Argomento: Stile libero solo con una gamba

l'altro giorno in piscina ho visto un tizio che nuotava a stile libero nella mia corsia.
Non muoveva le gambe in maniera regolare, ma dava solo una gambata e poi si fermava, sempre così, mi sembrava anche abbastanza veloce, avrà fatto circa 80 vasche senza mai fermarsi.
Secondo voi una tecnica del genere può definirsi corretta oppure è il frutto del fai da tè???
sicuramente in questo modo le gambe si stancano di meno, ma la cosa mi lascia piuttosto perplesso.

ciao a tutti

volo leggero in un brivido caldo, mi perdo nel silenzio e mi sciolgo nell'immenso.
io sono ogni cosa, ogni cosa

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Mi hanno detto che è un atteggiamento da "vecchia scuola", adottato per stancarsi di meno, ma che al giorno d'oggi non di usa più perchè non ha molto senso...

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Non è una tecnica vecchia,ma è una NON tecnica,e nessun maestro si sognerebbe mai di insegnare a bella posta una schifezza simile,che on ha nessunissima utilità e addirittura ti rallenta.
E' una delle tante caratteristiche penalizzanti che saltano fuori a volte negli autodidatti,o più in generale a chi non riesce a coordinarsi e deriva da una quasi totale mancanza di equilibrio.
Non imitatelo per carità.

Ciao

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

patrik vinegars ha scritto:

l'altro giorno in piscina ho visto un tizio che nuotava a stile libero nella mia corsia.
Non muoveva le gambe in maniera regolare, ma dava solo una gambata e poi si fermava, sempre così

stefano '62 ha scritto:

Non è una tecnica vecchia,ma è una NON tecnica

ma poi smettendo di muovere le gambe, queste non dovrebbero tendere ad affondare ?

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

No Mauro non vai a fondo se hai un buon galleggiamento. Io ad esempio non faccio nessuna fatica. A rimanere a galla senza muovere le gambe ma credo che sia una dote naturale, lo notava anche Stefano al mare. Ma non ho capito, batte con solo una gamba o dà un colpetto di gambe di tanto in tanto? Perchè sò che i fondisti non utilizzano tanto le gambe. Non ho mica capito a modo.

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Mario ha ragione,le gambe non galleggiano grazie al "su e giù" che fanno durante la gambata,ma grazie all'azione concreta inconscia e vagamente involontaria dei muscoli del tronco,che si verifica anche quando si evita di muoverle,e la cui mancanza determina anche una cattiva efficienza delle gambate,che si ritrovano a muoversi nell'affannoso tentativo di non farle affondare invece che per equilibrare la nuotata,al punto che se aumentano di intensità addirittura ti rallentano.
Traduzione:la via per migliorare l'efficienza delle gambate non consiste nel limitarsi a fare vasche con la tavoletta,ma nel creare a monte un requisito di equilibrio (galleggiamenti e scivolamenti,equilibri statici e dinamici)

Ciao

Condividi sui social

7 (modificato da mauro65 15-12-2010 22:23:13)

Re: Stile libero solo con una gamba

stefano '62 ha scritto:

Mario ha ragione,le gambe non galleggiano grazie al "su e giù" che fanno durante la gambata,ma grazie all'azione concreta inconscia e vagamente involontaria dei muscoli del tronco,che si verifica anche quando si evita di muoverle,e la cui mancanza determina anche una cattiva efficienza delle gambate,che si ritrovano a muoversi nell'affannoso tentativo di non farle affondare invece che per equilibrare la nuotata,al punto che se aumentano di intensità addirittura ti rallentano.
Traduzione:la via per migliorare l'efficienza delle gambate non consiste nel limitarsi a fare vasche con la tavoletta,ma nel creare a monte un requisito di equilibrio (galleggiamenti e scivolamenti,equilibri statici e dinamici)

accidenti quanto dovro' lavorare (ANCHE io): ma il bello sara' proprio questo, lavorare, imparare e migliorare in continuazione   tongue
grazie come sempre

ciao

Si fa presto a dire ... NUOTO

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

rispondo a Marioaversa, non è un colpetto ogni tanto ma è proprio una gambata ritmica, non casuale ma presumo sia sincronizzata col movimento del braccio. Ieri ho visto un videotutorial  di apprendimento dello stile libero ed ho notato che in alcuni casi si faceva la stessa cosa.
La cosa mi interessa perchè penso sia il mio punto debole. Quando uso il pull buoy tra le gambe mi sembra di andare più veloce e non mi stanco per niente, senza quello mi affatico molto di più.

