.it/public/forum/upload/viewtopic.php?id=1364&p=1

Ciao

Condividi sui social

10

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

ma quali sono i "sintomi" che segnalano il sovrallenamento?

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

11

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

debolezza,spossatezza,apatia,tachcardia,eccitazione,nervosismo,insonnia,mancanza d'appetito,pressione troppo alta o bassa....ogni organismo risponde soggettivamente in base all'allenamento somministratogli...

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

12

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

ho questa paura che mi sta torturando.. l'altro giorno sono uscito prima dalla vasca.. facevo 25 metri e poi mi sentivo le braccia pesantissime.. ieri sono andato in giro per roma con amici e non riuscivo a tenere lo zainetto piccolo in spalla che mi affaticavo subito.. stessa cosa riguardo ai pesi da portare hmm hmm e ho dei dolori alla spalla e alle braccia

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Carlo
ma stai mangiando abbastanza? Dalle foto su FB mi sembri un pò magrino!

Io, da quando mangio e dormo di più non problemi, quest'estate mi sentivo come te ed in più mi sentivo di svenire in acqua.

Ciao

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Per me è qualcosa di posturale....

Condividi sui social

15

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

PUO darsi smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

16

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

a mangiare mangio sempre correttamente.. però pensavo di prendermi un pò di polase per vedere se è un problema di alimentazione o altro..

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

17

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

oggi è andata molto meglio dopo una giornata di pausa.. la spalla fa molto meno male e ho retto tutti i 3 km e 4 smile

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

18

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

big_smile

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

19

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

quindi ritorno alla domanda iniziale.. che può essere? smile

se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ci

Condividi sui social

20

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

stanchezza....

Il mio nickname

di marina sito web

Condividi sui social

21 (modificato da nuotix 15-07-2011 12:03:30)

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

stefano,
scusa il post un po lungo e ricco di dettagli, ma ho assoluto bisogno di aiuto.

verso metà maggio ho dovuto fare uno stop forzato di 10 gg (durante questo periodo ho fatto 3 gg in cui mi sono allenato molto molto blandamente giusto per perdere il meno possibile gli adattamenti).
la causa di questo stop è stato un sospetto (anzi ne ho la certezza) di essere arrivato in overeaching (me ne sono reso conto perché qualche anno fà sono andato in overtraining)
è l'anticamera dell'overtraing cioé è come l'overtraining, ma i sintomi e gli effetti sono più tenui. in particolare avvertivo insonnia, calo prestazionale notavole, stanchezza cronica, pesantezza di gambe quando mi svegliavo al mattino  (mi sembrava di avere del piombo sotto la pelle) il tutto condito anche credo da una errata alimentazione. questo è succeso perché probabilmente mi sono sottoposto a dei carichi di lavoro inopportuni alla mia condiizione fisica di allora. così ho deciso di prendermi questa pausa. poi fra giugno e luglio ho fatto un altra settimana di stop la quale la avevo già programmata da tempo per prendermi un breve periodo di relax e di stacco dagli allenamenti. in questa settimana (cioè 2 settimane fà) ho fatto 2 sedute in piscina blandissime

