Muscoli coinvolti nella pratica del nuoto

(di Gian Maria D’Amici)

Le braccia sono estremamente importante nel nuoto poiché sono il collegamento tra i muscoli primari generatori di forza (il latissimus dorsi e il pectoralis major) e le estremità superiori (mani e avambracci), che sono i punti di ancoraggio che spingono il nuotatore attraverso l’acqua.

Per muovervi efficacemente attraverso l’acqua, dovrete curare la coordinazione dei movimenti delle braccia e delle gambe. La chiave per raggiungere questo obiettivo è un baricentro forte. Il baricentro è caratterizzato principalmente dai muscoli della parete addominale. Oltre a coordinare i movimenti delle braccia e delle gambe, gli addominali assistono il corpo nella fase di scivolamento in acqua, propria dello stile libero e del dorso e sono responsabili dei movimenti ondulatori del torso che hanno luogo nella farfalla, rana e nella sgambata del delfino.

Gambe forti sono una componente chiave per un abile nuotatore. Non sono l’unica componente che influenza l’efficacia della gambata, ma sono la chiave per guidare il corpo al momento della partenza e delle virate. Contribuiscono quindi all’efficacia dello stile bilanciando le meccaniche della catena cinetica e contribuendo ad una linea allungata.

Nei video a seguire sono ben indicate le diverse fasce muscolari coinvolte nelle fasi delle nuotate a crawl, dorso, rana e delfino.

Più in generale nella pratica del nuoto sono coinvolti i muscoli:

  • grande dorsale, gran pettorale, grande rotondo, tricipite. Questo gruppo muscolare fornisce al braccio la forza necessaria alla trazione durante la l’esecuzione della bracciata in tutti e 4 gli stili;
  • grande rotondo, subscapolare. Questi muscoli vengono utilizzati in tutte e 4 le nuotate;
  • flessore del carpo, ulnare e palmare. Questi muscoli sono importanti per non “lasciare la presa” durante la fase di trazione della bracciata;
  • tricipite. L’estensore del gomito, muscolo molto importante nel nuoto, utilizzato nel crawl, nel dorso e nella farfalla e fornisce potenza alla bracciata nella fase finale di spinta;
  • quadricipite femorale, gastrocnemio e gluteo. Questi muscoli sono fondamentali per l’azione delle gambe. Alcuni muscoli lavorano a supporto alla nuotata come i muscoli del tronco laterali, anteriori, posteriori.

Video dei muscoli coinvolti nel nuoto<7h2>


Se hai gradito il nostro lavoro fai una donazione a Nuoto Mania tramite Pay-Pal. Anche pochi euro sono sufficienti per sostenere le spese di mantenimento del portale permettendoci di offrire contenuti gratuiti

Nuoto Mania non è in alcun modo responsabile per eventuali danni fisici o psichici indotti da una cattiva esecuzione degli esercizi proposti nei programmi. L’utente che scarica i programmi li esegue sotto la sua responsabilità sollevando Nuoto Mania e il suo proprietario/gestore da qualsiasi responsabilità civile o penale.
Sconto primo ordine Nuoto Mania Shop