ciao

volo leggero in un brivido caldo, mi perdo nel silenzio e mi sciolgo nell'immenso.
io sono ogni cosa, ogni cosa

Condividi sui social

9

Re: Stile libero solo con una gamba

stefano '62 ha scritto:

Mario ha ragione,le gambe non galleggiano grazie al "su e giù" che fanno durante la gambata,ma grazie all'azione concreta inconscia e vagamente involontaria dei muscoli del tronco,che si verifica anche quando si evita di muoverle,e la cui mancanza determina anche una cattiva efficienza delle gambate,che si ritrovano a muoversi nell'affannoso tentativo di non farle affondare invece che per equilibrare la nuotata,al punto che se aumentano di intensità addirittura ti rallentano.
Traduzione:la via per migliorare l'efficienza delle gambate non consiste nel limitarsi a fare vasche con la tavoletta,ma nel creare a monte un requisito di equilibrio (galleggiamenti e scivolamenti,equilibri statici e dinamici)

Ciao

vedi me!!!!

24 ore di Nuoto di Bad Radkersburg 2013..... 54,9km nuotati smile

Condividi sui social

10

Re: Stile libero solo con una gamba

stefano '62 ha scritto:

Mario ha ragione,le gambe non galleggiano grazie al "su e giù" che fanno durante la gambata,ma grazie all'azione concreta inconscia e vagamente involontaria dei muscoli del tronco,che si verifica anche quando si evita di muoverle,e la cui mancanza determina anche una cattiva efficienza delle gambate,che si ritrovano a muoversi nell'affannoso tentativo di non farle affondare invece che per equilibrare la nuotata,al punto che se aumentano di intensità addirittura ti rallentano.
Traduzione:la via per migliorare l'efficienza delle gambate non consiste nel limitarsi a fare vasche con la tavoletta,ma nel creare a monte un requisito di equilibrio (galleggiamenti e scivolamenti,equilibri statici e dinamici)

Ciao

intanto che ci sono stefano x  scivolamenti ok....ma cosa intendi creare quei requisiti con equilibri statici e dinamici....ovvero esercizi nel concreto?

24 ore di Nuoto di Bad Radkersburg 2013..... 54,9km nuotati smile

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

ciao a tutti!
questa cosa interessa anche me...il mio istruttore dice che devo asssolutamente migliorare la gambata...che muovo troppo le ginocchia...che devo fare tanta schiuma...ma io penso che non sia necessario fare tanta schiuma ma avere un movimento di gamba armonico e meno rapido rispetto alla bracciata, dopotutto nello stile libero la fase propulsiva non è soprattutto data dalle braccie piuttosto che dalle gambe?!
così come nuoto riesco a fare una vasca da 25 mt con 25 bracciata e onestamente non mi sembra malissimo considerato che ho iniziato da zero e ho fatto una quindicina di lezioni... 
comunque voglio migliorare...consigli su esercizi da poter fare autonomamente? scivolamenti dal muretto? vasche solo gambe? inoltre respiro ogni 4 a sinistra...

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Vero che non serve fare tanta schiuma,ma se non si riesce a fare la schiuma senza piegare le gambe artificialmente significa che il retro coscia è troppo affondato,e questo a sua volta significa una tra le due cose:o sei rigida di addome e non distendi bene cosce e pancia,oppure sei debole di lombari e non riesci a sostenere il peso delle gambe allungandole come si deve.
La vera controindicazione di queste due situazioni non è la mancanza della gambata,che effettivamente nel crawl non ha carattere strettamente propulsivo ma equilibrante (soprattutto nel fondo);la vera controindicazione è che l'impossibilità di tenere una corretta postura fa si che la forza applicata nella passata venga in parte dispersa rendendo la nuotata meno performante e molto più faticosa.
I requisiti di base per assicurarsi che certi inconvenienti non sorgano si formano con le esercitazioni dei livelli di ambientamento e immediatamente successivi,primi tra tutti i galleggiamenti in varie forme,gli esercizi di cambio attivo di galleggiamento,e gli scivolamenti.
Quando ci si è lavorato a dovere,anche le gambe lavorano meglio.