scrivo perché, anche se al momento non sento gli stessi identici sintomi di maggio, è altrettanto vero che da quando ho ripreso ad allenarmi dopo i primi 10gg di pausa (quindi da fine maggio) fisicamente ho delle strane sensazioni, non mi sento più quello di un tempo perché percepisco abbastanza di frequente degli indolenzimenti alle gambe per la precisione ai polpacci e li sento specialmente dopo un breve periodo in cui resto seduto e quindi la muscolatura si raffredda e quando al mattino mi alzo. pensa che ci sono dei momenti in cui sono presenti questi indolenzimenti,  do un'occhiata ai miei polpacci e ho la netta impressione che siano leggermente ingrossati. se li tocco, sento di avere la muscolatura piuttosto dura, rigida e contratta rispetto a quello che avevo.
la cosa che mi ha stupito moltissimo negativamente è questa. quando ho fatto le 2 sedute blande fra giugno e luglio, avrò percorso non più di 1500m a seduta: ritmo blandissimo, tanti esercizi di sensibilità per le mani e le gambe non le quasi mai usate. ebbene il giorno dopo avevo indolenzimenti ai polpacci nonostante, ripeto, le gambe non le abbia quasi mai usate e quando le ho usate le ho fatto mulinare pianissimo.
ogni tanto ho fatto dei bagni nell'acqua calda e bicarbonato e devo dire che ne ho trovato beneficio anche se momentaneo dal momento che poi il giorno dopo mi allenavo.
se può servirti da elemnto d'aiuto, è molto più facile che senta questi indolenzimenti magari dopo qualche ora dall'allenamento soprattutto quando faccio resistenza aerobica e soglia. oggi ho fatto 8x50 C1 e dal quarto all'ottavo negli ultimi 15/20m ho sentito un dolore incredibile alle coscie che di fatto quasi mi impediva di mantenere lo sforzo.
in genere in acqua non sento particolari dolori, ma di certo non mi sento proprio una piuma.


che cosa mi succede?? sono molto preoccupato ho il terrore dell'overtraining
che cosa posso fare per mettermi alle spalle questa situazione??
wink

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Difficile stabilirlo così.
Bisogna rispondere prima alla domanda se tu fossi entrato davvero in overtraining o meno.
Se così fosse,allora due mesi di stop non bastano,ce ne vogliono almeno sei e con cure particolari (nandrolone e altro).
Se invece non eri andato in overtraining allora i disturbi potrebbero essere imputabili alla disabitudine allo sport.
Sarebbe meglio se consultassi un medico sportivo,questo è esattamente il loro campo e conoscono sistemi certi per stabilire l'overtraining o meno.

Ciao

Condividi sui social

23 (modificato da nuotix 19-07-2011 13:44:34)

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

grazie mille per la risposta
credo che presto andrò a fare una visita.

non credo che sia disabitudine allo sport: ormai sono alcuni anni che mi alleno con regolarità. certo di mezzo ci sta la mega pausa di mezzo anno però, però il mio corpo era ben abituato a certi sforzi metabolici. magari può essere che il mio corpo non riesca ancora a metabolizzare solo ed esclusivamente il nuoto, ma onestamente non credo. ciò che è sicuro che negli scorsi mesi ho sbagliato dei carichi di lavoro, ma non penso neanche di essere andato in overtraining

vediamo.

volevo chiederti una cosa.
all'inizio della mia "carriera sportiva" (nel marzo 2008) ero andato in overtraining. la mia allenatrice di triathlon mi fece stare 10 gg fermo e poi ripresi gradualmente ad allenarmi. tuttavia mi ricordo che quei mesi sono stati un calvario perchè mi accorsi che non avevo completamente recuperato. poi finita la stagione (a settembre) ho fatto 5 settimane di stop completo e ho ripreso a novembre.
io mi ricordo che prima che andassi in overtraining in piscina riuscivo a tenere dei tempi che purtroppo non sono mai riuscito a ripetere anche dopo aver recuperato completamente. è possibile che in un certo senso l'overtraining mi abbia danneggiato in modo irreversibile, abbia erose delle fibre muscolari a tal punto da non poter più ripetere quelle prestazioni?


wink

Condividi sui social

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

Dieci soli giorni di recupero da overtraining ?
Se era fisiologicamente vero overtraining ce n'è abbastanza per mandare la tua allenatrice a rifare il corso da allenatore.

Condividi sui social

25 (modificato da nuotix 18-07-2011 12:32:43)

Re: Dubbi e paura di sovrallenamento

ops mi sono accorto che nel frattempo hai risposto.
ho modificato la domanda precedente


risposta a 1)
allora la colpa fu solo la mia perché facevo degli allenamenti in più molto duri di cui lei era all'oscuro. pensava fosse solo un leggero affaticamento perché era il mio primo anno di triathlon.
ma fisiologicamente è possibile che abbia creato dei danni irreversibili??

Condividi sui social