Intervista a Cristina Chiuso “L’Appassionata“ del Nuoto

Cristina Chiuso con Ilaria Bianchi

(di Luciano Vietri)

Primatista italiana dei 50 stile libero e della staffetta 4×100 stile libero, sia in vasca lunga che in corta, è stata capitano della nazionale italiana di nuoto femminile.
Ha partecipato quattro volte ai Giochi Olimpici (Barcellona 1992, finalista Sydney 2000, semi finalista Atene 2004, Pechino 2008) e cinque volte ai Mondiali di nuoto in vasca lunga (finalista Fukuoka 2001, finalista Barcellona 2003, semi finalista Montreal 2005, Melbourne 2007 e Roma 2009). Detiene 41 titoli assoluti tra 50, 100 e 200 stile libero e 29 record italiani in gare individuali. Ha conquistato due argenti ai campionati europei con la staffetta 4×100 stile libero (Helsinki 2000 ed Eindhoven 2008), un argento agli europei in vasca corta a Trieste nel 2005, due ori, tre argenti e due bronzi in tre diverse edizioni dei Giochi del Mediterraneo e 5 argenti e un bronzo in quattro edizioni delle Universiadi.

Il 6 ottobre 2009 ha annunciato il suo ritiro dal mondo dell’agonismo, lavorando nel marketing sportivo e intraprendendo la carriera di giornalista. È stata commentatrice tecnica per la Rai agli europei di nuoto di Budapest 2010, intervistando allenatori e nuotatori nella warm up area. È uno dei volti di Sky Sport ai Giochi olimpici di Londra 2012, dove ha commentato le gare di nuoto insieme a Fabio Caressa e Massimiliano Rosolino. Il 31 agosto 2015 è stata nominata Delegato Coni per la provincia di Roma (fonte Wikipedia)

Sconto primo ordine Nuoto Mania Shop

Che cosa ricordi della tua prima gara in una piscina?
La prima gara di cui ho ricordi sono i campionati italiani di Terni del 1987…non avevo neppure mai sentito parlare dell’esistenza dei Campionati italiani, in realta’ prima di quell’anno quello che facevo in piscina era poco piu’ della scuola nuoto. Sono entrata a sorpresa in finale in tutte e tre le gare a cui ero iscritta 50-100-200stile e sono arrivata ancor piu’ a sorpresa terza nei 50…e’ cominciato tutto da li’. Prima mi ricordo piu’ delle gare di ginnastica artistica che di quelle di nuoto.

Ricordi i tuoi idoli di allora?
In realta’ non avevo idoli perche’ non conoscevo il mondo del nuoto. L’ho conosciuto piano piano in quegli anni e rimanevo affascinata nel guardare Kristine Otto, Michael Gross o Matt Biondi

La tua soddisfazione più grande?
Ce ne sono tantissime in realta’, ogni vittoria ha avuto un sapore diverso, ma forse l’argento agli Europei di Trieste e’ quella che ricordo con maggior piacere.

Chi senti di dover ringraziare per il tuo successo?
Tantissime persone, dai miei genitori agli allenatori e preparatori atletici con cui ho lavorato a Piergiorgio Desiati il nutrizionista che ha cambiato il mio approccio all’allenamento

Qual è il tuo rapporto con l’acqua in questo periodo della tua vita?
Odio e Amore. Il nuoto rimane la Passione della mia vita ma non sono praticamente piu’ entrata in acqua.

Cosa ne pensi del nuotatore/trice master e del suo movimento ?
Ho avuto modo di conoscere meglio il movimento nel 2010 grazie ad una “nazionale” master di cui ho avuto il piacere di fare il “capo gruppo”. Per lo piu’ sono animati da una passione autentica per questo sport e si divertono a mettersi in discussione. Vivono lo sport per quello che dovrebbe essere: movimento e aggregazione. Come sempre accade pero’, ci sono poi delle esasperazioni che a me personalmente non piacciono.

Non credi che il settore master di nuoto sia bistrattato dal mondo dell’agonismo?
Dovresti farmi degli esempi perche’ io non credo sia bistrattato. Sicuramente e’ ancora tutto da scoprire e spero che in futuro si riesca a strutturare meglio ma questo a mio avviso non ha nulla a che vedere con il mondo dell’agonismo.

Come vedi una manifestazione in cui inserire i nuotatori professionisti e il mondo master al fine di avvicinare queste due solide realtà del nuoto Italiano?
Non credo sia organizzativamente possibile se non nel nuoto di gran fondo dove gia’ questo avviene. L’unico modo potrebbe essere quello delle gare pro-am sull’esempio di quelle dei circuiti di golf, che pero’ rimarrebbero gare a squadre per pochi eletti. Pero’ un tentativo lo farei.

Molte tue ex-colleghe di acqua gareggiano nei master. Sei tentata di far parte di questo mondo?
No! Niente contro il movimento, ma ho gareggiato a sufficienza. Il mio posto ora e’ fuori dall’acqua per contribuire con la mia esperienza e le mie conoscenze a far avvicinare sempre piu’ persone allo sport e al nuoto in particolare.

Come vedi il nuoto in Italia ?
A livello agonistico dobbiamo e possiamo crescere molto. Abbiamo una fortissima squadra giovanile ma poi fatichiamo a far fare ai nostri atleti il salto di qualita’ necessario per farsi conoscere anche a livello assoluto. Le scuole nuoto sono spesso sovraffollate ma non c’e’ sempre passione nell’insegnare e ci si dimentica troppo spesso che lo sport in primis deve avere un valore educativo. E ci si dimentica anche che e’ da li che nasceranno i futuri campioni. Sta crescendo sempre piu’ in popolarita’ grazie a risultati e personaggi, ma a mio avviso ha un potenziale ancora tutto da esplorare.

Oltre al nuoto, quale altro sport ti appassiona?
Cerco di seguire il piu’ possibile, a Londra mi sono divertita molto a vedere l’atletica leggera, ma sono affascinata dai gesti atletici in senso lato.

Quali sono i tuoi obiettivi a medio e lungo termine?
Sto ancora cercando di capire cosa voglio fare da grande ma uno dei miei obiettivi e’ quello di sfruttare la mia esperienza per far crescere questo sport che io amo.

Una dedica/pensiero a chi vuoi .
Vorrei fare una dedica e un ringraziamento ad Alfredo Provenzali.

Cristina Chiuso persona eccezionale ,sempre disponibile e attenta a tutto quello che ruota dentro e intorno al nuoto . Passione che si intuisce da ogni parola che scrive e che si sente ogni volta che parla del suo elemento naturale l’acqua.

P.S.
I master ti aspettano !!!

Sconto primo ordine Nuoto Mania Shop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.