Ciao

PS
Per chi soffre di schiena la strada è più lunga e non sarebbe male lavorarci anche a secco,con esercizi di flessibilità della colonna.

Condividi sui social

13 (modificato da ippocampo 16-12-2010 14:14:33)

Re: Stile libero solo con una gamba

Rieccomi ...ciao Stefano: c'è un modo per verificare se i muscoli lombari siano effettivamente troppo deboli?
Ho un'allieva che ha gli stessi problemi di cricrina, tende a pedalare specie a dorso, a stile noto un uso delle gambe solo dal ginocchio in giù e difficoltà a stare a galla a dorso ...sembra proprio che i muscoli non la sorreggano! sad

P.S. come esercizi di cambio attivo di galleggiamento mi vengono in mente i passaggi laterali e frontali e chiudersi a pallina e riallargarsi, altro?

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Lombari deboli sono l'anticamera del mal di schiena,dunque in chi soffre di schiena lo puoi già dare per scontato.
Io lo vedo a occhio sulla nuotata e non saprei come spiegartelo,empiricamente lo vedi dagli esercizi in acqua,chi ha i lombari deboli fatica più del solito a respirare frontalmente durante gli esercizi con tavoletta e anche senza,in più faticano a sollevare le gambe nel tuffo,vedi proprio che cadono giù a peso morto.

Ciao

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

"o sei rigida di addome e non distendi bene cosce e pancia,oppure sei debole di lombari e non riesci a sostenere il peso delle gambe allungandole come si deve".

grazie Stefano...direi + la seconda, inoltre anche io pedalo un pò a dorso, effettivamente negli esercizi con tavoletta soffro un pò se ho la testa fuori e sento proprio fatica se lavoro solo sulle gambe...ho una patologia alla colonna vertebrale (D7 fratturata e consolidata con cuneizzazzazione anteriore) ...cercherò di lavorare meglio di ampiezza della gambata + che di forza...che ne dite??

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Non aumentare troppo l'ampiezza,è meglio se gestisci l'azione di gambe senza crucciarti troppo se non stanno belle alte ma assicurandoti di essere rilassata e che le gambe interagiscano correttamente con l'acqua;poi col tempo questo darà benefici in termini di flessibilità dei muscoli del tronco migliorando leggermente la situazione,ma a passi molto piccoli.

Ciao

Condividi sui social

17

Re: Stile libero solo con una gamba

Ciao!
Spesso negli ultimi tempi, mentre nuoto a stile, anche con andatura molto blanda, sento la gamba sinistra molto rigida. E’ come se cercasse di seguire il movimento della destra senza però generare la stessa propulsione. Quest’ultima sensazione che provo è davvero forte. Tutto ciò non mi era mai successo prima.
Chi mi vede dall’alto dice di non vedere particolari anomalie nella nuotata.
Secondo voi può essere un problema più psicologico che tecnico? Anche perché più ci penso più mi pare che la gamba si irrigidisca, non capisco però da cosa possa scaturire.
Che possa essere il primo sintomo di qualche patologia?

Ciao!!!

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Penso che per fugare ogni dubbio converrebbe che facessi esercizi gambe stile lentamente osservando lo spostamento, se è uniforme tra una gambata e l'altra vuol dire che è soltanto una tua sensazione.
riesco
A volte eseguo solo gambe stile con il boccaglio frontale così riesco a concentrarmi meglio su ciò che faccio.
smile

1) AUT DISCE, AUT DISCEDE
2) Azzoppare il cavallo pensante....questo

Condividi sui social

Re: Stile libero solo con una gamba

Mario ha ragione,condivido.

Condividi sui social